mercoledì 13 luglio 2016

LE PROFEZIE DEL MONACO JOHANNES - Terza Parte



Ecco i link alle due parti precedenti dell'articolo:

- Prima parte.
- Seconda parte.

Proseguiamo con i vaticini del Monaco Johannes:

"L'Aquila nera si getterà sul gallo che perderà molte piume ma colpirà eroicamente col suo sperone.
Sarebbe rapidamente senza forze senza l'aiuto del leopardo ed i suoi artigli.
L’Aquila nera che verrà dal paese di Lutero sorprenderà il gallo in un altro luogo ed
invaderà la metà del paese."

Questo passo mi ha fatto davvero pensare al secondo conflitto mondiale e va a braccetto con questo verso, che abbiamo visto nella prima parte, che potrebbe essere riconducibile all'invasione della Polonia.

"Una guerra gli fornirà l’occasione di togliere la sua maschera.
Non sarà la guerra che farà ad un monarca francese, ma un'altra che si riconoscerà
facilmente perché in due settimane sarà già universale."

Se il gallo è ben interpretato con la Francia, il passo contenuto nella prima parte dice che la guerra inizierà non per la campagna francese, ma per "un'altra guerra che in due settimane sarà già universale". L'invasione della Polonia, nel 1939, porterà infatti all'inizio della Seconda guerra mondiale. 
Poi "l'aquila nera" (i nazisti), si getterà sul gallo: inizia la campagna di invasione occidentale che porterà i nazisti ad occupare metà della Francia. L'altra metà, denominata Francia di Vichy, era uno stato satellite del Terzo Reich, anche se ufficialmente indipendente.
In difesa della Francia partecipò l'Inghilterra, il leopardo nella profezia.
Nella prima parte dell'articolo avevo identificato erroneamente il leopardo con la Russia, ma, nel contesto del secondo conflitto mondiale, effettivamente calza molto di più con l'Inghilterra.
Con una tale coerenza tra i versi ed i fatti accaduti nel 1939\40, mi viene difficile tentare un'interpretazione differente da questa, ma sulla scorta delle incongruenze riscontrate nei passi esaminati nelle parti precedenti, ci provo comunque.
Proseguiamo però con i versi della profezia e cercheremo interpretazioni alternative soltanto alla fine, con una visione d'insieme.

"L’Aquila bianca che verrà da settentrione sorprenderà l’Aquila nera e l'altra Aquila
invaderà completamente il paese dell’Anticristo e da una parte all'altra.
L’Aquila nera sarà obbligata a lasciare il gallo per combattere l’Aquila bianca ed il gallo dovrà inseguire l’Aquila nera nel paese dell’Anticristo per aiutare l’Aquila bianca.
Le battaglie fatte sino ad allora non saranno che poca cosa in confronto a quelle che
avranno luogo nel paese di Lutero."

Gli americani (aquila bianca) arrivano da settentrione. Inizia lo sbarco in Normandia, siamo al 6 giugno del 1944. Sorprendono i nazisti che sono obbligati a concentrarsi sugli invasori ed a lasciar perdere il gallo (la Francia).
L'altra aquila dovrebbero essere i russi che, nella loro controffensiva, arrivarono fino a Berlino.
Tremenda battaglia che si svolgerà nel paese di Lutero, la Germania, fino alla capitolazione dei nazisti.
Segue una parte molto eloquente che presenta la disfatta del regno dell'Anticristo, il Terzo Reich.

"Perché i sette angeli verseranno nello stesso tempo il fuoco del loro incensiere sulla terra empia, ciò vuole dire che l’Agnello ordina lo sterminio della razza dell'Anticristo.
Quando la bestia si vedrà perduta, diverrà furiosa, bisognerà che durante dei mesi, il becco dell’Aquila bianca, gli artigli del leopardo e lo sperone del gallo si accaniscano su di essa.
Si attraverseranno i corsi d'acqua sui cadaveri che in certi punti cambieranno il corso delle acque.
Saranno seppelliti solo gli uomini più nobili, i primi capitani ed i principi, perché alla carneficina dovuta alle armi, si aggiungeranno i mucchi di quelli che moriranno di fame o la peste.
L’Anticristo chiederà più volte la pace, ma i sette angeli che marciano davanti ai tre animali difensori dell’Agnello hanno detto che la vittoria non sarà effettiva che a condizione che l’Anticristo sia schiacciato, come la paglia nell'aia.
Esecutori della giustizia dell’Agnello, i tre animali non potranno smettere di combattere fino a che l’Anticristo avrà soldati.
Ciò che rende l’ordine dell’Agnello così implacabile, è che l’Anticristo ha preteso di agire in suo nome e che se non perisse, il frutto della Redenzione andrebbe perso, e le porte dell’inferno prevarrebbero contro il Salvatore.
Si vedrà bene che non sarà affatto un combattimento umano che sarà dato nel luogo dove l’Anticristo forgia le sue armi.
I tre difensori dell’Agnello stermineranno l'ultima armata dell’Anticristo; ma bisognerà fare del campo di battaglia un rogo grande come la più grande città, perché i cadaveri avranno cambiato la forma del luogo, puntellandolo di catene di monticelli.
L’Anticristo perderà la corona e morirà in solitudine e nella demenza."

"L'Anticristo chiederà più volte la pace..."
Hitler non si arrese mai, fino alla fine, ma alcuni generali nazisti avviarono diversi negoziati non autorizzati con gli Alleati. Forse il verso si riferisce a questo.

"L’Anticristo perderà la corona e morirà in solitudine e nella demenza." Sul finale dell'invasione di Berlino da parte delle truppe alleate, Hitler pare fosse completamente uscito di senno. Dava ordini senza senso, spostava truppe che non esistevano più, parlava di grande vittoria quando ormai era evidente a tutti che stavano assistendo ad una disfatta.

"Il suo impero sarà suddiviso in 22 Stati.
Ma nessuno avrà più una casa forte, né esercito né marina."

Inizialmente avevo visto questo verso come qualcosa a favore di eventi ancora da verificarsi e in dissonanza con il secondo conflitto mondiale. Infatti la Germania nazista non fu certo divisa in 22 stati, ma in quattro zone di occupazione, che poi avrebbero originato la Germania dell'Est e la Germania dell'Ovest.
L'utente Yesterday's Man ha invece dato una sua interpretazione che reputo piuttosto calzante. Ad essere diviso in ventidue stati è stato il Terzo Reich, che al tempo della massima espansione comprendeva queste aree che poi sono tornate ad essere indipendenti:

Germania Est, Germania Ovest, Belgio, Olanda, 
Lussemburgo, Francia, Italia, Yugoslavia, Austria, 
Cecoslovacchia, Ungheria, Romania, Bulgaria, Grecia, 
Danimarca, Norvegia, Finlandia, Polonia, Ucraina, Bielorussia, Russia, Albania.

Ventidue stati. Iniziano però adesso i versi finali, non riconducibili al 1945.

"L’Aquila bianca su ordine di Michele, caccerà la Mezzaluna dall’Europa, dove ci saranno solo cristiani, e s’installerà a Constantinopoli.
Allora comincerà un'era di pace e di prosperità per l’Universo, e non ci sarà più guerra, ogni nazione sarà governata secondo il cuore e vivrà seguendo la giustizia.
Non ci saranno più né luterani né scismatici.
L’Agnello regnerà, e cominceranno le delizie dell'umanità.
Felici coloro che sfuggendo ai pericoli di questo periodo meraviglioso, potranno gustarne il frutto, che è il regno dello Spirito e la santificazione dell'umanità, che non poteva realizzarsi che dopo la sconfitta dell’Anticristo."

E' chiaro da quest'ultima parte che non parliamo del 1945. I versi finali descrivono, in linea con le altre innumerevoli profezie, la cosiddetta "età dell'oro" che dovrebbe ritornare dopo gli eventi che accompagneranno gli "ultimi tempi".
Nelle profezie di NostradamusHitler viene citato come il secondo Anticristo, o almeno questa è l'interpretazione comune, in quanto Nostradamus scrive "Histerin una sua quartina, collegandolo alla Germania.  Anche l'etichetta di "secondo Anticristo" è estrapolata per deduzione, in quanto si basa su un'altra quartina che parla del "terzo Anticristo", che deve ancora venire, e per questo gli esegeti di queste profezie hanno affibbiato il posto di "secondo Anticristo" a Hitler e di "primo Anticristo" a Napoleone.
Questo per dire che "Anticristo" non necessariamente è collegato alla fine dei tempi, nei testi profetici, mentre la stessa cosa non si può dire per Agnello, che indica l'incarnazione del Verbo, il ritorno del Cristo e questo è collegato necessariamente alla nuova età dell'oro.

Alla luce di quanto detto, è possibile ricondurre la descrizione delle battaglie fatta dal profeta ad una guerra ancora da verificarsi, magari aiutati nell'interpretazione dall'attuale situazione geopolitica?
In realtà la descrizione della battaglia principale in queste profezie, usando l'allegoria degli animali ed essendo piuttosto vaga, è sovrapponibile ad altri scenari.
Quasi a guisa di gioco didattico, possiamo provare ad associare l'aquila nera, ai poteri massonici della finanza che imperano in occidente. Il "paese di Lutero", come abbiamo visto nella prima parte, potrebbero essere anche gli USA.
Il gallo potrebbe essere l'Iran o la Siria, o qualche nazione orientale della quale l'occidente contende il controllo politico in opposizione a Russia e Cina. Il leopardo che viene in aiuto del gallo potrebbe essere una qualche nazione più forte che accorre in aiuto di quella occupata dall'occidente. Ad esempio Iran in aiuto alla Siria, o qualcosa di simile.
Le due Aquile, la bianca e "l'altra", come indicato nel testo, le associo a Russia e Cina.
Abbiamo visto nelle profezie sul terzo conflitto mondiale che trovate in questo blog, in particolare quelle di Henry Gruver, che una forza d'attacco russo-cinese arriverà fin nel suolo americano.
In particolare i russi, in una visione di Gruver, arrivano via mare con una traiettoria da nord-est (vedi immagine).


Dettaglio dell'attacco russo agli USA in una visione di Henry Gruver.

Ecco che questi versi acquistano un nuovo significato:


"L’Aquila bianca che verrà da settentrione sorprenderà l’Aquila nera"

Attacco russo. 

"e l'altra Aquila invaderà completamente il paese dell’Anticristo e da una parte all'altra."

Attacco cinese.


Dettagli dell'attacco russo-cinese nelle visioni di Henry Gruver.


"L’Aquila nera sarà obbligata a lasciare il gallo per combattere l’Aquila bianca ed il gallo dovrà inseguire l’Aquila nera nel paese dell’Anticristo per aiutare l’Aquila bianca."

Il paese attaccato all'origine viene lasciato perdere, perchè adesso gli USA devono affrontare un problema in casa loro. Nelle profezie sul terzo conflitto abbiamo visto che questa è una delle motivazioni per cui gli USA intervengono poco o nulla in Europa, durante l'invasione russa.

"Le battaglie fatte sino ad allora non saranno che poca cosa in confronto a quelle che
avranno luogo nel paese di Lutero."

Questo verso parla da solo. Le immagini di distruzione delle visioni profetiche sul terzo conflitto negli Stati Uniti, infatti, parlano di megalopoli completamente rase al suolo e di un uso del nucleare.

Quest'ultima è l'interpretazione alternativa, che, grossomodo, ricollega un po' tutti i frammenti della profezia ed elimina le discordanze.
A voi che leggete, lascio la libertà di trarre le vostre conclusioni.


Fonti:

« Prédictions sur la guerre européenne : Mme de Thèbes, Mme Lenormand, M. R. Larmier, Prophétie de Mayence, etc. », imprimerie de G. Mont-Louis (Clermont-Ferrand), 1914


« Aujourd'hui et demain - Suite et complément de l'ouvrage "Demain" d'après les concordances frappantes de 120 prophéties anciennes et modernes, publié dans le courant du mois d'octobre 1905 », Baron de Novaye, Édition P. Lethielleux (Paris), 1914

19 commenti:

  1. Ciao MBLux,
    Fino al parallelo con la IIa guerra mondiale ti seguo, perché ritrovo fedelmente tutti i miei animaletti sul blasone dei rispettivi paesi.
    Quando invece ti lanci sull'ipotesi America=Paese di Lutero, perdo tutti i miei riferimenti. Non nego che l'ipotesi sia ardita e le coincidenze possibili, ma resto dell'opinione che parli della IIa guerra mondiale. Eccezione fatta della parte finale, te lo concedo. Ma è proprio da lì che mi sono buttato sulla congettura di una diversa Time line...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono certo che esiste una dimensione parallela dove siamo d'accordo con l'interpretazione di questa profezia. :-D
      A parte gli scherzi, ti dò, fondamentalmente, ragione: i riferimenti calzanti alla WWII sono tantissimi.
      Un'ulteriore ipotesi, tenendo buona la veridicità del testo e l'assenza di manomissioni, potrebbe essere questa.
      E se il profeta avesse descritto un unico grande periodo che va dalla WWII alla fine dei tempi? Se tale profezia fosse il risultato di una visione super sintetica del futuro, con un intercalarsi di immagini di guerra indistinte tra loro e una commistione di personaggi noti e futuri (Hitler, Mussolini, Papa Benedetto XV, Benedetto XVI, ecc.)?
      In ogni caso, questo genere di profezie non sono certo quelle che porto ad esempio quando parlo di "visioni premonitrici". Essendo questo blog un archivio di vaticini, non mi dispiace che anche Fra Johannes abbia un suo scaffale, ma posso dire che di profezie maggiormente sorprendenti ce ne sono parecchie altre.
      Ti ringrazio come sempre per il prezioso supporto. :-)

      Elimina
  2. Troppi riferimenti e troppe cose profetiche si sono dovute cambiare... dal tempo dei profetati ad oggi - a dispetto del creduto presente divino già preconfezionato di tutti gli eventi futuribili 😄😄😄 !

    Ho scritto un qualcosa che ho inviato a MBLux e il suo stesso tutore... a merito dei reali eventi in atto oggi,rivolgendomiproprio allo Yesterday's Man e gli altri amici... ponendo essi un interrogativo finale, a merito del tutto.

    Saranno 'Essi', all'altezza di rispondermi... ?
    Cordialità et saluti a tutti!
    Con simpatia...
    Renzo
    Lo Strano Jesolano

    RispondiElimina
  3. ...mi pare evidente che questo monaco, se è esistito e se le sue profezie sono genuine e non frutto di qualche manipolazione, faccia un utilizzo tutto suo delle figure animali, sicché è difficile orientarsi se ci si approccia con un "dizionario allegorico" fondato perlopiù sul tradizionale linguaggio di altri profeti.
    Mi viene in mente, ad esempio, nella mia ignoranza di queste cose, che non avevo mai visto associare il leopardo all'Inghilterra, che di solito è indicata facendo ricorso alla figura del leone, del leone dei mari e immagini simili.
    Così, al di là di tutto, mi chiedo se il gallo (o l'aquila nera... ma di più il gallo) non possa in qualche modo essere associabile alla Cina. Non ho mentalmente presenti tutti i passaggi della profezia. Mi viene solo in mente il fatto che il gallo è un animale tipico dell'immaginario cinese.
    E' una profezia molto strana.

    RispondiElimina
  4. Mi piacerebbe avere un parere su quanto esposto in questo video da questo ragazzo di 15 anni, consiglio di vederlo tutto e soprattutto di portare molta attenzione su ciò che dice dal minuto 29 in poi https://www.youtube.com/watch?v=Q39dvH_2C7E

    Per completezza vi consiglio di guardare anche la seconda e terza parte, anche se è un po' lungo, trovo le cose che dice molto interessanti. Il tutto ovviamente da prendere con le pinze, però sembra ci sia un riscontro con alcune profezie.
    -V.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il ragazzo non è mai morto. Lazzaro era morto e tornato in vita non raccontò nulla. Obama non è più in carica e in nessuna profezia è detto che tutte le nazioni si uniranno per far guerra a Israele.
      Il ragazzo vaneggia visibilmente, a tratti ride, non sta mai fermo con la testa, sembra in uno stato confusionale pertanto o mente o vive di allucinazioni.

      Elimina
    2. non darlo ancora per scontato, se donald subisse un attentato prima del di meta dicembre (quando ci sarà la votazione dei grandi elettori) obama potrebbe subentrare nuovamente come presidente in causa di forza maggiore (casus belli ad esempio). il che darebbe credito anche alla profezia che Obama sia l'ultimo presidente degli stati uniti.
      Molto si muove nel governo ombra americano, non è detto che non succeda, anche se sono più propenso a credere a quel filone di profezie che vedono l'america cosi sconvolta dalla crisi da non poter entrare in azione da nessuna parte.

      Elimina
    3. Mi sembra di capire che il mandato di Obama non sia ancora del tutto finito, anche se non so adesso cosa possa o non possa fare. Detto questo, in linea generale sono abbastanza d'accordo con te, anche se a volte mi dava l'idea di essere ancora abbastanza scosso dall'accaduto. Comunque grazie! Mi piacerebbe conoscere anche altre opinioni :)
      -V.

      Elimina
    4. Obama se non succede qualcosa di grosso può fare ben poco , ma alle elezioni di insediamento di metà dicembre se i grandi elettori non dovessero confermare (e quindi tradire) il mandato del popolo (astenendosi dal votare trump) hillary potrebbe fare il colpaccio...c'è stata giusto qualche giorno fa un congresso a porte chiuse della sinistra americana (tra cui soros) per discutere su come impedire il governo a trump per i suoi primi 100 giorni in carica.

      In ogni caso il tempo ci dira, come evolveranno queste faccende nell'ambito delle profezie, che non sembrano in ogni caso aver molta importanza, dato che sono citate raramente e superficialmente.
      Il centro del mondo nelle profezie sembra continuare a essere l'euro-asia.

      Elimina
  5. OBAMA, PULIZIE DI FINE STAGIONE. UCCIDE I CAPI DI AL NUSRA, MOLLA KIEV…
    http://www.maurizioblondet.it/obama-pulizie-fine-stagione-uccide-capi-al-nusra-molla-kiev/

    RispondiElimina
  6. "Figli, i leaders del male agiteranno le Nazioni per mezzo di pochi uomini, ed il resto imiterà questi pochi uomini inviati da coloro che dirigono il destino dell'Umanità, causando un'agitazione maggiore, dopo un breve periodo di calma apparente. Sulla grande scena internazionale, uccideranno il presidente di una grande Nazione e questo agiterà il mondo, creando l'opportunità che gli uni e gli altri si incolpino a vicenda ed in questo modo lo spettro della guerra cesserà di essere tale. Un'umanità spaventata viene facilmente guidata verso quello che è l'obiettivo del male." a Luz de Maria il 15/01/2017

    Irlmaier indicava nei Balcani il luogo dell'assassinio, ma di certo lì non ci sono grandi nazioni. Si può ipotizzare che lì arrivi in visita un grande leader che verrà ucciso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Irlmaier parla dell'assassinio di un pezzo grosso (non specifica capo di stato) e solo successivamente profetizza che la scintilla del terzo conflitto avviene nei Balcani. Le due cose potrebbero anche essere collegate ma non è detto, nel senso che "la scintilla" dei Balcani potrebbe non essere l'omicidio del capo di stato e quest'ultimo potrebbe avvenire altrove.

      Altre profezie sulla morte di un capo di stato prima del terzo conflitto mondiale sono queste:

      1) Il già citato Irlmaier.

      2) La Madonna di Anguera avverte: "Quando il leader di una grande nazione subirà un attentato. Il pericolo di una III guerra sta divenendo reale."

      3) Nelle profezie di Papa Giovanni XXIII si legge: "Grande lampo a Oriente (Atmica? n.d.r.), non ne udrete il tuono, anch'esso sarà improvviso. Questo accadrà quando a Oriente sarà morto un capo e a Occidente sarà ucciso un capo. A sud di Lutero."

      Attenzione alla frase "A sud di Lutero" nelle profezie di Papa Giovanni XXIII i "figli di Lutero" sono gli americani. L'indicazione è abbastanza palese per chiunque abbia studiato quelle profezie e credo che la motivazione sia perché il profeta indica una continuità di intenti tra la Germania nazista e gli Stati Uniti d'America, intesi come "governo ombra" di stampo massonico.
      A "sud di Lutero" è pertanto l'America Latina.

      4) Una sorella dell'Ordine della Regina Brigida (profezia pubblicata nel 1970): "La Terza guerra mondiale inizierà pochi giorni dopo l'assassinio di un leader nel settore della Jugoslavia-Ungheria."

      5) Nostradamus (se è corretta questa interpretazione)

      Centuria I.57

      "La tromba tremerà con grande discordia.
      Accordo spezzato sollevando la testa al cielo:
      bocca sanguinante nuoterà nel sangue:
      la faccia unta di latte e miele giacerà a terra."

      Sempre Trump, una grande discordia, un accordo spezzato.
      La bocca insanguinata, forse la rabbia di un tradimento o semplicemente contro il nemico, farà parlare di sangue, ma alla fine nuoterà egli stesso nel sangue.
      L'ultimo verso potrebbe essere lui stesso, unto di latte e miele (un riferimento ad Israele, il paese del "latte e del miele"?), che giace a terra, morto.

      6) Segnalo anche "in giro per la rete" altre profezie "minori" che parlano dell'assassinio di Trump.

      Elimina
    2. Lutero è tedesco quindi a sud di Lutero semmai indica a sud della Germania, appunto nei balcani.

      Elimina
    3. Si, lo so anch'io che Lutero era tedesco, ma ho sprecato alcune righe proprio per spiegare questa interpretazione, che è la stessa che fa Pier Carpi nel suo libro, ovvero il libro che contiene le profezie di "papa Giovanni XXIII".
      Infatti leggendo le profezie per intero, tutto acquista un senso solo se il "paese a sud di Lutero" viene letto come Stati Uniti.
      Il motivo è quello che, secondo il veggente che le ha scritte, i tedeschi, i nazisti, quelli realmente colpevoli non erano a Norimberga, ma sono stati transitati negli USA per continuare la loro opera che prosegue ancora oggi.

      Elimina
    4. Mi permetto di aggiungere come anche Bruno Cornacchiola riporta un messaggio della Vergine della Rivelazione in cui fa uno specifico riferimento ai Balcani.
      Egli afferma che proprio in questa regione si innesterebbe la "scintilla" che porterebbe all'inizio degli eventi bellici.

      Sinceramente, e vado a memoria, non fa riferimenti specifici a uccisioni di Leader più o meno "importanti", ma limita l'evento a questa area geografica.

      Se interessa posso riportarne, in altro momento, l'esatto messaggio.

      Videre Nec Videri

      Elimina
    5. Forse alludeva alla guerra dei Balcani degli anni '90?
      Lico

      Elimina
    6. @ Lico,

      non credo visto che il messaggio è posteriore alla guerra Nato-Serbia.
      Inoltre non troverebbe riscontro con il fatto che l'evento sarebbe l'innesco con un conflitto di portata globale.

      Mi spiace al momento non poter essere più preciso in merito, ma mi riprometto a presto di riportare il messaggio in maniera testuale.

      Videre Nec Videri

      Elimina
    7. Se la Regina della pace ha scelto i balcani per le apparizioni più note (a motivo di molti segni) nel mondo coprendo dal segreto le dieci rivelazioni, ci sarà un motivo...

      Elimina
    8. Riporto letteralmente il testo del messaggio al Cornacchiola relativamente all'area Balcanica:

      24 Marzo 1999 " I Balcani, centro di rivoluzioni e luogo satanico, sarà la miccia che farà esplodere la terza guerra mondiale? Preghiamo che non sia così,ma le armi puntano proprio lì,centro di confusioni."

      Videre Nec Videri

      Elimina