mercoledì 7 settembre 2016

PROFEZIE SULL'ELEZIONE DI DONALD TRUMP


Domanda: "La guerra russo - americana sarà inevitabile?"

Entità: "Si tratta di un passaggio obbligato per raggiungere i tempi della distensione. Dopo questa tremenda catastrofe i tempi saranno purificati. Pochissimi saranno gli uomini che riusciranno a sopravvivere... E questi uomini getteranno le basi di una nuova vita... Tutto ritornerà come all'origine..."

Domanda: "Quando si verificherà questo evento?"

Entità: "Tenetevi pronti alla grande prova nel momento in cui alla Casa Bianca entrerà un uomo che ricorderà il presidente Roosevelt..."

(Tratto da "I grandi di ieri ci parlano del mondo di domani.", di Renzo Baschera, 1995)

Conosciamo le controverse profezie di Renzo Baschera (in questo articolo ne parlo in maniera più dettagliata), ma, come al solito, ci troviamo di fronte a parole che potrebbero trovare riscontro in quello che sta accadendo ai giorni nostri.
Il botta e risposta riportato ad inizio articolo, è un estratto di una presunta comunicazione medianica avvenuta nel 1946.
Nella seduta medianica si stava affrontando il discorso del terzo conflitto mondiale, evento che, secondo l'entità, avverrà dopo una pesantissima crisi economica (vedere "Profezie sul collasso economico globale" per maggiori dettagli).

Viene dato poi questo dettaglio temporale: 

"Tenetevi pronti alla grande prova nel momento in cui alla Casa Bianca entrerà un uomo che ricorderà il presidente Roosevelt..."

Potrebbe essere l'elezione di Donald Trump a Presidente degli Stati Uniti d'America un evento chiave determinante per lo scatenarsi del terzo conflitto mondiale?
Supponendo che l'entità parlasse di Trump, a quale Roosevelt faceva riferimento?

Theodore Roosevelt, ventiseiesimo presidente degli USA, dal 1901 al 1909, oppure a  Franklin Delano Roosevelt, trentaduesimo presidente dal 1933 al 1945?

E questa somiglianza di cui parla l'entità di quale natura è? Fisica? Nella foto di inizio articolo abbiamo i due personaggi a confronto: Donald TrumpTheodore Roosevelt.
Ho scelto quest'ultimo perchè, al di là dell'opinabile somiglianza fisica, ci sono diversi punti che accomunano i due.

Giusto per proseguire con questa speculazione suggerita dalla profezia, vediamo quali sono i punti in comune tra Theodore Roosevelt Donald Trump:

  • Theodore Roosevelt era un repubblicano, come Donald Trump, al contrario invece di F.D. Roosevelt, che era un democratico.
  • Entrambi figli di famiglie benestanti, sentirono l'esigenza di avviare attività in proprio.
  • Entrambi legati al concetto di forza fisica dato dal loro atteggiamento e dalla loro "stazza".
  • Entrambi nazionalisti con tendenze bellicose, impetuose, in politica estera.
  • Entrambi hanno creato timori sull'economia ai lavoratori della classe media, ma al contempo denigrando i sindacati e le idee socialiste.
  • Entrambi hanno contestato la presidenza uscente in un periodo di grandi e traumatiche trasformazioni economiche.
  • Entrambi sono saliti alla ribalta con argomentazioni populiste e grazie a sostenitori che credevano nel loro atteggiamento radicale.
  • Entrambi avevano un rapporto difficile con la leadership ed i tradizionali elettori del Partito Repubblicano. 
  • Entrambi hanno incolpato altre persone ricche di danneggiare l'America. Trump ha accusato le grandi società di fare outsourcing di posti di lavoro americani. In modo similare Theodore Roosevelt ha etichettato le grandi aziende del suo tempo come "malfattori di grande ricchezza".

Siamo di fronte ad un'altra profezia del Baschera che "risuona" nel nostro tempo, ma vedremo, se sarà Donald Trump ad essere eletto e se la sua elezione sarà la premessa ad un serio inasprimento nelle relazioni diplomatiche, già piuttosto compromesse, con la Russia.

E adesso una profezia "per esclusione"... vediamo cosa intendo.

Le Profezie di Papa Giovanni XXIII (datate 1935 e pubblicate nel 1976 a cura di Pier Carpi), al momento, hanno dimostrato un ottimo livello di potere predittivo, soprattutto per quel che riguarda i recenti avvenimenti della Chiesa, in cui vengono descritte due figure papali: "i due imperatori", e anche "i due fratelli" (ma nessuno di loro è il vero padre della Chiesa, secondo il veggente).
Benedetto XVI, papa emerito e nelle profezie citato per nome, "Benedetto, Benedetto, Benedetto..." ed il "santo scalzo", Papa Francesco, il cui nome richiama appunto il noto santo di Assisi (vedere la seconda parte di questo articolo sui papi, redatto nel settembre 2011, quando Ratzinger era ancora papa).
In queste profezie si parla della prima donna che giurerà sulla Bibbia nel paese dei figli di Lutero. Paese che, come già più volte detto, in questi scritti indica gli Stati Uniti d'America (vedere maggiori dettagli a riguardo nel precedente articolo, ecco il link).
Questo andrebbe a favore di Hillary Clinton, avversaria di Trump in queste presidenziali, se non fosse che tale profezia nella sequenza temporale di eventi è posta dopo la grande tribolazione.

"... C'è ancora paura, ma nella concordia tutti gli uomini alto e basso Lutero cercheranno qualcuno. E il giorno in cui una donna giurerà sulla Bibbia rinnovata, sarà di pace."

Quindi, secondo il veggente, la prima donna presidente degli USA si avrà dopo il terzo conflitto mondiale
Ne consegue che non potrà essere Hillary Clinton a vincere le presidenziali del 2016, almeno stando a questa profezia e ponendo che la mia interpretazione sia corretta.

Vediamo ora alcune profezie di Nostradamus, che sono state associate di recente all'elezione di Donald Trump da alcuni esegeti del profeta.
Mi rifaccio a Nostradamus sempre con la dovuta cautela e scetticismo per evidenti motivi: le sue profezie sono formulate in modo generico e facilmente attribuibile a diversi eventi.
Valuti il lettore se è il caso o meno di prenderle in considerazione.

Centuria I.40

"La falsa tromba dissimulando la follia
farà Bisanzio un cambiamento delle leggi:
uscirà d’Egitto chi vuole che ci si compiaccia
editto che cambia monete e leghe metalliche."

La tromba, in inglese "trumpet", secondo questi esegeti è Trump. 
La parola nell'originale francese è "trombe", che è "tromba", appunto.

Nascondendo al pubblico la sua follia, Trump, provocherà un qualcosa che avrà impatto nelle leggi di Bisanzio, la Grecia. Sappiamo che la Grecia è un punto focale per l'ingresso di immigrati in Europa. Forse il populismo nazionalista di questo presidente influenzerà anche le leggi sull'immigrazione in Europa?
C'è poi un riferimento all'Egitto e ad un editto, una legge, riferita all'economia.

Centuria I.57

"La tromba tremerà con grande discordia.
Accordo spezzato sollevando la testa al cielo:
bocca sanguinante nuoterà nel sangue:
la faccia unta di latte e miele giacerà a terra."

Sempre Trump, una grande discordia, un accordo spezzato.
La bocca insanguinata, forse la rabbia di un tradimento o semplicemente contro il nemico, farà parlare di sangue, ma alla fine nuoterà egli stesso nel sangue.
L'ultimo verso potrebbe essere lui stesso, unto di latte e miele (un riferimento ad Israele, il paese del "latte e del miele"?), che giace a terra, morto.

Centuria III.50

"La repubblica della grande città,
Al grande rigore non vorrà consentire:
Chiamato dalla tromba il Re uscirà,
La scala al muro la città si pentirà."

La repubblica della grande città... La grande città, New York, la cui repubblica, gli USA, non vorrà acconsentire al rigore economico imposto dal presidente.
Rigore richiesto per il crollo dell'economia, probabilmente, e per questo il Re uscirà dai confini e muoverà guerra alle nazioni.
La scala al muro (un altro riferimento a "wall street"? vedi le "Profezie sul collasso economico - seconda parte"), la città si pentirà di averlo votato.

Centuria X.76

"Il grande Senato riconoscerà la cerimonia,
Ad uno che dopo sarà vinto e cacciato:
I suoi aderenti saranno al suon di tromba,"
I beni pubblici, scacciati (come) nemici.

Qui le interpretazioni parlano di un Trump messo su un piedistallo, in trionfo, dal Senato.
Ma successivamente viene vinto, mediaticamente, e cacciato, ma intervengono i suoi aderenti, i suoi fedelissimi che vendono i loro beni pur di finanziarlo e la vincono sui loro nemici.
Forse un riferimento alle perdute elezioni di Trump del 2012 ed in seguito al trionfo del Trumpismo che sta facendo salire alla ribalta questo personaggio.

Passiamo ora ad una "profezia" più leggera, ma per alcuni non troppo.
Molti sanno che nella serie televisiva i Simpson, spesso sono stati previsti diversi eventi che poi si sono verificati.
Riguardo a Donald Trump, non mi sto riferendo alla recente bufala, che trovate in rete. Numerosi siti, infatti, propongono uno spezzone di un episodio dei Simpson, che avrebbe anticipato fin nei minimi dettagli una scena reale in cui Trump sta su una scala mobile di un centro commerciale, durante un'apparizione pubblica.
In questa bufala si dice che l'episodio è del 2000, mentre in realtà è del 2015 e ha per titolo "Trumptastic Voyage". Inutile dire che la scena del cartoon è in realtà successiva a quella reale e ad essa si è ispirata.

La "vera" profezia potrebbe essere invece quella dell'episodio "Bart to the future", realmente andato in onda il 19 marzo del 2000, in cui una Lisa Simpson trentottenne e primo presidente americano donna deve riparare gli enormi danni del suo predecessore: Donald Trump.


"Bart to the future", episodio andato in onda il 19 marzo del 2000, in cui una Lisa Simpson trentottenne e primo presidente americano donna deve riparare gli enormi danni causati dal suo predecessore: Donald Trump.

Chiudo questo articolo che, forse, è stato più leggero di altri in termini di quantità e qualità delle fonti analizzate, ma sono solo una serie di spunti interpretativi di alcune profezie e non. 
Come dico solitamente, non ho nessuna verità in tasca: il mio è un lavoro di ricerca, associazione e interpretazione\speculazione, soggetto ad errori, come tutti.

Personalmente penso che nessuno dei due candidati alla presidenza abbia la capacità di governare la nazione americana senza far danni. In ogni caso chi comanda non sono loro, ma il livello di aggressività di questi due potenziali presidenti la dice lunga sulla futura politica estera statunitense.

214 commenti:

  1. E' sempre un piacere leggerti.
    Sto seguendo da molto vicino le elezioni americane. E' veramente un appuntamento cruciale, e delle macchine potentissime sono state messe in moto per far prevalere l'uno o l'altro candidato (in effetti più uno che l'altro...).

    Sarà molto difficile tornare alla normalità, dopo queste elezioni.
    Ma forse non ci si dovrà neanche tornare, giacché tra crisi economica ed avvenimenti profetici, mi sa che il prossimo anno, che è anche il centenario dell'evento di Fatima, sarà veramente cruciale.

    Io sono del parere che se l'anno prossimo (diamogli tempo fino al 31 dicembre) non accade nulla, tanto vale chiudere il blog e passare a qualche hobby più sano.

    Dunque ieri ho aperto un link che rimandava a un video intitolato "The Jupiter incidente - a year warning".
    Ormai ho una tattica infallibile per decidere se guardare o meno un video che mi viene segnalato. Leggo cosa dicono nei commenti. Anche perché, pur a velocità X2, venti minuti di tempo sono un lusso che mi secca dedicare a queste faccende.
    Be', i commenti erano stranamente entusiastici.
    Così inizio a guardarlo anch'io. Scopro che è la seconda parte di un altro video che in seguito visionerà. Ambedue hanno il difetto di risultare pallosi all'inizio. Poi in effetti vale la pena.
    Comunque non siete obbligati a sottoporvicisi: posso riassumerli io.

    Il succo è che nella Bibbia, stando agli autori del filmato, sarebbero stati inseriti precisi giri di parole a chiave, o metafore e allegorie assortite, "volte", una "volta" di più, a dare un'immagine della scansione della "volta" celeste relativa al momento degli avvenimenti apocalittici narrati.
    In questo senso, gli estensori dell'analisi effettuano una considerazione interessante, sebbene problematica: la descrizione di un'eclissi, a cui fece seguito un terremoto, durante la crocifissione, non è compatibile con una normale eclissi solare, in quanto viene detto che sarebbe durata tre ore.
    Apparentemente delle fonti storiche, attesterebbero sia la strana eclissi, che il terremoto che vi fece seguito.

    Gli estensori del video si attaccano a questo punto al carrozzone di Nibiru.

    Di problematico ad esempio c'è che a questo punto sto famoso Nibiru (col suo sistema di pianeti annesso) non avrebbe più un'orbita di 3600 anni, come inizialmente ritenuto, o di parecchie decine di migliaia di anni, come ultimamente postulato...

    Il fatto è che l'esatta configurazione della volta celeste, così come dedotta, con molto acume, dalla Bibbia, la prossima volta si verificherà nel settembre del 2017.
    Secondo costoro, Nibiru, o un planetoide nella sua orbita, si scontrerà con Giove, e, come nell'Apocalisse, a quel punto si avrà un intervallo di 490 giorni tra il momento dello scontro interplanetario, e il momento in cui i frammenti dei due pianeti colpiranno la Terra in almeno sette frammenti non immediatamente consecutivi (i sette cavalieri dell'Apocalisse).

    E' una lettura interessante, amplificata, nella mia considerazione, dal fatto che su Youtube mi è capitato di imbattermi di nuovo in alcune interviste rilasciato da un ex prete gesuita, ora deceduto, tale Malachi Martin, che sostiene di aver visionato il terzo segreto di Fatima quando occupava la mansione di attendente del Cardinale Bea.
    Secondo Martin entro il novembre del 2017 si dovrebbe trovare un riscontro temporale alle profezie ivi contenute.
    E' un riscontro cronologico troppo preciso perché l'abbia tirato fuori dal nulla, sebbene nel 2017 ricorre il centenario: ma perché proprio novembre?

    Comunque veramente, veramente "boscoliano" l'accostamento tra Trump e le trombe (dell'Apocalisse?). Ottimo come al solito... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. piccola precisazione le sette trombe dell'apocalisse (i cavalieri sono 4, guerra, fame, pestilenza e morte)

      Elimina
    2. Grazie Howling Mad Murdock, ogni volta che discorro con te mi si aprono decine di parentesi, tutte da approfondire, e comincio a calcolare, mio malgrado, quanto tempo mi occuperanno questi approfondimenti. Il filmato voglio vederlo assolutamente, poi ti farò sapere.
      Riguardo al blog, non dico che mi hai letto nel pensiero, ma quasi... E' chiaro che ciò che sta scritto qui è a scadenza, non sono nozioni "senza tempo". Ho sempre parlato di eventi, non di date, come invece accade nelle versioni della profezia sensazionaliste, scritte per il popolino, ma anche gli eventi hanno una scadenza. Tu parli di fine 2017, io mi dò un po' più di tempo, ma non troppo, perchè credo che questi eventi li stiamo già vivendo, ma le cose stanno avvenendo in maniera talmente graduale che riusciamo ad abituarci ogni volta al nuovo step. Il terrorismo globalizzato di oggi, venti anni fa era impensabile, eppure ora fa parte del nostro quotidiano. Negli scritti esoterico massonici di Papa Giovanni XXIII, che cito spesso, si dice, negli ultimi versi: "Sarà un buon giudizio. [...] Sono venti secoli più l’età del Salvatore. Amen."
      Venti secoli, più l'età del Salvatore, danno il 2033 e ci sono profezie "minori" che si approssimano a quella data.
      Chiaramente si sta parlando della fine della tribolazione e dell'inizio della nuova età dell'oro, ma per finire tutto nel 2033 (guerra, evento celeste, ecc...), a spanne, è possibile che tutto inizi nel 2017?
      Soprattutto quando ci viene detto che il culmine della guerra, quella totale, globale, sarà brevissimo?
      E poi ci sono i Papi. L'altra clessidra profetica. Garabandal e Malachia puntavano su Benedetto XVI come "inizio della fine": è stato così? Certamente qualcosa di strano è successo. Un Papa che si dimette, un altro che, per quanto in buona fede, pare subentrato come per un disegno di qualcuno "dietro le quinte" e strano che proprio Papa Francesco al momento di presentarsi, si riferisca a sè stesso come colui che è stato preso "dalla fine del mondo".
      Si, hai ragione, arriverà il momento che tutto questo o si realizzerà, o non starà più in piedi.
      Non ti so dire se sarà nel 2017 o poco dopo, ma certamente sono d'accordo con te.
      Un altro evento che potrebbe chiudere la questione profezie di questo blog potrebbe essere il passaggio al prossimo Papa, senza particolari eventi religiosi, geopolitici, o economici durante questo pontificato.
      Vedremo! :-)
      Vado a vedermi il filmato che hai segnalato. Grazie ancora.

      Elimina
    3. Ovviamente non intendevo davvero che dovevi chiudere il blog... :-D

      Il ragionamento che fai sulle previsioni pubblicate da Pier Carpi lo condivido in pieno: è il classico esempio di un testo che snobbi per anni, finché poi non ti ricordi che aveva menzionato due papi uno coevo all'altro, indicandone uno come Benedetto XVI, e l'altro come "santo scalzo" (cioè Francesco).

      In effetti, dunque, vale la pena attendere il 2033... onnò, siamo rovinati! :-D

      Anche Jakob Lorber più o meno disse che sarebbero passati un pelino meno di 2000 dalla morte di Cristo per veder conclusa l'Apocalisse.
      Quindi, prendendo per buona una data tra il 33 e il 40 d.C, siamo lì.

      Ma è interessante chiedersi quando comincerà questa tribolazione, e quanti anni intercorreranno fino all'inizio della nuova era, del nuovo eone.

      Intanto continuano a uscire articoli come questo:

      http://www.ibtimes.com.au/planet-9-could-destroy-solar-system-1527521

      O strane notizie come questa:

      https://www.youtube.com/watch?v=LzAq-Kke_HI

      (Lo so che fa ridere, ma a volte è da dettagli come questo che si aprono scenari).

      Se davvero ti sciroppi il filmato che ho segnalato, dà un'occhiata anche alla puntata precedente: è dove spiegano come mai puntano proprio su Giove, e su quella porzione del 2017 (dovuta al passaggio di Giove nel "grembo" della costellazione di Virgo).

      Elimina
    4. In effetti risulta anche problematica l'idea che l'ultimo passaggio di Nibiru sia da datare a 2000 anni fa...
      Il che potrebbe rendere allegorica in senso cosmologico la vicenda narrata nei testi sacri (con descrizione del terremoto, o della durata dell'eclisse) allo scopo di indicare la data presente.
      Sitchin ha sottolineato che Nibiru apparirebbe come una croce nel firmamento, in quanto circondato da nubi.

      Elimina
    5. ...tra l'altro in quella strana notizia su quell'attore che sta vendendo tutto, poi arriva il filmato sulla costruzione dei bunker sotterranei, con l'ipotesi affascinante e logica che quei rumori che si sono uditi in tutto il mondo e che sono stati associati alle trombe dell'Apocalisse, possano coincidere con i rumori delle perforazioni sotterranee dei tunnel che conducono ai rifugi.

      Elimina
    6. per una possibile data si dovrebbe tener anche conto che per gli storici la nascita di cristo dovrebbe attestarsi tra il 7 e il 4 a.c. quindi se prendiamo per buona un 6 anni circa potrebbe riferisti al 2027-2028 i 2000 anni più l'eta di Gesù

      Elimina
    7. Un tema ricorrente è quello dei sette anni, legato chiaramente al simbolismo del numero sette, per cui non credo vada preso alla lettera, anche se gli avvenimenti relativi ai fenomeni metafisici amano i simbolismi e le ricorrenze... e lo scopriremo anche con il centenario delle apparizioni di Fatima. Tornando al "sette", ad esempio nelle profezie di Tirechan legate a San Patrizio, si dice che l'Irlanda sarà inondata (insieme all'Inghilterra, ho supposto io collegando altre profezie) sette anni prima della sentenza finale, cioè quando tutto sarà finito ed inizierà la "golden age". Si parla di sette anni di tribolazioni anche in diverse interpretazioni dell'apocalisse. Potremmo quindi concludere che, almeno sette anni, avremo da patire? A chiudere il sipario del vecchio mondo pare che sarà l'evento naturale\celeste, ma la guerra e tutti gli altri avvenimenti in quanto tempo si dipaneranno? Domande senza risposta, al momento.
      Riguardo a Tom Cruise, protagonista della notizia che riporti, essendo lui legato a Scientology, non mi stupirei se fosse vera. Ron Hubbard, se non erro, aveva asserito che il famoso attore era niente meno che la seconda venuta di Cristo. Insomma di materiale per pensare che sia semplicemente fuori di melone ce n'è a sufficienza, però, come al solito, se cominci a raccogliere le tessere del mosaico, magari qualche dubbio che forse abbia ragione lui a vendere tutto, ti viene.

      Elimina
  2. ...comunque, per dire anche dell'ambiguità delle profezie, vere o non vere che siano, di questi tempi sulla stampa alternativa americana si fa un gran parlare delle condizioni di salute della candidata in pectore, a metà tra il sensazionalismo e un'evidente situazione de facto che si tenta di mascherare sulla quale circolano, su siti a loro volta ambigui, dei presunti report di intelligence (del tipo che qualche insider USA posta dei pezzi con la premessa "Al Cremlino stamattina girava un rapporto in cui si diceva..."; dunque la fonte non è il Cremlino, ma l'insider in questione che dà la colpa ai russi squalificando così anche il sito agli occhi dei più, ma non di tutti...).
    Particolare attenzione sarebbe conferita all'idea che la candidata in pectore faccia addirittura fatica a camminare, dopo la caduta di qualche anno fa (ma cadde perché già soffriva di una qualche condizione?), e che per evitare di stancarsi, quand'è lontana da occhi indiscreti, giri su un supporto a rotelle.
    No: per dire che se vince lei, poi a posteriori la previsione del Baschera si potrebbe pure vedere così, associandola questa volta al secondo Roosevelt (stavo per scrivere Roswell) della situazione.

    Mi incuriosisce molto la figura della persona che la candidata si è scelto come vice presidente. Lo si riesce a far rientrare in qualche spunto profetico?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anzitutto, pare che Trump sia passato da pochissimo in vantaggio sulla sua avversaria.
      La profezia del Baschera non la puoi girare perchè parla di un uomo e, per quanto uno possa rigirarsi le profezie, non credo che trasformare un uomo in una donna non faccia porre qualche lecita domanda a chi ti ascolta. :-)
      Inoltre quella profezia associata alle altre che ho riportato, che parlano di una donna, la prima donna, eletta presidente dopo la tribolazione (e anche quella dei Simpson è interessante, alla luce anche di altre curiose previsioni che sono apparse in quel serial) creano una combo che difficilmente può essere rigirata.
      Su Kaine non ho approfondito, ma lo terrò a mente: è un personaggio interessante.

      Elimina
    2. Hai ragione, ci ho pensato anche io dopo aver postato.

      Kaine è interessante, secondo me, in quanto se davvero la Clinton ha problemi di salute, può essere che si stia prestando a tirargli la volata. E che magari si dimetta o qualcosa del genere.

      Elimina
  3. Ciao MBLux,
    Concordo sul fatto che l'articolo in questione sia un po' leggero, ma ha l'interesse di accostarsi ad un argomento spinoso che fra qualche mese sarà sulle prime pagine di tutti i giornali.
    Il fatto che manchino profezie su un tipo come Trump (una macchietta) e la Clinton (prima donna presidente), è stranissimo: sempre che le profezie abbiamo un senso, e non saremmo qui se non ci contassimo almeno un po'.
    Bene hai fatto quindi a cercare una prova per esclusione: bravo!

    La domanda che dobbiamo farci è anche un'altra: se le profezie non ne parlano, non è che non ci sarà nessuna elezione? O l'elezione sarà annullata?

    Ti metto qui una profezia africana (abbastanza rare) del keniano (!) Johanwa Owalo, scritta nel 1912:
    www.firstsoncell.com/JohanwaOwaloResearch.pdf

    Non ho idea di quanto ci si possa fidare, ma la trovo interessante.

    Chiudo su Nostradamus, sai come la penso, quindi, come si dice in Francia: "calo un Joker"!
    Ciao
    ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao YMan!
      Sono un po' perplesso sul fatto che "le profezie non parlino di Trump". Voglio dire, nessuna profezia, parla specificamente di un personaggio con nome e cognome e, anche nel caso in cui si faccia un nome, difficilmente lo si riesce ad associare prima che l'evento accada (sto pensando, ad esempio, all'Hister di Nostradamus... perdonami, so come la pensi su quel profeta :-)).
      Te lo dico perché magari, nelle centinaia di visioni profetiche sul terzo conflitto mondiale, il presidente in carica era Trump. Semplicemente nessun veggente ha sentito il bisogno di parlarne, nè penso che sarebbe stato in grado di indovinarne il nome vista la natura vacua e fumosa della visione profetica. E se anche parliamo della mancanza di una descrizione anche sommaria della sua persona, direi che accade per la maggior parte dei casi.
      Ma forse non ti ho capito bene. Certamente io ho cercato in questo articolo un'evidenza profetica per un avvenimento che è molto più specifico di una guerra mondiale globale e quindi è quasi normale trovare pochi riferimenti.
      Ho dato una scorsa al profeta che citi (il tuo link non funziona, l'ho cercato con google) e parla di una distruzione operata per mano di Obama (Obama non viene citato ma lo si deduce dalla descrizione). Per dirti la mia dovrei leggerla più approfonditamente. Eventualmente ai fini della discussione, se hai voglia, ti andrebbe di riassumerla e di spiegare perché pensi che si deduca che non ci saranno altri presidenti? Sicuramente un'idea interessante e che taglia la testa al toro :-D... anzi, la taglia a tutto il mio articolo! :-)

      Elimina
    2. In effetti, intendevo sia fisicamente (non mi sembra complesso identificare un presidente con un castoro sulla testa ed atteggiamenti da duro), che per le promesse elettorali che, se attuate, cambierebbero radicalmente la visione che ha il mondo degli Stati Uniti...
      Riguardo al profeta keniota, dice solo che colui che causerà la "fine" (guerra e pestilenza) degli Stati Uniti sarà incredibilmente un figlio del suo popolo.
      Ora, Obama non ha soltanto origini keniote, ma suo padre fa parte della stessa tribù del profeta!
      Da qui a dire che Obama sia l'ultimo presidente è un passo che non farò: non fosse altro che per salvaguardare questo preziosissimo sito!
      :-D

      Elimina
  4. non posso in questo caso aiutarti con profezie ma forse con analisi di politica estera ti lascio questi due articoli di Blondet che in parte ti danno ragione
    http://www.maurizioblondet.it/hillary-clinton-loscura/

    http://www.maurizioblondet.it/usa-ci-pensano-seriamente/

    nel secondosopratutto il buon Blondet riporta le fonti di alcuni giornali in cui si ipotizza un possibile attentato al presidente a quale sarebbe il momento migliore per ottenere determinati risultati. uno tra tutti quello della possibilita che se venisse eletto Tromp e per qualche motivo dovesse "lasciare" la carica prima di dicembre ci sarebbe secondo la costituzione la possibilità di sostituzione con un candidato scelto "dall'elettorato" (che non è il popolo) per non lasciare vacante la guida del paese e tutto legalmente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Tianos, li leggerò volentieri ed eventualmente aggiungerò un ulteriore commento.
      Questo fatto della "morte" di Trump lo sento ricorrere spesso.
      Nel mio articolo la Centuria I.57 di Nostradamus sembra parlarne. Inoltre non ho riportato diverse profezie contemporanee perchè molte penso siano create ad hoc per strumentalizzare e pilotare le elezioni politiche, ma in alcune si parla della morte del presidente.
      In particolare te ne cito due che mi hanno colpito per la loro stranezza. Fai una ricerca tu su google per trovarle.
      Nella profezia bufala di Pablo Reyes, il falso veggente ha editato a posteriori un post di facebook per farlo sembrare una profezia. La gente ha abboccato e questo signore ha avuto milioni di visualizzazioni. Interessante però il fatto che nelle sue profezie fake scritte dopo che i fatti si erano già avverati, ce n'era una che non si è ancora avverata: la morte di Donald Trump. Perchè Reyes nel suo imbroglio ha messo un evento che ancora deve accadere? Una stranezza o più probabilmente solo un gioco macabro.
      L'altra è questa: un video stranissimo su youtube. Lo trovi a questo link.

      https://www.youtube.com/watch?v=UDSfMmwNU2w

      Pieno di riferimenti esoterici massonici dalle origini sconosciute. Pare sia stato recapitato in forma anonima al blog gadgetzz.com, ma poi qualcuno invece ne ha rivendicato la paternità producendone uno simile come dimostrazione (ma la dimostrazione non ha convinto tutti).
      Riporto una spiegazione data del video:

      "Al secondo 00:28, sulla sinistra dello schermo, appare questa sequenza alfanumerica: 33 38 2e 38 39 37 37 30 39 2c 2d 37 37 2e 30 33 36 35 34 33. Decodificata, rivela le seguenti coordinate GPS:

      38.897709, -77.036543 – The White House, W Executive Ave NW, Washington, DC 2050

      Appaiono anche delle sequenze in linguaggio Morse in alcuni fotogrammi, e alcuni valori esadecimali sparsi per il video sono stato decodificati in “REDLIPSLIKETENTH”. Sequenza di lettere che, gettata in pasto a un generatori di anagrammi, si trasforma nella frase: KILL THE PRESIDENT.

      Anche l’audio dell’intero video racchiude svariati messaggi codificati, infatti se inseriti in uno spettrometro, i suoni psichedelici rivelano immagini di violenza, rivelate poi come scene di un film tedesco del 2013."

      Sono stato un po' prolisso. Grazie per la segnalazione degli articoli di Blondet.

      Elimina
    2. Hai letto il libro di Cesare Ramotti in cui le quartine di Nostradamus, fino al 2000, sono ordinate secondo un ordine cronologico rintracciato dall'autore con l'ausilio dei primi sistemi informatici?

      Tanti anni fa faticai come una bestia per rintracciare il figlio (in realtà ci misi mezza giornata), per chiedergli lumi su come ordinare le restanti quartine, giacché in rete era presente un sito che, spiegando il metodo, letteralmente dava... i numeri.

      Lì sì che ho faticato a mettere in fila le quartine restanti secondo il metodo, ed effettivamente, dal 2000 agli anni successivi, sembrava scorgersi un ordine che piano piano assumeva toni apocalittici, fino alla quartina sulla montagna che cade dal cielo o qualcosa del genere. Che è anche un po' il segno, se si vuole, che il metodo di Ramotti ha senso.

      Bisognerebbe ricapitolare il lavoro e controllare se le presunte quartine su Trump ricadano dal 2000 in avanti.

      Elimina
    3. grazie mblux me li guardo subito

      Elimina
    4. No, non conosco il lavoro di Cesare Ramotti.
      Grazie per lo spunto: uno dei più grossi problemi delle quartine di Nostradamus è proprio il fatto che siano state letteralmente mescolate e quindi si trovano in un totale disordine cronologico :-) Cercherò informazioni sul personaggio e, magari, ci scapperà anche un articolo alla luce di nuove scoperte.
      YMan mi suggerì a suo tempo il blog "Codice Nostradamus" di un certo Lanza.

      Il sito è questo:
      http://codicenostradamus.blogspot.it/

      Lanza asserisce di aver trovato un codice che non lascia più spazio ad interpretazioni, e che, una volta utilizzato per decriptare le quartine, tutto diventa chiarissimo.
      Il suo codice si basa sulla Cabala, in particolare sulla Temurah (anagramma) e sulla Gematria.

      Elimina
  5. iniziano ad essere molto frequenti questi eventi:
    http://www.maurizioblondet.it/miracolo-eucaristico-brasile-lassunta/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E questo lo avevi visto?

      https://www.youtube.com/watch?v=pWoPi_5Cyrk

      L'ostia levita in diretta televisiva a Lourdes durante l'Eucarestia.
      Al netto di manomissioni video, bufale o altro, mi chiedo perchè eventi come questo non siano saliti alla ribalta delle cronache.

      Elimina
    2. Tento una risposta alla tua ultima "domanda" : innanzitutto, come verificare se ci sono o meno inganni durante una messa? E se anche ci si riuscisse, puoi immaginare le reazioni ?
      E poi, ci sarà sempre chi vorrà crederci ed anche ammettendo che non si trovino trucchi, otterrai le stesse reazion, ma inverse.
      Da parte mia, guardando il video, ciò che più mi impressiona è che nessuno dei preti abbia la benché minima espressione di sorpresa...
      Yman

      Elimina
    3. Si, il sacerdote che non fa una piega potrebbe, da un lato, lasciare perplessi, ma è anche vero che è un comportamento che mi aspetterei da un uomo di spirito che sta celebrando l'Eucarestia. Bisognerebbe recuperare qualche testimonianza di persone che erano presenti, ma anche in quel caso, chi ci dice che le testimonianze siano in buona fede? :-) Non se ne esce... Siamo un popolo di "Tommasi", ma è anche vero che viviamo in un'era dove la menzogna la fa da padrona e mai come oggi, grazie all'editing video, la fantasia viene tramutata in "realtà".

      Elimina
  6. Noto adesso, sul vecchio sito di Ramotti, che il metodo di ordinamento tiene conto dell'andamento spiraloide di cui s'era parlato su quell'altro blog che avevo citato tempo fa.

    https://web.archive.org/web/20061230045427/http://www.ramotti.it/pasdem.htm

    Qui l'ordine:

    https://web.archive.org/web/20061230045501/http://www.ramotti.it/ondram.htm

    Nella sezione ordinamento è spiegato tutto il meccanismo.

    Buttaci l'occhio quando ti capita...

    RispondiElimina
  7. Tra l'altro vedo che secondo il Ramotti, le quartine di Nostradamus arrivano in realtà fino al... rullo di tamburi... 2017!

    RispondiElimina
  8. Malessere della Clinton alla cerimonia del 11 settembre. Una donna da tener d'occhio...
    Yman

    RispondiElimina
  9. Nella foto di inizio articolo abbiamo i due personaggi a confronto: Donald Trump e Theodore Roosevelt.
    Ho scelto quest'ultimo perchè, al di là dell'opinabile somiglianza fisica, ci sono diversi punti che accomunano i due.


    Ma a mio avviso é invece Franklin Delano Roosevelt.
    Nessuno di voi vede un paralleslo tra il New Deal del Delano Roosvelt ed il Make America great again del Trumpo?

    Gli USA degli anni 3 del secolo scorso si risollevarono completamente solo dapo la WWII. Il non fu sufficiente a farla uscire dalla Grande Depressione, ci volle la guerra a cui il Delano non si sottrasse perchè gli faceva comodo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scuasate gli errori di battitura del mio commento qui sopra che credo comunque si capisca.
      Gli anni a cui faccio riferimento sono ovviamente gli anni '30 del XX secolo.

      Elimina
    2. Il parallelismo che riporti è interessante e diversi siti americani hanno accostato i due presidenti, anche se per molti le differenze tra Trump e FDR sono molte di più delle similitudini.

      Elimina
  10. Secondo il Ramotti, questa quartina di Nostradamus è relativa al ciclo del 2000. Si parla di Saturno in Sagittario (2016-2017... uscirà dal segno solo il 20 dicembre 2017), e vengono anche date informazioni più precise, che per chi ha un qualche programma sui movimenti delle costellazioni e dei pianeti, non dovrebbe essere difficile calcolare.
    E' anche vero che qualcuno - non ricordo chi - fece notare che alcuni calcoli di Nostradamus riguardo ai movimenti delle costellazioni, non erano precisi... però sarebbe interessante ricavare questo dato, e poi ragionarci sopra.

    Q.48
    La grande armata attraverserà i monti.
    Saturno in Sagittario, retrogrado nel segno dei Pesci, Marte:
    I veleni saranno nascosti sotto la testa dei salmoni,
    Il loro capo sarà appeso da un popolo bellicoso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Centuria 2, quartina 48. Quindi, secondo Ramotti, legata al terzo conflitto mondiale. I "veleni nascosti sotto la testa dei salmoni" mi fa venire in mente una di quelle strane armi chimiche descritte da Irlmaier, oppure è una similitudine per indicare testate atomiche nei sottomarini nucleari.

      Elimina
    2. Io avevo scaricato su un pc che mi si è rotto un programmino con i movimenti celesti dei pianeti per provare a calcolare i riferimenti di Sigismondo Fanti.

      Sarebbe proprio interessante, secondo me, tentare di capire quando Saturno sarà in Sagittario con i Pesci retrogrado...

      Intanto ti sottopongo un lavoro in cui - immagino - ti sarai già imbattuto: è basato sui calcoli di Ramotti, sulla sua cronologia, insomma, e a me pare leggere bene sia gli eventi passati, sia quelli di qua da venire:

      http://ducadeitempi.blogspot.it/2013/06/oriente-e-occidente-in-guerra-il-futuro.html

      Ad esempio identifica l'uomo col turbante bianco come un ipotetico presidente iraniano... e difatti l'attuale presidente iraniano è stato fotografato con un turbante bianco.

      Elimina
  11. Ho trovato intanto una puntata del Costanzo Show con Ramotti e Boscolo.

    http://www.dailymotion.com/video/xrbvsu_nostradamus-r-boscolo-c-ramotti_news

    RispondiElimina
  12. Ecco un altro uomo col turbante bianco, per restare a Nostradamus:

    http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/chissa-perche-obama-pronto-veto-contro-legge-che-autorizza-132058.htm

    RispondiElimina
  13. A proposito del parallelo con Roosevelt, ho letto un'analisi secondo cui Trump viene identificato con il Theodore-di-quel-cognome, per aver messo in piedi una coalizione di sostenitori che vanno dal centro (ci sono alcuni "democratici per Trump", così come del resto ce n'erano per Reagan) alla destra molto nazionalista.

    "In Part One, we were witness to the power of the 60 percent majority, and we saw how our 26th president, Theodore Roosevelt, welded together the center-right majority of his day to achieve historic reform—there’s a reason why TR is immortalized on Mt. Rushmore."

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti politicamente sono davvero molto simili, soprattutto quello che mi preoccupa e' la loro aggressivita' in politica estera, animata da un profondo nazionalismo, che, a quanto pare, attira anche certe frange democratiche. Manca solo il faccione di Trump sul monte Rushmore e abbiamo quasi una somiglianza perfetta. :))

      Elimina
    2. ...comunque, nemmeno tanto paradossalmente se si pensa che la guerra sia funzionale a un disegno internazionalista di progressiva integrazione dei confini, le guerre americane sono spesso scatenate quando al potere c'è il partito democratico. Che oggi, col suo estabilishment, è schierato contro Trump ai limiti della disonestà intellettuale (del tipo che non danno le notizie, modificano i risultati delle ricerche su google e affini...).
      Infatti più d'uno sottolinea che a livello internazionale, forse con la Russia che soffia sulle divisioni, dalla Brexit alle elezioni americane, si sta consumando uno scontro tra nazionalisti e globalisti.

      Elimina
  14. ..non ho letto tutti i commenti ma ho visto che parlavate di anno 2033, cioè giustamente 2000 anni dopo la nascita di Cristo più la Sua età terrena (33). Bisogna però adesso ricordare che ormai si da per scontato il fatto che la nascita del Figlio di Dio sia in realtà di qualche anno antecedente a quello che consideriamo, secondo il nostro calendario, l'anno 0; se ad esempio questo anno fatidico fosse il 7 a.C. (ufficiale) allora l'anno dell'inizio nuova era sarebbe il 2026 che coincide con le profezie "lunari" di Don Bosco e con quelle di Nostradamus

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Guido, si, ne parlava proprio qui nei commenti anche un altro utente: Tianos. Potrebbe realmente essere quella che dite la data corretta.

      Elimina
  15. Personalmente credo che all'anno 2017/2018 vadano aggiunti i 7 anni biblici: 3 anni e 6 mesi (entro cui si dovrebbe aprire e chiudere il breve ma distruttivo evento bellico globale) + 3 anni e 6 mesi (ascesa dell'anticristo come uomo di pace, governo mondiale, religione unificata etc.) per ottenere il tempo della chiusura definitiva di questa era di buio con la grande purificazione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi tu dove collocheresti l'evento celeste? Il grande disastro naturale (di origine celeste, pare) di cui parlano moltissime fonti profetiche (Apocalisse compresa) e probabile causa dei tre giorni di buio?

      Elimina
    2. Oh santo cielo... speriamo di no perché vivere, anzi sopravvivere, in questo modo, per altri 7 lunghissimi anni, non è proprio fattibile

      Elimina
    3. eheheh vero sento anch'io la stessa angoscia, ma molte profezie parlano di una guerra molto corta (quindi meno, presuppongo della grande guerra e della seconda guerra mondiale) poi può anche darsi che siamo già in quel fatidico periodo, ipotizzando Bergoglio come il falso profeta, potremmo essere al centro dei sette anni in cui nella seconda parte dovremmo assistere alla guerra all'arrivo dell'anticristo e ai tre giorni di buio.
      Speriamo sia preciso il detto " avranno fretta perchè sanno di avere poco tempo".
      Se presa in quest'ottica come diceva mblux riguardo la sacralità del numero 7 che rappresenta anche gli stadi evolutivi di una persona (bambino 7 anni, ragazzo 14, uomo 21 ecc ecc.) prendendo anche in considerazione il compleanno di fatima potremmo avere l'avvento del maligno fino al 2020 e i tre giorni di buio...poi 7 anni per la ricostruzione, e la fondazione del regno di Cristo.

      Elimina
  16. Scusate se abbasso il dibattito, ma volevo far presente, per tornare al paragone con Roosevelt, che il Theodore di questo nome era niuorchese come Trump, e che dopo Theodore non c'è più stato un presidente originario di quella città.

    Boh.

    Io di Baschera ho spesso pensato che un po' si inventasse le cose... però comincia a intrigarmi. Tu cosa ne pensi?

    RispondiElimina
  17. Un'altra similitudine interessante tra i due personaggi, bravo.
    Per Baschera invece ti devo bacchettare! :-))) E' evidente che non hai letto il mio articolo in due parti sulle sue profezie.

    Lo trovi qua, se ti va di dargli un'occhiata:

    http://profezierivelazione.blogspot.it/2015/09/analisi-delle-profezie-scritte-sui.html

    A parte gli scherzi, ti faccio un sunto veloce della mia posizione sul Baschera, condivisa anche da diverse persone, una delle quali lo ha anche contattato per avere alcune risposte.
    E' appurato che Renzo Baschera, o chi per lui, abbia più volte modificato date e anche intere frasi delle sue profezie da un'edizione all'altra dei suoi libri per farle tornare con fatti storici realmente accaduti o procrastinare un evento profetizzato.
    Come è vero che non ha mai portato alcuna prova sulle fonti dei suoi fantomatici profeti.
    L'amico che lo contattò, chiese spiegazioni su queste fonti e ottenne da Baschera un'evasiva risposta, nella quale affermava che per la stesura delle sue profezie, aveva consultato biblioteche di tutta Europa.
    E' altresì vero, però, che frequentasse ambienti legati alla medianità ed allo spiritismo. Nel suo libro "Io ti guarirò" (Oscar Mondadori, 1998), ha ammesso di essere stato in contatto, fin dall'inizio delle sue ricerche, a partire dagli anni '50, con medium e sensitivi di ogni risma.
    Inoltre, in moltissime parti dei suoi libri dove tenta delle interpretazioni alle sue profezie, spesso non trova la quadra, oppure non ha idea di che cosa stia profetizzando il veggente e, a volte, queste soluzioni arrivano con il tempo, ad evento accaduto.
    Questi ultimi due punti mi hanno dato la sensazione, e non solo a me, che comunque le profezie del Baschera, per quanto non fossero ciò che lui asseriva che fossero, avevano un'origine esterna a lui medesimo.
    YMan, un lettore del blog e ormai caro amico, è della stessa idea e sta analizzando le profezie del Ragno Nero con la lente d'ingrandimento e devo dire che stanno saltando fuori altre cose interessanti.
    Io stesso, come vedi dai miei articoli, non l'ho certo riposto in cantina. L'idea che ci siamo fatti è che queste profezie abbiano un'origine medianica. Forse la medesima entità ha "dettato" tutte le profezie di "tutti" i personaggi del Baschera, forse sono entità differenti, ma comunque c'è qualcosa di particolare e non è la prima volta, come dico spesso, che una profezia riportata dal Baschera "risuona" in qualche evento dei nostri giorni.
    Chiaramente posso sbagliarmi, mentre invece le evidenze "fraudolente" (i cambi di date e di frasi da un'edizione all'altra) sono prove provate. Se però vogliamo dar credito alla versione "medianica" della storia, allora meglio guardare nelle prime edizioni dei suoi libri. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MBLux, lo sai che mi fai paura ?

      Ritrovare qui sopra quasi le stesse frasi che ci siamo scambiati via mail mi pare cosa normale. Però quand scrivi "Forse la medesima entità ha "dettato" tutte le profezie di "tutti" i personaggi del Baschera, forse sono entità differenti, ma comunque c'è qualcosa di particolare" - non ce lo eravamo mai detti, ma è come se mi leggessi nel pensiero!

      Infatti proprio oggi stavo analizzando la profezia del Ragno Nero datata al 1982, soffermandomi sulla strofa "La palude della terra di Pietro sarà piena di zanzare. Zanzare che hanno lo stesso colore del melograno. Zanzare che succhiano il sangue della pecora abbandonata dai bufali selvaggi".
      Nel mio commento oggi ho scritto: < Letta così non vi dirà assolutamente nulla, tuttavia, ammettendo un’origine comune per le profezie del Baschera, questa palude e queste zanzare si possono vedere all’opera con gli scritti della Monaca di Dresda: […] Sulla tremenda palude infetta volavano le zanzare vestite da prete. Anguille vestite da vescovi guizzavano nell’acqua e rospi vestiti da cardinali uscivano di tanto in tanto con la testa per emettere suoni osceni, frammisti a parole incomprensibili. Le zanzare erano ben pasciute. E così le anguille e i rospi. E tutti succhiavano la linfa a un’enorme pianta le cui foglie si aprivano e si chiudevano continuamente. L’albero moriva ma le zanzare si ingrossavano a vista d’occhio. […].

      Direi che l’equivalenza fra zanzare e delle figure ecclesiastiche è abbastanza chiara. In questa circostanza, tuttavia, le zanzare non sono preti ma cardinali, giacché vestono il ‘colore del melograno’.>

      Adesso ammettilo: stai facendo anche tu sedute medianiche per avere in anteprima i miei scritti, vero?

      E adesso chi dorme?!

      ;-)

      Yman

      Elimina
    2. :-D ... non avevamo mai parlato dell'ipotesi di un'entità unica, in effetti. Esattamente come te, mi è venuta in mente osservando alcune similitudini nel linguaggio tra i diversi veggenti "bascheriani". In particolare il "Monaco Basilio" e le "Profezie di Rasputin".
      Può anche essere un effetto dovuto al medesimo traduttore (se mai traduzione c'è stata, ma, viste le premesse, a questo punto direi di no), fino all'ipotesi della totale malafede, in cui non si parla della "stessa entità", ma dello "stesso autore": Baschera, appunto.
      Ripeto qui, quello che ti ho scritto per mail: le profezie di Baschera potrebbero essere scritti che rispecchiano un po' il classico modello di conoscenza iniziatico a tre livelli.
      Al primo livello abbiamo quello che ci crede "da ignorante", in modo superficiale, senza informarsi. Al secondo livello abbiamo l'intellettuale, che, scettico, approfondisce e non ci crede più. Al terzo livello abbiamo "l'intellettuale spiritualizzato", che approfondisce ulteriormente, vede i simboli e la conoscenza aldilà del nozionismo di superficie e ritrova la verità, dove sembrava che non ci fosse.

      Elimina
    3. Più che un intellettuale spiritualizzato, per stare dietro al Ragno Baschero, mi sento come un pazzo scriteriato che annaspa in un mare di metafore !
      Ma devo ammettere che mi piace un casino!
      ;-)
      Più avanzo è più mi è chiaro che quelle profezie sono state scritte come una sequenza di immagini identiche viste da molteplici punti di vista parziali in diversi momenti di una giornata lunga un decennio.
      Chiaro no ?
      :-D

      Elimina
  18. L'avevo letta, qualche mese fa, la tua ottima disamina su Baschera (ottimo, del resto, tutto il sito), e l'avevo presente.
    Infatti quello che hai scritto mi ha portato un po' a non essere così "laico" nei confronti della sua proposta esegetica.

    Può assolutamente essere un'intuizione azzeccata quella di pensare che il Baschera, in buona fede... nel senso di convinto fino in fondo dei contenuti di questi contatti... abbia mascherato la provenienza medianica delle fonti ricorrendo all'espediente del ritrovamento di manoscritti antichi nelle biblioteche monacali.

    Per come è complicata la vita può essere anche che un libro sia frutto di un contatto medianico che rivela effettivamente contenuti profetici, uno frutto di un contatto che rivela contenuti illusori, un altro un modo di sbarcare il lunario con una casa editrice che pretendeva una pubblicazione pena una multa da capogiro, un'altra pubblicazione ancora, invece, frutto di un'effettivo ritrovamento bibliofilo...

    Per fortuna ci siete voi che avete pesantemente messo la testa nello studio e nell'approfondimento della materia.

    RispondiElimina
  19. Sembra che in passato Boscolo si sia occupato di un altro libro di profezie, ai più sconosciuto. Rileggendo oggi alcune delle interpretazioni che già offrì, si può capire quale valore profetico incredibile abiti le pagine vergate da questo gesuita del tempo passato, tal Jacob Bosch.

    Qui un estratto dall'opera:

    https://renucioboscolodotcom.files.wordpress.com/2016/08/textbrigth.jpg

    Altrove su internet c'è un estratto commentato di una 40ina di pagine di un libro sul giubileo scritto da Boscolo negli anni 80 o 90. Ma quest'opera di Bosch è molto lunga. Peccato sia in latino e non sia mai stata tradotta.

    Dunque si parla di nuovo di questa stranissima doppia eclissi che avverrà nel medesimo giorno; si parla di un'immigrazione incontrollabile dovuta forse a un evento celeste; si parla di una crisi economica cagionata da un inverno particolarmente rigido; si parla di un politico toscano che in una stagione di gelo perderà il potere; si parla di un "secondo" pontefice che sia da vivo che da morto costituirà un unicum nella storia della religione (perché è convive con un altro pontefice? Perché anche nella morte farà notizia?)...

    Ovviamente quando scrivo "si parla" faccio riferimento all'esegesi che Boscolo diede a suo tempo dei versi studiati.

    Lo conoscevate già questo Bosch? Anche nel blog di Boscolo qua e là ultimamente se n'è parlato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, mai sentito.
      Mi ricorda vagamente il clamore che ci fu in ambito "profezie" quando Boscolo tirò fuori dal cappello la "Summa Prophetica": io sto ancora cercando di capirci qualcosa (ho solo il primo volume), anche perchè le esegesi di Boscolo non sono proprio facili, a volte fatico davvero a capirne la logica. Comunque mi sono appuntato il nome del profeta: chissà che non salti fuori qualcosa di interessante.
      A proposito di profezie vecchie e nuove, YMan mi ha passato via mail un libercolo abbastanza interessante: "La guerra europea e le profezie", di tal Giuseppe Ciuffa, edizione 1915.
      Devo studiarlo assolutamente appena trovo il tempo. Le vecchie edizioni poi sono oro puro, perché diminuiscono le probabilità che le profezie siano state inficiate da qualche buontempone che aveva voglia di far tornare i conti.

      Elimina
  20. Interessante, bella "scoperta".
    Bisogna vedere e verificare se è una bufala o meno, ma per ora è interessante.
    Grazie Yman.

    RispondiElimina
  21. Qui c'è uno studio di una trentina di pagine suppongo tratto da un libro di Boscolo: il contributo è particolarmente incentrato su Jacob Bosch.

    https://www.scribd.com/doc/14666498/GIUBILEO-L-ora-della-Verita-sul-Millennio-Renucio-Boscolo

    RispondiElimina
  22. Ritratto il mio entusiasmo: del Boscolo puro e duro. Riuscirebbe a tirare fuori una profezia in un dialogo fra Pippo e Topolino...
    :-(
    Il testo latino fa 16 righe, lui 30 pagine in una lingua che non riesco a identificare...
    :-)

    RispondiElimina
  23. Hai ragione, lui è così. Prenderlo o lasciarlo.
    Io qui mi gioco la carta del principio di autorità: gli riconosco una certa esperienza nel campo delle profezie, e se ha messo gli occhi su questo documento, così come del resto ha "scoperto" il Fanti, per come la vedo io c'è da stringere i denti e vedere dove ci porta.

    ...però questa è solo la posizione di un neofita di questi studi.
    Chi è più avanzato di me ha tutto il diritto di storcere il naso.

    RispondiElimina
  24. Ho visto che hai linkato un articolo che riporta la notifica di un ulteriore aumento della temperatura del pianeta.
    Qualche giorno fa ho terminato di leggere il Ra Material. Mi ha colpito un pezzo nel quale veniva spiegato che il passaggio dalla nostra dimensione vibratoria a quella successiva sarebbe stato anticipato da un aumento della temperatura, non solo sul piano terrestre, ma in un tutto il sistema solare (e difatti anche sugli altri pianeti pare che venga registrato il medesimo sbalzo verso l'alto, anche se non hanno l'effetto serra dovuto all'azione dell'uomo).

    Non so... sarebbe interessante sentire altri pareri in merito, anche a proposito della generale attendibilità di queste raccolte (io ho letto la traduzione italiana fino alla 72esima "sessione"... so che ci sono altri due libri non ancora tradotti, e di leggerli in inglese, dato che lo stile è un po' pesantuccio e circonvoluto, per adesso non mi va).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Howling,
      si, l'affermazione che il riscaldamento climatico non sia dovuto alle azioni dell'uomo, ma sia una conseguenza del naturale, ciclico, evolversi del pianeta e degli esseri che lo abitano è presente sia nel Ra Material che in altre comunicazioni\canalizzazioni (dello stesso filone new age, però, ad onor del vero. Krion, Uriel, ecc.).
      Edgar Cayce è noto per aver predetto il riscaldamento globale con una quarantina d'anni di anticipo, ma non mi pare che ne avesse anche indicato le cause. E' un argomento che, se è davvero legato alla "fine dei tempi" ed al "cambio di era", andrebbe preso in considerazione come elemento, o segnalibro temporale, da inserire nella nostra timeline ricostruita dalle profezie.

      Elimina
  25. Ti lascio una discussione fatta du un'altro riguardo fatima visto che siamo davvero vicini al centenario

    «Nel cielo apparve poi un segno grandioso: una donna vestita di sole, con la luna sotto i suoi piedi e sul suo capo una corona di dodici stelle. Era incinta e gridava per le doglie e il travaglio del parto.» Apocalisse, 12

    L’Autore dell’Apocalisse indica chiaramente che questa visione riguarda un segno nel Paradiso o nel cielo. Cosa vediamo noi nel cielo del prossimo futuro?

    Il 20 novembre 2016, avrà inizio un evento astronomico che durerà nove mesi e mezzo, culminando in una sorprendente coincidenza con la visione del capitolo 12 dell’Apocalisse. Io non sono un astronomo, tuttavia l’intera ricerca da me compiuta indica che questo evento astronomico, in tutti i suoi particolari, è unico nella storia dell’uomo.

    Il 20 novembre 2016, Giove (il pianeta Re) entrerà nel corpo (grembo) della costellazione della Vergine (la Vergine, appunto). Giove, a causa del suo moto retrogrado, resterà per i successivi 9 mesi e mezzo nel grembo della Vergine. Questa durata di tempo corrisponde al periodo di gestazione di un normale bambino a termine tardivo.

    Dopo 9 mesi e mezzo, Giove uscirà dal grembo della Vergine. All’uscita (nascita) di Giove, il 23 settembre 2017, noi vedremo la costellazione della Vergine con il sorgere del sole precisamente dietro di essa (la donna vestita di sole). Ai piedi della Vergine troveremo la luna. E sopra il suo capo troveremo una corona di dodici stelle, formata dalle abituali nove stelle della costellazione del Leone con l’aggiunta dei pianeti Mercurio, Venere e Marte.

    Questa è una serie di eventi davvero notevole e per quanto posso rilevare anche unica, con un grado sorprendente di coincidenze con la visione del capitolo 12 dell’Apocalisse.
    Succede proprio che questi eventi trapelino durante il centesimo anniversario delle apparizioni della “donna vestita di sole”, Nostra Signora di Fatima nel 1917. Il culmine di questi eventi astronomici si verifica appena 3 settimane prima del centesimo anniversario del grande miracolo di Fatima, nel quale il sole ha “danzato” (un altro segno celeste), evento questo che fu testimoniato da molte migliaia di persone.
    Parlando della nostra crisi attuale, in questa epoca di falsa misericordia, devo anche osservare che la data in cui l’evento astronomico inizia, il 20 novembre 2016, è proprio il giorno in cui giunge al termine l’“Anno della Misericordia” proclamato da Papa Francesco. E proprio quel giorno è la Festa di Cristo Re.

    RispondiElimina
  26. Ciao Tianos, avevo letto anch'io questa notizia in rete.
    Non so se hai il tempo, ma prendi uno su internet un programma per simulare il cielo stellato. Se hai un Mac, prendi il programma Stellarium, è molto facile da usare, puoi simulare il cielo anche di 20.000 anni fa.
    Ho appena fatto gli Screen shots delle date qui sopra.
    Se alla data del 20 novembre 2016, possiamo effettivamente vedere la vergine con Giove vicino alla spiga (la stella più brillante della costellazione), ho lanciato il simulatore sino al 23 settembre 2017 e sono spiacente di annunciarti che, a quella data, nell'emisfero nord, della Vergine si vedono solo i piedi (poiché è a testa in giù) che effettivamente sono "sopra" la luna. Niente Giove, né tantomeno la corona poiché sono sotto l'orizzonte.
    Ti dirò di più, fra novembre 2016 e aprile 2017 la Vergine è ben visibile con Giove accanto. In quest'intervallo di tempo, il pianeta attraversa la spiga, ma non sfiora neppure il corpo. Poi sparisce sotto l'orizzonte sino ad uscirne completamente solo a dicembre. Il 14 dicembre, per essere precisi, la Vergine ha la Luna sotto i piedi, ma Giove è già in Bilancia, mentre Marte è nella Spiga.
    Onestamente, mi spiace, perchè penso che l'interpretazione sia giustissima, visto che molte profezie celano il codice dalla precessione degli equinozi (MBLux sa di cosa parlo) e l'Apocalisse è una di queste ! MA nell'intervallo segnalato, non c'è alcuna corrispondenza. Ho spedito a MBLux gli screen shots e lascio a lui la scelta di pubblicarli o farteli avere via mail.
    Appena ho tempo, vedrò di simulare il cielo nei prossimi decenni per vedere se tale configurazione stellare non si verifichi un più più in là...
    Buona serata
    YMan

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie yesterday's man molto interessante

      Elimina
  27. ho trovato una congiunzione planetaria interessante il 25 dicembre 2040.
    La Luna è sulla testa della Vergine che ha in grembo Giove e Saturno. Al sorgere de sole, i piedi sono illuminati dai suoi raggi. Il 28 dicembre Luna-Giove-Saturno formano un tutt'uno! In ogni caso ho proseguito sino al 2060 e Giove, come gli altri pianeti, per ragioni di piano dell'eclittica, passerà sempre sul fianco della Vergine tale che raffigurata oggi. Forse, 2000 anni fa questa costellazione era raffigurata in modo diverso. Per esempio se si osserva lo Zodiaco di Dendera, la Vergine ha una posizione verticale rispetto all'eclittica (e non coricata come la raffiguriamo oggi). In quel caso, allora Giove attraversa il suo grembo ogni circa 11 anni. Ciao YMan

    RispondiElimina
  28. Ciao Tianos e YMan,
    non sono un astronomo e me ne intendo anche poco, per cui evito di entrare in argomento, perchè preferisco parlare con cognizione di causa.
    L'unica cosa che posso aggiungere alla vostra discussione è rimandarvi al video che ha linkato Howling Mad Murdock proprio nell'area commenti di questo articolo:

    "September 23, 2017 - The Jupiter Incident - A 1-Year Warning"

    https://www.youtube.com/watch?v=rUQ9S5TgIYU

    Il video è in inglese. In sostanza afferma che nella bibbia viene descritto con precisione un evento astronomico e questi indizi vengono dati collegando tra loro Genesi 3, Daniele, la crocifissione di Cristo nei vangeli e proprio Apocalisse 12.
    La descrizione che fa di Appocalisse 12 è molto simile a quella di Tianos. In aggiunta a questo, dà un'identità al "Dragone" di Apocalisse 12 e lo identifica con un altro corpo celeste che impatterà Giove, con gravi conseguenze per noi sulla Terra. Ma vi rimando al filmato che è certamente più chiaro di me.

    RispondiElimina
  29. ...tra l'altro questi tizi hanno pubblicato un nuovo video:

    https://www.youtube.com/watch?v=Xyr10QFDpvo

    Sono d'accordo con yesterday's man nel sottolineare che spesso queste previsioni sono accompagnate da sensazionalismo, magari anche un po' da voglia-di-apocalisse, ognuno per motivi suoi, nonché da mancanza di fact-checking.
    Io stesso mi sono scaricato di recente un programma per tentare di calcolare la configurazione astronomica illustrata da Nostradamus, con Marte retrogrado in Pesci e Saturno in Sagittario, rintracciandola, apparentemente, nel 2047 - mentre nel 2017 Marte non sarebbe retrogrado (questo me lo sono fatto spiegare, anche se non c'ho capito granché).

    Tuttavia la configurazione illustrata da Tianos PARE per l'appunto essere stata illustrata anche da altri commentatori, tra cui quelli nel video linkato da me, che è di fattura recente.

    Sarà uno di quei casi in cui qualcuno riporta erroneamente un dato e poi tutti ci cascano?

    Intanto mi sono messo a fare i compiti per tutti. Però non ho la competenza per dare una risposta definitiva.
    Nei commenti a uno dei video che ho linkato, una signora segnala all'autore (o al gruppo di autori) dei video che potrebbero essersi sbagliati con gli allineamenti.
    Lui/loro rispondono nel modo seguente - par di capire, peraltro, che abbiano usato anche loro il software Stellarium, il che dovrebbe facilitare un confronto:

    Norma Rodriguez 3 days ago
    August 3, 3915BC does NOT NOT NOT show the same sign as Revelation 12. First of all, she's NOT giving birth to Jupiter, second the moon is NOT at her feet, third she is NOT crowned by twelve stars in Leo.....TRY AGAIN !

    God's Roadmap to the End 3 days ago
    Hi Norma, use the following in Stellarium: [-3914/08/04] to [-3914/08/06]

    Stellarium uses a year 0 and there is no year 0 in a BC reference - as such the date given above matched 3915BC. I have however seen that Stellarium sometimes move the day out by 1 or two days in either direction, but it still positions the event in the same year and month.

    I have pasted two links below that show the two instances of this alignment:

    http://i.imgur.com/2IZb0Hj.png - First Instance in 3915BC

    http://i.imgur.com/oSUBpLa.png - Second Instance on September 23rd, 2017

    Al di là di tutto se non è troppa fatica, anche a velocità 2X (mettendo i sottotitoli), non sarebbe male se yesterday's man potesse guardare il video di questi tizi, così saprebbe in definitiva dirci se effettivamente riscontra ancora delle discrepanze rispetto all'animazione provvista dal software che ha utilizzato.
    Il video è questo (ripeto: saltando magari la parte iniziale, e magari procedendo a velocità doppia, non dovrebbe costare troppo tempo):

    https://www.youtube.com/watch?v=rUQ9S5TgIYU

    RispondiElimina
  30. Comunque io mi ritengo lontano da certi eccessi fidestici espressi nei video. Ognuno, per così dire, ha i suoi gusti, e io sono assolutamente rispettoso nei confronti delle convinzioni di chiunque. Però, per intenderci, non credo assolutamente, pur ammettendo l'idea di un'intelligenza del modello universale dove gli eventi celesti possono essere specchio di realtà metafisiche (mi viene in mente la famosa massima "come in alto così in basso") che l'essere divino abbia inteso segnare con una cometa quella parte di Giove che subirà una conflagrazione galattica.

    Nella vita, ovviamente, non si sa mai, e mi ritengo uno prontissimo a mutare le proprie convinzioni di fronte a evidenze stringenti, anche di natura metafisica.

    Quello che invece mi pare probabile (ma non per forza imminente), dal punto di vista della ragione, è che questo famoso pianeta o sistema stellare con un'orbita eccentrica, possa esistere, giacché ultimamente si rincorrono notizie di scoperte di planetoidi i cui effetti gravitazionali si fanno sentire in maniera oggettiva sul sistema solare esterno, se ne parla nella letteratura sumera, se ne parla nella Bibbia di Kolbrin (vi si fa riferimento come al "Distruttore"), se ne parla in testi gnostici (mi vengono in mente i riferimenti a "Wormwood", "Hercolubus"), ne ha parlato Sitchin, se n'è parlato di un testo di contattismo ufologico che a me apparve genuino quando lo lessi e che risale a un'epoca in cui non si parlava del fenomeno Nibiru (ora non mi ricordo il titolo, ma è un testo relativamente celebre), ne hanno parlato gli Hopi, ne ha parlato Parravicini...
    E vi sono dei ritrovamenti archeologici, come le altrimenti inspiegabili caverne scavate sotto terra (penso a Malta) per migliaia di chilometri quadrati.

    Tra l'altro io, ed è una mia personalissima scoperta che purtroppo non ho mai avuto l'occasione di poter pubblicizzare come si deve, nonostante avessi contattato anche Pinotti, ho trovato dei riferimenti in tal senso anche nel templarismo: questi riferimenti erano legati proprio a tematiche apocalittiche.

    Mi sono sentito di puntualizzarlo perché io per primo mi sento a disagio quando vedo che si fanno discussioni su presunte profezie che dovrebbero fotografare il cielo all'arrivo di un non meglio precisato Dragone, e tutto ha sì un carattere aleatorio, ma fino a un certo punto. Qui bisogna giocare di intuizione.

    RispondiElimina
  31. Ci sono altri video che paiono confermare l'allineamento in oggetto per il settembre del prossimo anno.
    Ad esempio in questo viene mostrato l'allineamento dal minuto 6 e 25 secondi in poi:

    https://www.youtube.com/watch?v=-SIjjxnLiSg

    Certo c'è da chiedersi se tutti non abbiamo "dato retta" a una fonte iniziale, senza effettuare il fact checking.
    Però anche qui l'animazione proposta nel video pare provenire dal software Stellarium (sempre che io abbia inteso in modo corretto).

    RispondiElimina
  32. Scusate i messaggi multipli. Qui c'è un'immagine dell'allineamento così come compare nell'ultimo video che ho linkato:

    https://socioecohistory.files.wordpress.com/2014/10/23sept2017-once_in_7000years_occurence_revelation12_v1n2.jpg

    Questa immagine dovrebbe fare chiarezza.
    Rappresenta una configurazione celeste differente rispetto a quella che appare a Yman nel software Stellarium?

    RispondiElimina
  33. Sono di corsa. Tre cose sull'immagine appena postata:
    1) l'immagine è quasi la stessa che ho spedito a MBLUX. È come potete vedere Giove non attraversa MAI il corpo della Vergine (e mai potrebbe visto che la rappresentazione odierna di questa costellazione è parallela all'eclittica).
    2) ho detto "quasi" la stessa perché, se osservate bene, nell'immagine il sole si trova appena "dietro" la Vergine. Siamo quindi in pieno giorno!!!! Ciò significa che questa configurazione stellare è invisibile all'occhio umano! Le mie immagini sono prese al sorgere del sole ed al tramonto.
    3) a che pro prendersi la briga di far attraversare secoli o millenni ad un messaggio, ingegnarsi perché resti comprensibile associandolo a tematiche religiose, e tutto ciò per indicarci un segno che alla fine sarà invisibile all'occhio umano?!
    Ripeto: sono convinto che religioni e profezie ci stiano tutte indicando dove guardare (in cielo - a proposito: bravo, "così in cielo come in terra!) e quando.
    Purtroppo noi non abbiamo il libretto delle istruzioni (l'uomo del duemila ha abbandonato Dio = non guarda più il cielo ) e dobbiamo arrangiarci come possiamo.
    Tuttavia, qualcuno che ha la conoscenza e le informazioni necessarie ci deve essere, altrimenti questo messaggio sarebbe andato perduto. Chi? E che intenzioni ha/hanno? Spiacente, ma non lo so.
    ;-)

    RispondiElimina
  34. Fammi capire se ho colto bene l'obiezione che muovi alla ricostruzione.
    Tu stai dicendo che Giove non attraversa il corpo della Vergine, e che dunque non può essere Giove il pianeta a cui guardare?
    Io dall'immagine che ho trovato online vedo che ci sono dei simulacri di Giove, numerati da 1 a 9 (che stanno per i mesi), i quali vengono posizionati spesso per intero, spesso per metà, in varie posizioni che dovrebbero ricoprire all'interno del quadrato stellare che dovrebbe fungere da grembo della Vergine.
    Questo fare avanti e indietro per nove mesi e quale giorno, viene interpretato come il parto in seguito a gestazione difficoltosa, descritto nel passaggio scritturale.

    Invece tu stai dicendo che l'immagine in realtà "mente" e che Giove è sempre fuori, per tutti i nove mesi, dal grembo della Vergine, e che dunque quei "pianetini-Giove" da 1 a 9 sono stati posizionati fallacemente?
    Il Giove che nell'immagine reca impresso il numero 9 dovrebbe essere il Giove "partorito" dal grembo dopo, appunto, nove mesi.

    Circa la visibilità non l'avevo mai pensata in questi termini. Io, in generale, ho sempre immaginato che fossero delle coordinate temporali, del tipo: quando ci sarà questa configurazione celeste (che è sia calcolabile "a mano" per chi ne ha la capacità, sia osservabile con telescopi o a occhio nudo se uno sa dove guardare, sia, ora, rintracciabile coi software), quello sarà il periodo storico a cui i passi scritturali fanno riferimento.

    Per me il personaggio principale di questa profezia resta il Dragone: ci sarà un Dragone sulla Terra ma anche uno nel cielo (così in alto così in basso)? Quello nel cielo sarà un pianeta?

    Però ovviamente qui il primo passo, che è anche quello più importante, è proprio capire se tutta la faccenda di Giove che attraversa - avanti e indietro - il grembo virginale, sia o meno una forzatura.

    RispondiElimina
  35. ...a scanso di equivoci, quando parlo dei numerini coi mesi da 1 a 9 associati alle posizioni di Giove, faccio riferimento a questa immagine:

    https://socioecohistory.files.wordpress.com/2014/10/23sept2017-once_in_7000years_occurence_revelation12_v1n2.jpg

    RispondiElimina
  36. Hai capito perfettamente: i nove pianeti sono nella posizione che vedi nei nove mesi.
    Due domande:
    1) io i nove pianeti li vedo fuori dal grembo (fra il braccio sinistro ed il fianco), tu?
    2) in questa immagine è fissa: in che giorno del mese è presa la posizione del pianeta Giove ? A che ora ? Perché se non lo sapessi, come ho scritto ieri, per 5 mesi Giove e la Vergine sono invisibili la notte. Se li prendo arbitrariamente non ha senso alcuno in astronomia: devo prendere sempre la stessa ora , altrimenti in cielo hai tutte le configurazioni che vuoi in un mese!
    Non è così che funzionano le configurazioni celesti, mi spiace.
    3) dove è il Giove numero 10?
    4) dove i 13, 14, 15...? Perché se guardi, hanno preso dodici configurazioni (senza la decima) ma se avessero proseguito, è probabile che il Giove 14 o 15 venga a trovarsi all'altezza delle ginocchia. Chi decide di fermarsi al nove? È per segnalare il parto?
    Bene. Ammettiamo. Ma allora non è una configurazione speciale, è giusto una configurazione che ci conviene...
    Per il Dragone, alza lo sguardo un po' più in alto: troverai la costellazione che porta lo stesso nome ! Una costellazione importantissima perché 2700 anni fa conteneva la stella polare (Thuban), oggi invece contenuta nell'Orsa minore. Questo spostamento riguarda il nostro tempo (guarda lo schema che trovi qui https://it.m.wikipedia.org/wiki/Stella_polare). Questo cambiamento doveva avere in certa importanza per chi ha calcolato ciò che dovrebbe accadere in questo periodo storico...

    RispondiElimina
  37. Ribadisco che io non ho la certezza, e forse nemmeno la sensazione, che l'interpretazione fornita dai video, ormai plurimi, presenti in rete, sia azzeccata, e che può essere uno di quei casi in cui il primo grida al lupo al lupo, e tutti gli altri a cascata lo seguano... ecco, premesso ciò, fino a qui ho inteso che per grembo della Vergine non sia tanto intesa la rappresentazione grafica che ad esempio nell'immagine in effetti vede Giove più vicino al braccio nel suo percorso, ma il trapezoide a quattro lati di stelle il cui vertice superiore sinistro si trova un po' sotto l'apparato genitale, il vertice superiore destro grosso modo dove potrebbe esserci l'ombelico, il vertice inferiore destro vicinissimo al gomito e il vertice inferiore sinistro un bel po' sotto la mano...

    Uno che vuole rendere allegoricamente l'immagine di un pianeta che attraversa questo quadrilatero della costellazione di Virgo, può escogitare l'immagine poetica del grembo della Vergine?
    E considerato che questo percorso di Giove impiega grosso modo 9 mesi, in un vero e proprio andirivieni, può richiamare l'immagine del parto?

    Io non sto dicendo che hanno ragione, sia chiaro.

    Penso però che l'interpretazione in generale possa avere un suo perché. Ovviamente dovrà dimostrarsi vera alla prova dei fatti.

    In questo senso, considerato che si fa riferimento al parto, comprendo come mai si siano fermati a illustrare dove Giove si troverà nel nono mese, e non invece nel quindicesimo (peraltro mi pare di ricordare dal video che si allontani progressivamente).

    Se si accetta l'idea che una profezia possa essere effettivamente fatta da qualcuno con un dono particolare, considerando il fatto che noi oggi siamo qui a sbrogliarla, da questo punto di vista dovremmo ammettere che è risultata efficace.
    Anche Nostradamus, se non ricordo male, profetizzò che le sue centurie sarebbero risultate chiare al momento giusto.

    Certo è che queste letture che abbiamo riportato sin qui in merito all'Apocalisse, la vergine e quant'altro, potrebbero invece star prendendo una topica colossale, pur in una loro coerenza di fondo.

    RispondiElimina
  38. Certo l'identificazione del quadrilatero di stelle con il grembo vero e proprio, nonché l'idea che si debba guardare a Giove e a questo suo andirivieni all'interno del quadrilatero (che pure dura nove mesi), può essere un'intuizione pazzesca, ma anche una cavolata clamorosa e fuorviantissima.

    RispondiElimina
  39. Personalmente sono d'accordo con Howling quando afferma che l'immagine del parto e' un'allegoria funzionale alla descrizione dell'evento celeste e non viceversa. Ragion per cui andrebbe presa meno alla lettera, nel senso che argomentare se il pianeta passa o meno nei pressi del grembo, piuttosto che del braccio di un disegno peraltro idealmente sovrapposto alla costellazione, e' fuorviante. L'immagine del parto richiama una transizione del pianeta Giove attraverso quella costellazione, inteso come "quadrante", della durata, guarda caso, di nove mesi. Chiaramente parliamo di un paradigma arbitrario: l'interpretazione in chiave astronomica di Apocalisse 12, con la ovvia possibilita' di prendere un abbaglio. Anche se io questa visione astronomica la sposo con convinzione, devo dire.

    RispondiElimina
  40. Forse non mi sono spiegato bene. Io accetto in toto l'interpretazione stellare dell'apocalisse, non fosse altro che per la presenza dei 4 evangelisti che troviamo anche in Ezechiele: Toro, Leone, Aquila (Scorpione) ed Angelo/Arcangelo (Acquario). Ovvero la prossima CROCE PRECESSIONALE!
    Accetto pure che Giove attraversi la Vergine tenendosi nel suo "grembo" = quadrilatero di stelle (faccio solo notare che Spica, la più brillante e la più bassa delle stelle che vedete nell'immagine, è stata considerata sin dall'antichità come la spiga di grano che tiene in mano la Vergine).
    Ciò che non posso accettare è l'osservazione del cielo ad minchiam, ovvero in orari diversi e, soprattutto, in piena giornata!
    Guarderò il film per vedere se danno più spiegazioni su questo concetto, perché una precessione si osserva sempre lo stesso giorno dell'anno (all'equinozio di primavera), idem per una levata eliaca, ecc. Questo da sempre, non da oggi. I meccanismi celesti sono precisi e hanno le loro regole. Nella realtà, Giove non fa avanti e indietro nel quadrilatero di stelle, ma passa e ripassa nel quadrilatero ad ore precise, se ne fissa una e si prende un cliché (al tramonto?a mezzanotte? all'aurora?), poi si riprende il cliché il mese dopo, ma lo stesso giorno alla stessa ora, altrimenti i cliché non sono comparabili. Questo per dirti che hai ragione, nei mesi che seguono Giove si allontana per tornare nella Vergine una dozzina di anni dopo.
    Domani penso di poter trovare un po' di tempo per simulare questa configurazione e vedere il come ed il quando. Resta un punto che non posso accettare: le stelle si osservano come gli antichi, la notte. Il giorno è una aberrazione moderna permessa dalle simulazioni al computer.
    Se segui le profezie mariane, il segno in cielo sarà visibile a tutti nel momento in cui avverrà. Per ora, ritengo che questo segno ci indichi semplicemente il passaggio dall'Era dei Pesci (cominciata con la nascita di Gesù, guarda un po' da una Vergine) a quella dell'Acquario sulla cui data d'inizio non vi è ancora consenso. Un Re partorito da una Vergine mi può stare bene, ma se segui Nostradamus, saprai anche che scrive al Re che "tornerà il regno di Saturno",, forse stiamo guardando il Re sbagliato...
    ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A proposito: quando si verificherà la prossima croce precessionale?
      Avevo letto qualche testo, in proposito, un po' di tempo fa, tra cui uno autoprodotto ma fatto bene. Essendo che tengo nota di molti dei libri che leggo su di un sito apposito, che però consente la pubblicazione solamente di quelli rintracciabili in libreria, non riesco a ricordare i titoli delle opere affrontate sull'argomento.
      La tesi di fondo era che tutta una serie di pubblicazioni, rinvenibili nei testi sacri, ma anche tutta una serie di monumenti (penso alla croce di Hendaye, o ad alcuni cenni fatti da Fulcanelli, o anche a certi monumenti egizi), "servivano" a indicare al sapiente contemporaneo quando si sarebbe verificato un cataclisma dovuto a particolari allineamenti stellari.
      Uno di questi autori segnalava, appunto, la croce precessionale, ma anche l'allineamento del nord magnetico terrestre con la stella polare.

      Sei percaso in grado di calcolare queste indicazioni?

      Secondo Fulcanelli allo scattare di questa tempistica, si sarebbe verificato il "bouleversement", la famosa inversione dei poli.
      Inversione che invece per altri commentatori sarà imputabile all'ingresso nel sistema solare di uno o più pianeti che perturberanno il campo magnetico terrestre con il loro.

      Elimina
  41. Da ignorante della materia, non sono ancora riuscito a capire, per mio limite, la sottolineatura inerente all'osservazione diurna del cielo.
    Vuol dire che la costellazione della Vergine sarebbe osservabile solo di giorno, e non di sera, e quindi si dovrebbe essere scettici riguardo a un'interpretazione astronomica del passaggio scritturale, essendo che gli antichi il cielo lo osservavano di notte?

    RispondiElimina
  42. Allora, per la precisione: la costellazione della Vergine è visibile SOLO da febbraio, verso est, bassa sull'orizzonte, fino a luglio, verso ovest. Il periodo migliore per osservarla nell'emisfero boreale è verso giugno alta nel cielo verso sud. Ma come tutte le stelle del cielo, le si può osservare unicamente la notte (perdonami l'ovvietà).
    Ciò vuol dire che se guardi il cielo stellato fra agosto e gennaio, non vedrai la Vergine in cielo, sottolineo, nell'emisfero boreale (e l'Apocalisse è stata stilata in Grecia, in tale emisfero).
    Per il resto, hai capito benissimo: sono scettico riguardo ad un'interpretazione di una configurazione stellare completamente invisibile all'occhio umano poiché fra agosto e gennaio, essa avviene solo in pieno giorno

    RispondiElimina
  43. Ok, adesso ho colto.
    Ci tengo a dire che non c'era polemica da parte mia, e che rispetto appieno la tua opinione.
    E' sempre più sano essere scettici che prestare fede.

    Io purtroppo ho un po' di quella malattia che aveva Oscar Wilde: sono disposto a credere a tutto, purché improbabile... :)

    Questa della configurazione astronomica inerente al passo scritturale, è una scommessa. Può essere una bella intuizione. Se la si ritiene rivolta al popolo del futuro, sotto una qualche ispirazione divina veritiera, penso che in essa possa esservi racchiusa la consapevolezza di un avanzamento tecnologico tale per cui non ci sarebbe più stato bisogno di osservare il cielo a occhio nudo per sapere dove si trovano gli astri celesti.
    Suppongo anche che all'epoca, pur non vedendo dove si trovasse la tal costellazione, vi fossero personalità perfettamente ferrate sul calcolo matematico delle posizioni degli astri, come del resto facevano i vari Nostradamus e altri calcolavano con astrolabio e simili.
    Però può ben essere che abbia ragione tu.

    RispondiElimina
  44. Nessuna polemica neppure da parte mia, ci mancherebbe!
    Un giusto scambio di opinioni.
    Da parte mia, penso che le culture antiche fossero più "serie" che la nostra.
    ;-)

    RispondiElimina
  45. Intanto, a parte Tom Cruise che vende le sue proprietà, è vero e proprio boom nel mercato della costruzione di rifugi sotterranei.
    Dicono che c'è timore di attentati, di crisi economiche e robe così: ma possibile sia solo questo?

    http://www.hollywoodreporter.com/news/bunker-builders-anticipate-lucrative-trumpocalypse-932748

    PS: mi rendo che i commenti sono diventati tantissimi... non so se la politica del blog sia quella di addivenire a un maggiore ordine, rispetto a questo caos...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non preoccuparti per i commenti! :-D
      Di certo questo articolo batterà ogni record storico del blog e forse si classifica bene anche in termini assoluti! :-D
      Per quel che riguarda la questione "ordine". E' vero che siamo usciti un po' dal seminato, ma è normale che parlando di queste cose, si passi di argomento in argomento... a me succede spesso! :-)
      Ed è anche vero che, essendo questo un blog dalla frequenza di uscita degli articoli piuttosto bassa, i commenti sono un modo per tenerlo vivo e continuare a scambiarci informazioni, per cui ben vengano!

      Elimina
  46. Gente, ho cancellato un paio di messaggi dove m'era capitato di inserire un link a un sito, che poi leggendo meglio ho scoperto essere equivoco, dove tra il serio o il faceto venivano diffamate delle persone, e quindi preferisco scrivere daccapo senza fare pubblicità al medesimo.

    Praticamente ho scoperto che un certo Ionescu, interprete rumeno di Nostradamus, è riuscito nel 1976 a prevedere con esattezza inequivocabile, sia la caduta del comunismo, sia, tra le altre cose, le dimissioni di Gorbaciov.

    Su quel sito vengono offerte alcune pagine del libro in questione. In fondo contengono solo le spiegazioni sul passato, però poi ho scoperto dall'indice che il libro dovrebbe parlare anche dei fatti che in teoria ci riserverà il futuro. Io intanto l'ho ordinato.

    Qui vengono offerte alcune ricostruzioni dall'opera di Ionescu:

    http://www.ilguastafeste.ch/nostradamus.html

    Ionescu, mi pare d'aver capito, insieme a Patria, Boscolo, Ramotti e pochi altri, è considerato uno dei massimi esegeti di Nostradamus (io ci sono arrivato proprio leggendo su googlebooks un libro di Patrian). Lo conoscevate già?

    In questo libro che ho ordinato dovrebbero essere affrontati, tra gli altri, i temi seguenti:

    "Scriveva Bartoli citando l’esperto romeno: “un’imponente invasione islamico-asiatica devasterà l’Occidente e distruggerà Gerusalemme; l’America interverrà, seppure con ritardo, ma poi precipiterà nella rovina più totale a causa del suo eccessivo attaccamento alle ricchezze di questo mondo. Un piccolo dettaglio : nel bel mezzo di questi avvenimenti, l’Italia sarà devastata da una rivoluzione”."

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non conoscevo Ionescu! Molto interessante!
      Gli avvenimenti che descrivi sono piuttosto calzanti con la nostra timeline. Manca la Russia però...
      Poi c'è l'annosa questione della rivoluzione in Italia che ho affrontato in diversi articoli precedenti e anche nei commenti. Pare che quando arriverà la guerra l'Italia ne avrà già passate parecchie in termini di disordini e distruzione interni. Anche in Francia pare andrà similmente.

      Cito Irlmaier:

      “La città con la torre di ferro (Parigi?) diviene vittima della propria gente. Bruciano tutto. E’ La rivoluzione, e tutto va in modo selvaggio."

      e ancora...

      "La grande città con l'alta torre di ferro è in fiamme, ma questo è stato fatto dalla propria gente, non da quelli che sono venuti dall'est." (l'esercito russo)

      Elimina
    2. Ebbene, c'è anche la Russia! Infatti sostiene Ionescu - a quanto ho capito, eh, il libro mi deve ancora arrivare, sempre che se ne parli in questo - che la Russia invaderà l'Europa a cominciare dalla Romania...
      Spiegavo sotto che in Romania è stato da pochissimo reso attivo una specie di scudo anti-missile, cosa che ha fatto andare i russi su tutte le furie (penso che stiano aspettando di capire chi vince le elezioni americane prima di fare alcunché; intanto la previsione inserita nel libro di Carpi che recitava qualcosa tipo "quando a oriente morirà un capo e a occidente sarà ucciso un capo" o qualcosa del genere, mi è tornata in mente di recente alla morte di Ciampi e Shimon Peres).

      Elimina
    3. In pratica Ionescu sostiene di aver ricavato la data della caduta del comunismo dall'epistola a Cesare, là dove si parla di 73 anni e 7 mesi, e anche, mi pare di ricordare, di due eclissi totale di sole che dovrebbero racchiudere temporalmente l'ascesa e la caduta del regime sovietico.
      Il 73 anni e 7 mesi distanziano sia le due eclissi, sia l'ottobre del 1917 (che nel calendario giuliano in vigore in russia era in realtà novembre) e il giugno del 91.

      Magari quando mi arriva il libro, nel caso in cui la lettura del medesimo dovesse risultarmi coinvolgente, potrei sintetizzare qui nei commenti eventuali passaggi significativi.

      Ho in animo anche di procurarmi il libro di Patrian in quanto, leggendo gli estratti su googlebooks, ho notato che fornisce dei sunti delle posizioni di tutti i principali studiosi di Nostradamus che l'hanno affiancato o preceduto (sembra che esistano migliaia di volumi sul profeta francese), e a prima vista non sono pochi ad aver proposto interpretazioni interessanti. E' come se ognuno di essi, in fondo, da Ionescu a Ramotti, da Boscolo a, suppongo, Patrian, avesse messo in luce un proprio pezzettino (Ionescu, per sua storia personale e appartenenza etno-geografica, naturalmente era più incline a tentare di capire qualcosa sul comunismo): forse una cosa che si può fare è affiancare tutti questi puzzle, e se ne ricaverà un quadro il più fedele possibile.
      Peraltro c'è già chi come Patrian ha fatto buona parte del lavoro per noi...

      Elimina
  47. Dando un po' un'occhiata anche ai siti in rumeno, dopo aver letto l'estratto di uno dei libri di Ionescu pubblicato in pdf su internet, mi sono reso conto di altri aspetti interessanti, che stavolta concernono il futuro.
    E' notizia di questi giorni che gli americani avrebbero reso operativo lo scudo anti-missile in Romania. Cosa che ai russi non pare aver fatto piacere. Secondo l'interpretazione che Ionescu dà delle quartine, la Terza Guerra MOndiale dovrebbe cominciare proprio con l'invasione russa degli ex stati del Baltico, in particolare proprio la Romania...
    E ricordate che avevo linkato una serie di comunicazioni medianiche presentate da Pinotti, alle quali ero arrivato in seguito a un'intervista a un signore che sosteneva che i russi ricevevano dagli alieni profezie sugli eventi imminenti, e che una di queste riguardava il risveglio di alcuni vulcani, tra cui il Vesuvio? Ecco, anche Ionescu è dello stesso avviso.
    Ionescu aveva anche sostenuto che i suoi studi lo portavano a ritenere che il successore di Wojtyla avrebbe avuto a che fare con un antipapa. Forse è improprio definire così Francesco, però può essere l'interpretazione più logicamente attendibile per uno che, vedendo due pontefici in contemporanea, non poteva immaginare che uno fosse dimissionario.

    Ecco: io penso che quando un interprete di Nostradamus fornisce con decenni di anticipo delle interpretazioni che poi si riveleranno azzeccate, è giusto concedergli quantomeno attenzione.
    Mi par di capire che abbia pubblicato almeno quattro libri. Solo uno è stato tradotto in italiano (è quello che ho ordinato io). Un altro, risalente al 1976, ha avuto un'edizione francese, una in inglese, e, suppongo, una in rumeno successiva alla caduta del comunismo. Incredibilmente Ionescu è diventato famoso in Giappone...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre più interessante.
      Se hai letto il mio articolo su Benedetto XVI e Papa Francesco, sono in parecchi a definirlo "antipapa". Ad ogni modo penso che le definizioni vengano date sulla base di un'infinità di motivi che variano da veggente a veggente. Ciò che conta è la previsione della contemporaneità delle due figure papali che è stata fatta davvero da tantissime fonti e non "in un lontano futuro", ma proprio indicando il tempo che ci riguarda. Tant'è che io stesso, interpretando le profezie che avevo davanti, quasi semplicemente leggendole, nel 2011 in un articolo anticipai l'avvento dei due papi, che allora credetti sarebbe stato frutto di uno scisma, ma se scisma non c'è stato, l'unicità delle due figure papali invece si. E poi dicono che le "profezie non ci azzeccano mai...", ma chi lo dice difficilmente le ha mai studiate ed approfondite.
      Riguardo agli avvenimenti futuri previsti da Ionescu, ancora vedo tantissimi collegamenti con quanto previsto da altri veggenti. Se hai modo di avere altre info su questo profeta ti sarei molto grato se me le passassi. :-)

      Elimina
    2. Sì guarda, quando mi arriva il libro ti prometto che sintetizzerò man mano i passi significativi.
      Certo la sezione commenti diverrà ancora più incasinata...

      Complimenti per averci preso in anticipo sulla compresenza dei due papi.
      Per lo scisma non è mai troppo tardi... :-D

      Elimina
    3. @Howling Mad Murdock28 settembre 2016 14:04

      Sì guarda, quando mi arriva il libro ti prometto che sintetizzerò man mano i passi significativi.

      Non é per caso questo il libro di cui parli?
      L'ho trovato cercando su Google con parola chiave: Ionescu profezie.

      Elimina
  48. Due Papi + un antipapa nello stesso tempo, basta aspettare. Lo dice il Ragno Nero nelle profezie che ho già analizzato col mio database (dal 1973 al 1984). Pensavo avessi letto il mio resoconto MBLux, no?
    :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che l'ho letto e ricordati che dobbiamo cavarci fuori almeno un articolo: non puoi certo buttare via tutto quel lavoro! Appena hai risolto il quesito astronomico torniamo operativi sul Ragno baschero, mi raccomando! :-)

      Elimina
  49. Stavo rivedendo una parte del video che ha creato qualche perplessità, pure condivisibile.
    Inerentemente all'idea che gli antichi osservassero il cielo a intervalli regolari la notte, il contributo filmato fornisce una risposta indiretta. Ovviamente può essere vista come un'ennesima maniera di tirare l'acqua al mulino della propria tesi. Però viene citato questo passo di Daniele, nel quale si rimanda la palla nel campo del futuro, quando "la conoscenza (anche tecnologia?) risulterà accresciuta (per rendersi conto della configurazione celeste anche senza osservare il cielo?)":

    Ci sono varie traduzioni del passaggio. Bisognerebbe scovare l'originale in ebraico e riuscire a interpretarlo.

    Dan 12,4: "Ora tu, Daniele, chiudi queste parole e sigilla questo libro, fino al tempo della fine: allora molti lo scorreranno e la loro conoscenza sarà accresciuta».

    "Tu, Daniele, tieni nascoste queste parole e sigilla il libro sino al tempo della fine. Molti lo studieranno con cura e la conoscenza aumenterà".

    "Ma tu, Daniele, tieni nascoste queste parole e sigilla il libro fino al tempo della fine; molti andranno avanti e indietro e la conoscenza aumenterà."

    Nella traduzione in italiano della Cei e della Nuova Riveduta, è inserito questo pronome "lo" in riferimento al testo.
    Nella Nuova Diodati, e nella traduzione in inglese del testo ebraico (in italiano non l'ho trovata) no.

    "And you, Daniel, close up the words and seal the book until the time of the end; many will run to and fro, and the knowledge will increase."

    Alla fine, considerato che un testo, un qualsiasi testo, non è solo la somma di quello che dice, ma anche di ciò che pare dire, della sensazione che trasmette, a me, in tutta umiltà, trasmette un po' il senso di questa parafrasi che mi accingo a fare: "ovviamente tutti studieranno il tuo testo, ma solo verso la fine, in un'epoca in cui gli uomini faranno avanti e indietro sulla Terra, e la conoscenza risulterà accresciuta in generale, l'enigma verrà svelato."

    Certo è ardito mettere in relazione Daniele, con Apocalisse, con Rivelazione, però forse l'esegesi profetica richiede anche questo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Howling, solo per precisare: non è per nulla ardito, anzi, direi che è la norma dell'esegesi delle profezie bibliche associare il Libro di Daniele all'Apocalisse di Giovanni (dal greco, "Rivelazione").
      Ci sono una marea di collegamenti tra i due testi, quasi che uno pare la continuazione dell'altro. Se fai una piccola ricerca in rete puoi trovare tantissime interpretazioni che spaziano tra questi scritti evidenziandone le connessioni.

      Elimina
  50. Non pensi anche, Yman, che l'espressione "vestita di Sole", come fa notare il video che sto rivedendo, possa significare proprio quello che dici tu, e cioè indicare che è durante il giorno che in teoria si sarebbe dovuto considerare l'allineamento (che quindi non sarebbe stato osservabile a occhio nudo, ma tramite nuove conoscenze o calcoli)?

    Dopo il 2012 personalmente sono molto scettico nel fissarmi su una data precisa. Anche se poi aver scoperto proprio ieri che Nostradamus aveva indicato l'esatta durata del comunismo, mi porta a credere che potrebbero esserci altri dati in evidenza che pure non abbiamo collegato. Dico solo che se nei testi scritturali fosse detto "la notte osserverete X", e di notte invece non si vede nulla, avrei concluso che ci si sta sbagliando. Ma è proprio il passo scritturale a dire che c'è di mezzo il Sole ("vestita di Sole"), e che quindi non è di notte, in teoria, che si deve osservare il cielo.

    Cosa ne pensi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa è proprio una bella intuizione. Peraltro si incastra perfettamente, dando un senso anche a questa descrizione ("vestita di sole", appunto) che prima non trovava nessun posto nella nostra topica astronomica.

      Elimina
  51. Marchi un punto. Avevo dimenticato il testo integrale.
    Da questo punto di vista, abbiamo effettivamente tutti gli elementi a posto.
    Se i cliché sono presi alla stessa ora del giorno e lo stesso giorno del mese, allora si può convalidare la configurazione. Vorrei comunque fare un test e vedere se fra dodici anni si ripete o no.
    Ciao YMan

    RispondiElimina
  52. omplimenti davvero ragazzi, erano anni che non leggevo una disanima cosi articolata e sopratutto con punti di vista cosi umili nella rete.
    fa davvero piacere meditare su certi indizi con voi.

    RispondiElimina
  53. Rispondo ad una domanda di HMM che non vedo più sullo schermo.
    "Sei per caso in grado di calcolare queste indicazioni?" - riferito alla croce precessione. Ovvero, se ho capito bene, quando passeremo dalla croce attuale Vergine-Pesci (braccio est-ovest) e Sagittario-Gemelli (nord-sud), alla prossima Leone-Acquario (est-ovest) e Scorpione-Toro (nord-sud)?
    Vasta domanda, a cui nessuno può rispondere con certezza.
    1° perché ancora non si sa quando sia stato "inventato" lo zodiaco, né da chi.
    2° perché, di conseguenza, nessuno è in grado di dirci quali fossero le stelle che compongono ciascuna costellazione, quindi quali siano i limiti.
    Ad esempio, l'Ariete è piccolino (intorno ai 24° di angolo), mentre la vergine è gigantesca (intorno ai 44° di angolo). Siccome il moto retrogrado degli equinozi è di 1° ogni 72 anni (71,6), ci vorranno (24x72=) 1728 anni per attraversare l'Ariete e (44x72=) 3168 anni per attraversare la Vergine. Tuttavia, ripeto, non conoscendo i limiti esatti, non possiamo calcolare la durata esatta di ciascuno passaggio di era, dunque neppure il passaggio Pesci/Acquario.
    Nel 2016 la levata elica dell'equinozio di primavera è passata fra i due segni, ma chi può dire con certezza se siamo ancora nei Pesci e non già nell'Acquario?
    Per semplificare i calcoli, troverai in rete che, essendoci 12 costellazioni a dividersi i 360° della volta celeste, ciascuna costellazione deve essere larga (360/12=) 30°. Quindi, se l'Era dei Pesci è iniziata intorno all'anno zero, quella dell'Acquario dovrà cominciare per forza nel (72x30=) 2160 d.C. o giù di lì.
    Tutto ciò per dirti che non possiamo dare una risposta netta. Per lo meno, non noi. Forse, però, qualcuno che possiede questa conoscenza c'è. Qualcuno a cui è stato tramandato il famoso 'libretto delle istruzioni'. ;-)
    Più seriamente, se io avessi dovuto mandare un messaggio in un futuro così lontano, mi sarei premunito costruendo un'impalcatura più solida che i soli limiti di costellazione, aggiungendo, per esempio, altri indizi. Una configurazione stellare originale come quella della Vergine vestita di Sole, mi sarebbe sembrato un segno più distintivo per segnalare che è quello il momento per guardare il cielo...
    A proposito... buona notte
    YMan

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A titolo di curiosità, mi vengono in mente due importanti fonti medianiche che datano questo passaggio di era, inteso da un lato come linea di demarcazione temporale precisa, ma, capirete, dall'altro come area sfumata in cui una civiltà passa gradualmente da un modo di vivere ad un altro. Passaggio che comunque resta graduale anche a fronte di eventi traumatici.
      Il Cerchio Firenze 77 indica il passaggio dal sesto "piccolo ciclo" al "settimo" per il 2060 e il passaggio alla terza grande era dello spirito (secondo questa fonte, ora saremmo nella seconda, detta "era del figlio") per il 2400. Sono date indicative, anche perchè i cicli ed i sottocicli evolutivi si intersecano tra loro (ci vorrebbe un grafico).
      Questo correla con un'altra famosa fonte di comunicazioni medianiche, la cui entità, "Seth", in una comunicazione che parlava proprio di questo passaggio disse: "per il 2075, tutto dovrebbe essere concluso". Attenzione che parliamo del passaggio ad un'altra civiltà, un altro stile di vita, non della fine dei tempi e della tribolazione (quindi non mi riferisco a quel famoso 2025\2030 di cui avevamo parlato sempre in questa sede). Le date che ho citato ora sono più associabili proprio a quelle che stava cercando YMan con mezzi astronomici, di certo più tangibili di una seduta medianica, me ne rendo conto. :-) Sono comunque informazioni in linea con questo blog. :-)

      Elimina
  54. Ah, prima di addormentarci, un'ultima informazione: fra il Sagittario e lo Scorpione, sappiamo esservi una tredicesima costellazione: l'Ofiuco o Serpentario!!! È il tredicesimo segno, come tredici sono seduti attorno alla tavola dell'ultima cena o alla tavola rotonda (ogni riferimento al pianeta terra è voluto).
    Questo tredicesimo segno, come Giuda e Mordred, potrebbe essere all'origine di tutti i mali che son profetizzati.
    Dirò di più, essendo la più piccola costellazione dello zodiaco, mi fa pensare alla frase "Un tempo (Ariete), due tempi (pesci) e la metà di un tempo (Ofiuco)" - Daniele 12:5-13 e Apocalisse 13,18.
    MA forse è meglio che vada a dormire
    :-D
    YMan

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow, questa intuizione è veramente notevole.
      Ma cos'è che deve allinearsi a Ofiuco per poter dire che ci siamo?
      Come ti dissi in quel libro sulla precessione e i monumenti (tipo la croce di Hendaye) lessi che il nord magnetico (suppongo una linea immaginaria che muove da esso) doveva venire a coincidere con la stella polare. Allora vi sarebbe stata inversione dei poli. Si può calcolare questo dato?

      Elimina
  55. Alla prima domanda, cosa deve allinearsi con Ofiuco, la risposta è "semplice": se sull'asse est-ovest della croce precessionale si passa dalla Vergine al Leone ed all'opposto dai Pesci all'Acquario (Angelo, Arcangelo) senza patemi se non quelli di. In conoscere i limiti delle suddette costellazioni; sull'altro asse (che si muove contemporaneamente, ovvio), si passa a Nord dai Gemelli al Toro, mentre a sud, il passaggio dal Sagittario allo Scorpione (Aquila) si fa "attraversando" l'Ofiuco!
    Pertanto, se si vuole considerare il passaggio completo, penso si debba guardare anche a questo tredicesimo incomodo. Ovvero potremo dire di essere completamente sulla croce equinoziale dell'Acquario quando il braccio/lancetta Sagittario-Gemelli avrà attraversato tutto l'Ofiuco indicando lo Scorpione.
    En passant, concedetemi il francesismo, faccio notare che quella che stiamo vivendo è proprio una configurazione astronomica rarissima, perché si ripeterà solamente fra 12.500 anni circa !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E secondo i tuoi calcoli quanto manca?
      Invece sai dirmi qualcosa rispetto a un allineamento del nord magnetico con la stella polare?

      Elimina
  56. Alla seconda domanda sul polo magnetico, la risposta è più semplice (senza virgolette), ma anche più lunga.
    Il polo magnetico non è mai fisso. Abbiamo potuto ricostruire il suo peregrinare indietro nel tempo grazie allo studio dei minerali magnetici contenuti nelle rocce. Ciò che abbiamo potuto osservare, per l'ultimo secolo, è che dal 1840 ad oggi il suo movimento lo ha portato ad avvicinarsi al polo nord geografico. Lo raggiungerà? Gli passerà vicino? Comunque sia, con molta probabilità, subito dopo continuerà il suo cammino come sembra aver sempre fatto.
    Anche l'inversione dei poli non è nulla di straordinario.
    L'evento è talmente conosciuto che in geologia si usano le inversioni magnetiche per datare gli strati sedimentari quando non si può fare altrimenti (zone abiotiche, assenza di minerali databili coi metodi radiometri, ecc.), ma anche, in massima parte, per ricostruire il movimento delle placche nei tempi geologici.
    Certo, in questi anni stiamo assistendo ad una diminuzione graduale dell'intensità del campo magnetico ed anche alla NASA stanno pensando che ci si avvicini ad una sua inversione (per informazione, davanti alla costa Sudafricana, lato Oceano Atlantico, il campo magnetico è già invertito!).
    Cosa succederà? A priori, nulla. Come faccio ad essere così categorico? Beh, sino ad oggi non è mai stata accertata nessuna estinzione di massa o catastrofe geologica in corrispondenza ad un'inversione magnetica: ripeto, neanche una correlazione con UNA inversione delle migliaia identificate sino ad oggi!
    Oh, poi, la prossima inversione sarà la prima a farlo, giusto per smentirmi, ma se rimaniamo su dati scientifici, direi che non corriamo nessun pericolo.
    Termino sulla linea immaginaria da te supposta: il polo magnetico si muove e non c'è maniera di seguirlo sul terreno e indicarne il passaggio con un pennello, quindi la linea è fittizia. Ogni anno si fanno delle misure e si vede dov'è il polo magnetico, ma non solo, si fa lo stesso anche col polo geografico, perché anche l'asse terrestre è in costante movimento: circa 2m l'anno, ma senza una direzione precisa.
    Vorrei precisare che anche l'asse terrestre è fittizio: la Terra non è né una trottola, né un Chupa Chup's come sembrano credere in molti forum!
    Quando parliamo di spostamenti dell'asse, dobbiamo immaginare una variazione del luogo dei punti attorno ai quali gira il corpo del pianeta. Questo luogo dei punti è un segmento identificato come asse, ma nella realtà non è un oggetto solido!
    YMan

    RispondiElimina
  57. Alla seconda domanda ho risposto qui sopra.
    Alla prima, ti ripeto: portami qualcuno che sappia dove iniziano e dove terminano le costellazioni quando furono "inventate", o secondo gli estensori delle varie profezie, e potrò rapidamente calcolare quanto manca all'ora X.
    Senza queste informazioni, possiamo solo fare ipotesi e divertirci a farci paura. Ti confesso che il tema m'interessa tantissimo, ma preferisco restare sul concreto. In Internet troverai di tutto e di più, ma a seconda dei limiti che prendiamo, possiamo leggere che il passaggio avverrà nel 2140/2160 (seguaci del New Age), nel 2650 (astronomi moderni e Steiner), nel 3597 (Nicolas Campion), ma pure che sia già avvenuto nel 11/11/11 o nel famosissimo 21/12/12.
    Scegli quello che ti piace di più, ma non chiedere di farlo a me, grazie.
    :-D

    RispondiElimina
  58. Finito adesso la simulazione del cielo.
    Ho ripreso l'istante "t" dell'immagine postata da HMM. Mi sembra sia stata presa il 23/09/2017 a mezzogiorno esatto.
    Riepilogo: in questa immagine la Vergine è vestita di sole (sole sulla spalla sinistra), ha i piedi sulla Luna ed una corona di 12 stelle (la costellazione del Leone - sempre lì in eterno - più 3 pianeti: Mercurio, Venere e Marte).
    Sono quindi andato avanti nel tempo per vedere se non ci fossero altre configurazioni identiche a mezzogiorno. Ne ho trovato una ogni 12 anni, ma sempre SENZA i tre pianeti per completare la corona: 11/09/2029; 28/09/2041; 19/09/2053; 02/10/2065; 21/09/2077; 06/10/2089; 05/10/2100 (configurazione interessante, la Vergine "partorisce" Giove e Saturno insieme); 25/09/2112.
    La sorpresa è stata quando sono giunto alla data del 09/10/2124!
    Vi ho trovato una configurazione identica a quella del 23/09/2017, col sole che veste la Vergine alla taglia. La sola differenza sta nei tre pianeti che completano la corona: essi sono Venere, Marte e Saturno!!!
    Aggiungiamo dunque due date per il passaggio all'Era dell'Acquario alle miriadi che esistono in rete: 23/09/2017 e 09/10/2124.
    ;-)
    YMan

    RispondiElimina
  59. E' davvero interessante il lavoro che hai fatto. Meriteresti anche più di un ringraziamento.

    Cosa pensi rispetto a tutte le teorie sugli sconquassi che un'inversione dei poli può causare, al di là se possa essere o meno causa di un'estinzione di massa? Anche Fulcanelli ne ha parlato. Certo, Fulcanelli non è uno scienziato, però è anche vero che se diamo retta a Steiner (che hai citato tu), all'archeologia "proibita", a Gurdjieff, alla mitologia, alla medianicità, al sufismo, all'induismo, ci sono state altre civiltà prima della nostra, scomparse di volta in volta in seguito a cataclismi la cui descrizione, se qualcuno la conosce, la tiene per sé.

    La scienza ufficiale, che a mio modesto avviso è diventata sempre più dogmatica, fa ipotesi, non solo su questo argomento, ma in generale, salvo abbandonarle a distanza di qualche decennio. Penso a quando in astronomia si pensava che vi fosse solo la nostra galassia e che l'universo fosse sempre esistito... poi è saltata fuori la teoria del Big Bang, che però sta mostrando sempre più delle crepe, a cominciare dalla nozione di singolarità... ora ho letto che molti starebbero immaginando che vi sarebbero più universo in contatto tra loro, e che più che a un Big Bang bisognerebbe pensare a un buco nero che ha assorbito della materia da un universo per riversarla in questo... ultimamente è venuta avanti la teoria delle stringhe, che peraltro si sposa bene con tante nozioni sulla vibrazione, sul suono e su altri aspetti, presenti nei testi sacri dell'induismo, ad esempio, e che sono patrimonio della Tradizione così come la intende Gurdjieff.

    Specifico che non è mia intenzione aprire un dibattito scientifico su nozioni che ho assorbito leggendo qua e là, anche in modo disordinato, ma che non padroneggio appieno. Io in realtà volevo fare una domanda: è possibile che questa inversione dei poli, invece, abbia effetti se non devastanti, quantomeno decisivi? Al di là di quello che può essere o meno accaduto in passato, dove MI PARE (e sottolineo mi pare) che ci siano più aspetti non chiariti rispetto a quelli chiariti?

    A me colpì molto l'indice dell'opera Finis Gloriae Mundi che Fulcanelli si accingeva a pubblicare. Salvo poi perdere la vita - si dice - in modo misterioso, proprio perché non arrivasse alla pubblicazione dell'opera. Della quale dunque c'è giunto solo l'indice. Che sembra veramente prefigurare - questo sì! - le pagine dell'Apocalisse.
    Credo che Fulcanelli fosse a conoscenza di tanti segreti.
    _________
    Cap. I. La decadenza della nostra civiltà e il deterioramento delle società umane.
    Incredulità religiosa e credulità mistica. Effetti nefasti dell’insegnamento ufficiale. Abuso dei piaceri per timore dell’avvenire. Feticismo alla nostra epoca. Simboli più potenti di un tempo nella concezione materialista. Incertezza del domani. Sfiducia e diffidenza generalizzate. La moda e i suoi capricci rivelatori. Gli iniziati sconosciuti governano da soli. Il Mistero pesa sulle coscienze.

    Cap. II. Testimonianze terrestri della fine del mondo.
    Le quattro Età. I cicli successivi sigillati negli strati geologici. Fossili. Flora e fauna scomparse. Scheletri umani. Asiatide. Monumenti dell’umanità detta preistorica. Cromlech. Candeliere delle tre croci.

    Cap. III. Le cause cosmiche dell’inversione dei poli.
    Il sistema di Tolomeo. L’Almagesto. Errore del sistema di Copernico dimostrato dalla stella polare. Precessione degli equinozi. Inclinazione dell’eclittica. Variazioni inesplicabili del polo magnetico. Ascensione solare allo zenit del polo e ritorno in senso contrario che provoca il rovesciamento dell’asse, il diluvio e la fusione alla superficie del globo.
    __________

    RispondiElimina
  60. Ecco: mi piacerebbe che tu potessi azzardare una data, pur nella difficoltà, circa questa "ascensione solare allo zenit del polo e ritorno in senso contrario che provoca il rovesciamento dell'asse."

    PS: in effetti a rileggerlo meglio forse non si tratta solo dell'inversione dei poli magnetici, ma di un qualcosa che, partendo da questa, causa il rovesciamento dell'asse.
    Forse è in questo senso che si parla di un'epoca in cui il Sole sorgeva a ovest.
    In merito si possono fare tante ipotesi. O che la Terra ruotasse in senso contrario, oppure che i poli si siano invertiti anche fisicamente, cioè che la Terra sia finita sottosopra...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, si fa spesso confusione tra "inversione dei poli magnetici" e "inversione dell'asse di rotazione terrestre".
      Il primo fenomeno è relativamente comune nella storia del pianeta, mentre il secondo potrebbe avvenire solo con un impatto cataclismico con un altro corpo celeste di enormi dimensioni.

      Elimina
    2. Sì. Sarebbe però interessante (ma mi sa che lo scopriremo solo vivendo) capire che legame c'è tra le due, e se questa traccia di inversione magnetica che è possibile rinvenire tra le rocce, non possa essere stata, qualche volta, inversione dell'asse e non solo magnetica.

      Qualcuno poi, in merito all'inversione magnetica, è preoccupato rispetto a un temporaneo, ma devastante, venir meno dello scudo magnetico terrestre, in ordine a terremoti, eruzioni vulcaniche, mancato filtro dei raggi solari più dannosi...

      Elimina
  61. Cavolo gente vedo che il dibattito pacato tra lettori e titolare del blog sta prendendo quota.
    Mi compiaccio anche perchè, per foruna, non partecipano talebani di sorta ad urlare le proprie convinzioni che generalmente sono solo paturnie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono pienamente d'accordo con te. Un caro saluto.

      Elimina
  62. Come dice MBLUX poco sopra, l'inversione dell'asse terrestre richiederebbe uno strike cosmico. Ti dirò di più: richiederebbe uno strike con un angolo di circa 90 gradi in prossima di uno dei due poli e nella direzione opposta al senso di rotazione della Terra. Se in più, lo strike deve avvenire in concomitanza con il passaggio del polo magnetico sul polo geografico (ma perché? - boh?!), penso converrai con me, che le probabilità siano minuscole, ma non nulle, te lo concedo: N el sistema solare abbiamo già un pianeta che gira su se stesso al contrario di tutti gli altri, si chiama Venere.
    Sul cambio di percorso apparente del sole in cielo, non scomoderei, né sconvolgerei tutto il pianeta.
    Per il momento ho due ipotesi:
    1) la più probabile, l'evento non è "reale", ma semplicemente legato al messaggio precessionale che stiamo analizzando da qualche giorno: chi ha "spedito" il messaggio ci stadicendo che il sole circa 12.500 anni fa sorgeva in Acquario e tramontava nel Leone, mentre oggi fa/farà l'esatto contrario!
    2) se ci trovassimo 10 gradi a nord dell'equatore, e la terra si inclinasse di 20 gradi a sud, ci ritroveremmo nell'emisfero australe. Al mattino dopo, se fossimo ancora vivi ed avessimo proprio voglia di guardare il cielo, ci sembrerà che il sole abbia invertito il suo corso!

    Infine, per rispondere alle preoccupazioni di quelli che temono disastri geologici o scomparsa dello scudo magnetico, posso dirti che oggi sappiamo che l'inversione magnetica si fa in modo graduale e caotica. Troverai su internet la simulazione al computer effettuata a Los Alamos http://www.es.ucsc.edu/~glatz/geodynamo.html
    Come ti dicevo, l'inversione è molto probabilmente già iniziata, giacché in molte zone dell'Atlantico e del Pacifico il campo è già invertito.
    Ciao YMan

    RispondiElimina
  63. Rileggendomi, mi accorgo di aver scritto una belinata : se lo strike avvenisse in prossimità del polo, in seguito la Terra comincerebbe a "ruzzolare" sull'eclittica, non girerebbe al contrario! In effetti, non vedo proprio come potrebbe succedere un'inversione di rotazione...
    YMan

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Yesterday's Man1 ottobre 2016 04:58
      In effetti, non vedo proprio come potrebbe succedere un'inversione di rotazione...

      Non é necessario uno strike esterno, la causa potrebbe essere interna: redistribuzione rapida e violenta di grosse masse (=plache) continentali a seguito di terremoti.
      Se l'asse di rotazione ruota attorno ai 180° , il senso di rotazione (relativo) si inverte mentre il il momento angolare potrebbe cambiare? probabilmente pure lui.


      Elimina
    2. ...comunque quel famoso libro di contattismo ufologico di cui non ricordo il titolo, in tal senso sconsigliava gli esseri umani dall'edificare opere mastodontiche come le dighe, proprio dietro la spiegazione che si sarebbe potuto verificare - ora uso un termine strettamente scientifico, mi perdonino i non laureati - uno "swooosh!!" che si sarebbe tirato dietro l'asse di rotazione e tutto il resto, come per forza centrifuga.

      Elimina
    3. Luigi, scusa se scrivo qui, ma non ho modo di sapere come contattarti in privato.
      Io ho mandato un paio di commenti al blog del Duca dei Tempi, ma per motivi tecnici (java non mi carica tutti i commenti di una pagina) non riesco a visualizzare né se mi è stato risposto, né se sono stati pubblicati.
      Hai modo - tu che partecipi alle discussioni - di dirmi anzitutto se a te quei commenti vengono caricati, e di chiedere al Duca dei Tempi se può fare qualcosa per "aggiustare" questo meccanismo? Non credo di essere l'unico a cui java fa degli scherzi.

      Elimina
    4. Quel sito ha un sistema di commenti che andrebbe decisamente rivisto. Il caricamento a blocchi è buggato. Io alla fine ho postato la mia risposta a G.I. qui, nonostante il sito mi avesse dato il messaggio che i miei commenti erano stati pubblicati e avesse anche incrementato il contatore del totale commenti, ma poi, di fatto, non ce n'era traccia.

      Elimina
  64. Teoria dello scivolamento delle placche di Hapgod ?
    Non mi ha mai convinto: nessuna prova scientifica a suo favore, mentre gli studi geosismici hanno potuto confermare e pure completare la teoria della tettonica delle placche.
    Sono aperto a discutere di catastrofismo, ma penso che ci siano spiegazioni più semplici per interpretare certi passi profetici.

    RispondiElimina
  65. Anche io ho il libro di Hapgod, con l'introduzione di Einstein. Non l'ho letto, e poi il mio parere conterebbe zero.
    Di certo quella famosa faccenda dei mammoth (si scrive così?) che vennero ritrovati congelati con il pasto ancora nello stomaco (un pasto contenente delle piante non compatibili con l'ambiente polare) non ha trovato, a quanto mi consta, adeguata spiegazione. Né altri fatterelli tra quelli che Hapgod indica e che trovai qualche volta sintetizzati qua e là.

    Io trovo però che le parole di Fulcanelli, che come si sa si faceva veicolo di conoscenze "tradizionali" ed esoteriche, lascino intravvedere che l'unica possibilità per l'inversione dei poli geografici, non sia esclusivamente quella di uno strike preciso preciso.

    Cito di nuovo dall'indice di Fulcanelli: "Variazioni inesplicabili del polo magnetico. Ascensione solare allo zenit del polo e ritorno in senso contrario che provoca il rovesciamento dell’asse, il diluvio e la fusione alla superficie del globo."

    Forse queste variazioni "inesplicabili" possono essere causate di volta in volta da motivi diversi, come il venir catturato dello scudo magnetico terrestre dal comparto magnetico di un planetoide a zonzo nel sistema solare, che abbia una sorta di effetto calamità e gravitazionale sulla Terra. Ecco perché ad esempio la Terra potrebbe aver subito in passato un variare dell'inclinazione dell'asse, e come possa essere nata l'alternanza delle stagioni rispetto a una stagione più o meno sempre mite che può essere considerata la situazione d'origine.
    Ed ecco anche come le precedenti "umanità", di cui ad esempio parla Steiner, possono essersi estinte.

    RispondiElimina
  66. Guarda, in effetti una teoria ce l'ho e la risposta te la sei data da solo.
    Vediamo di farla semplice. Come hai detto un tempo sulla terra doveva esserci una sola stagione o due.
    Perché una cosa simile sia stata possibile, l'inclinazione dell'asse terrestre di 12.800 anni fa dovette essere intorno allo 0. Diciamo 6 gradi, ma non chiedermi perché, non sono ancora pronto a spiegartelo.
    Intorno a quell'epoca Platone (o meglio i sacerdoti egizi) situa la fine di Atlantide, mentre la scienza attuale situa l'inizio del Dryas recente. Questo periodo storico durato fino all11.500, è caratterizzato da uno scioglimento improvviso delle calotte polari. Recentemente molti studi sembrano indicare che la ragione di tale cataclisma sia dovuto all'impatto di una cometa (https://it.m.wikipedia.org/wiki/Impatto_cosmico_del_Dryas_recente).
    Tale impatto avrebbe potuto inclinare l'asse sino alla posizione attuale.
    I mammouth avrebbero fatto lo stesso viaggio degli indiani dell'India verso nord. Ovvero, in prossimità dell'equatore gli indiani passarono dall'emisfero australe a quello settentrionale osservando un sole che sorgeva ad est, mentre prima sorgeva ad ovest (in realtà il sole sorge sempre allo stesso posto, ma trovandosi fisicamente in uno stesso luogo vedremmo il sole fare il tragitto al contrario). Per i mammouth trovandosi in zone tropicali, finirono col salire verso le zone polari e morire di freddo. Nella stessa epoca, in America assistiamo all'estinzione della civiltà di Clovis.
    A me sembra una spiegazione più semplice dello slittamento della crosta e non serve neppure un grande cambiamento, giusto 17 gradi nord: un allineamento che ritroviamo in alcuni siti preistorici...
    È un mio difetto: penso che ogni cosa si possa spiegare semplicemente, quando una spiegazione diventa complicata, molto probabilmente si sta allontanando dalla verità.
    Concludo con una domanda: forse che il messaggio che ci stanno inviando i nostri antenati è che questa cometa sta tornando? Non lo so, ma potrebbe essere dato che in molte profezie si parla spesso di una cometa...
    Buona notte
    YMan

    RispondiElimina
    Risposte
    1. su alcuni antichi scritti greci si parla di un tempo in cui non c'era la luna in cielo, ma senza luna in teria l'asse terrestre dovrebbe oscillare di circa 25°invece che stabilizzarsi in 6°, attualmente la nutazione (il termine che descrive questa oscillazione dovrebbe essere di circa 1° di media in mezzo anno di tempo

      Elimina
    2. p.s. io mi ero fatto una stramba teoria sull'inversione dei poli, questa per cercare di trovare una spiegazione di uno swift repentino e non lento ossia: la luna fungerebbe da bilancere come in un orologio a pendolo, l'energia potenziale del campo magnetico si scarica sulla luna questa a sua volta però perde tale energia atrattiva all'ontanandosi gradualmente dalla terra fino a che, ad un certo punto raggiunge una distanza critica in cui l'energia potenziale del campo magnetico non può più scaricarsi sulla luna e "esplode" inverdendosi" questo non è traumatico di per se, ma lo è perch il fatto che inclinandosi (come da reperti fossili) di circa 180° sposta le fascie di lagrange facendo per un breve periodo "precipitare" la luna verso la terra, per poi tornare ad una posizione di stabilità. questo se fosse vero naturalmente creerebbe effetti come quello del diluvio universale se non peggio.

      Elimina
    3. Ma io non sono fan della teoria di Hapgod, se non altro perché il libro non l'ho ancora letto.
      Ho la sensazione, mettendo insieme Fulcanelli, Hapgod, Gurdjieff, Sitchin e altro materiale, che queste inversioni polari avvengano in maniera repentina e distruttiva: questo spiegherebbe il famoso esempio del mammouth che si ritrova congelato nel bel mezzo del processo digestivo con nello stomaco dei tipi di piante incompatibili con il clima artico.
      Ma la mia è solo una sensazione.

      Elimina
    4. Ciao HMM, guarda io resto abbastanza legato alle teorie scientifiche senza per questo essere chiuso al resto. Però, se con argomenti accettati dall'ambiente scientifico riesco a spiegare le stesse cose ed in maniera più semplice preferisco.
      Certo la scienza non riesce a spiegare tutto, ma ha la qualità di mettersi in gioco e cambiare opinione quando nuove prove apportano nuove conoscenze. Occorre solo avere pazienza, si progredisce col tempo, mentre tutti noi, ammettiamolo, abbiamo troppa fretta.
      Ogni teoria deve essere sottoposta a critiche, verifiche, nuovi studi e nuove ricerche. È giusto così, altrimenti si finisce per diventare dogmatici, pontificare delle realtà mai verificate e vivere in un mondo dove si ha sempre ragione e gli altri torto. Beh, non è questo il mondo in cui vorrei vivere, anche se purtroppo ci siamo dentro fino al collo...
      YMan

      Elimina
    5. Credimi, sono d'accordo con te, su per giù. Hai ragione quando dici che siamo immersi in un mondo di dogmatici. I dogmatici del complottismo li conosciamo bene. Dall'altra parte io non riesco a fidarmi completamente delle teorie scientifiche ufficiali perché in primis la scienza evolve spesso per cambio di paradigma (io parlo sempre a sensazione... qui rimastico quel poco che ho letto di Kuhn), e dunque ciò che è creduto vero oggi, e viene difeso magari in maniera accesa, è ciò di cui si sorriderà domani. Abbiamo alternativa? Forse no, però...
      In secundis credo che l'essere, scienziato o no, abbia la tendenza a cercare riscontri e conferme alle sue convinzioni, più che tentare di interpretare i dati di fatto. Penso a quelli del Cicap, a quelli come Odifreddi o Angela...
      Infine so che ci sono scienziati e uomini di potere che in pubblico si attengono alle più rigide e ufficiali teorie scientifiche, ma nei progetti segreti eccetera, si mostrano convinti di tutt'altri paradigmi: penso all'ufologia, alla medianicità, alle ricerche in ambito PSI che addirittura si praticavano nella materialista Unione Sovietica. Ecco allora che a volte la scienza ufficiale diventa una sorta di paravento per le masse, mentre al vertice si seguono tutt'altre convizioni/ricerche/nozioni, anche storiche. Di cui qualcosa traspare, se si uniscono i punti... penso a come ultimamente più di un leader (compreso il reggente della Chiesa ortodossa) abbia fatto visita in Antartide. Cosa ci vanno a fare? Non penso siano semplici gite di piacere.
      Anni fa il nipote di Rumor (presidente del consiglio) e figlio di un Rumor che era plenipotenziario Vaticano, ha dato alle stampe un libro da cui emergeva come questi personaggi fossero soliti fare riunioni ad esempio in una sala situata sotto la sfinge e la piramide di Cheope (è Cheope?) all'insegna della convinzione che vi fosse stata una civiltà precedente la nostra, quella atlantidea. E via di questo passo (il libro si intitola "L'altra Europa", di Paolo Rumor, curato da Giorgio Galli).

      Io penso - ma è solo un mio pensiero - che scampoli di verità possano essere afferrati rivolgendosi a tutti i campi del sapere, non solo all'ambito strettamente scientifico-ufficiale, e poi tirare le somme. Ma ripeto: è solo un mio pensiero.

      Elimina
    6. Per dire: qualche giorno fa il ministro dei trasporti iracheno s'è lanciato in un'intemerata in conferenza stampa per spiegare come dall'attuale territorio iracheno, in tempi antichi, partissero dei razzi dedicati all'esplorazione spaziale. E' una cosa quasi ridicola, se non fosse che, essendo solo l'ultimo di tantissimi episodi analoghi (penso al presidente del consiglio Europeo che poco tempo fa disse che i leader degli altri pianeti erano preoccupati di quanto andava succedendo in Europa...).
      John Podesta, incaricato della Clinton, prima delle elezioni ha fatto il giro delle cancellerie mondiali, per dire che Hillary, nel caso in cui uscisse vincitrice, farà delle ammissioni sull'Area 51 e analoghi fatti (e chissà quante cose non ammetterà).

      Io spero che questo giorno venga presto, perché, per quanto poi sti alieni possano anche venire a bombardarci con il laser, sarà un sottile piacere poter dire a Odifreddi, quando magari saremo rifugiato (inutilmente) nello stesso bunker super segreto, "cazzo hai visto chi aveva ragione?". :)

      Elimina
    7. ....poi, en passant, per giustificare la mia posizione, che potrà apparire presuntuosa o cazzona a seconda dei punti di visto, mi sento di dire che poco tempo fa, essendomi io anche occupato di neuroscienze, mi trovai in mezzo (come collaboratore/divulgatore) a una serie di scoperte che vennero boicottate e ostacolate da parte di chi deteneva le leve della comunità scientifica italiana, nonostante lo scopritore di questi protocolli fosse anch'egli persona con la sua bella posizione nell'ambito accademico tricolore.
      E' stato solamente grazie a un casuale e fortuito intervento di un guru della ricerca scientifica - questa volta a stelle e strisce - se quel tipo di approccio/protocollo rivoluzionario rispetto a ciò che si credeva di sapere (e faceva comodo sapere, dato che un cambio di paradigma avrebbe potuto mettere in ginocchio un terzo di quel settore) sta potendo continuare il suo percorso (io poi me ne sono disinteressato mio malgrado, perché non soddisfatto della mia posizione professionale in quell'ambito).

      Elimina
    8. Come Dottore in Geologia, ho avuto esperienze simili alla tua sia collaborando con archeologi che con altri geologi europei e americani.
      Anche la scienza può essere dogmatica, ma si rimetterà sempre in causa sono al prossimo dogma, è nel suo DNA.
      Qui non ci sono presuntuosi o cazzoni, solo gente che a modo suo cerca la "verità". Però, quando si ha lo spirito libero e ci si mette in cerca della"verità", occorre essere pronti a dire: "Avevo torto". Nella speranza, ovviamente, di poter dire: "Avevo ragione!" - ma senza fare drammi nel caso contrario.
      YMan

      Elimina
    9. Esatto, caro YMan, proprio l'aria che spero si respirerà sempre in questo blog, fino a quando avrà senso tenerlo in piedi. Anch'io, come voi, ho conosciuto da vicino il mondo accademico: sono stato professore a contratto presso l'Università di Bologna e so bene che una qualsiasi idea, prima di essere presa in considerazione, deve oltrepassare un numero imprecisato di livelli di baronie, preconcetti e assiomi, tanto che per il quieto vivere uno preferisce starsene zitto.
      Ho sempre pensato che questo fosse il solo vero limite della ricerca italiana (ed in misura minore anche estera).
      Forse un giorno le cose cambieranno in meglio, ma finché saranno le poltrone, i finanziamenti dati alla "cordata giusta", la politica, ad animare la ricerca, la vedo piuttosto dura.

      Elimina
  67. http://sebirblu.blogspot.it/2016/09/putin-ci-avvisa-del-pericolo-imminente.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo link è passato sotto silenzio, ma è davvero interessante. E' vero che a volte hanno messo in bocca a Putin parole che non ha detto, ma qui mi sembra tutto molto reale. Che ne pensate?
      Inoltre, in un impeto di scetticismo, tempo fa ho ascoltato diverse interviste di Putin e veramente i toni che spesso usa sono quelli indicati anche in questo link.
      Lui è pienamente consapevole delle mire neocolonialiste degli USA e credo sia pronto realmente ad un terzo conflitto mondiale, se sarà necessario.
      D'altronde le profezie che sono qui raccolte lo urlano a gran voce.

      Elimina
  68. Scusa Tianos L, non avevo visto il tuo intervento.
    Da appassionanti di mitologia, vorrei chiederti a quale mito ti riferisci in cui la Luna sarebbe stata assente in cielo ?
    Conosco il Sole fermo sopra l'Egitto, col Sole nascosto in Giappone (il che significherebbe un rallentamento della rotazione terrestre sul suo asse fino a coincidere con il moto di rivoluzione attorno al Sole. Un po' come Mercurio, o la Luna intorno alla Terra). Tuttavia mi manca l'assenza di luna.
    Grazie YMan

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non se fosse un mito o meno. Io ho sentito le stesse storie, anche a livello di tentativi di divulgazione scientifica.
      Mi vengono in mente dei lavori di scienziati russi del periodo sovietico, pubblicati anche su riviste peer to peer, in cui si avanzava l'ipotesi che la Luna fosse un satellite artificiale, introdotto per una serie di motivi: alcuni arguibili, alcuni evidentemente no.
      Si faceva menzione del fatto che rimbombasse durante i terremoti come se all'interno fosse vuota, o qualcosa del genere; si faceva riferimento al fatto che fosse stranamente funzionale a tenere l'asse della Terra in questa inclinazione (o qualcosa del genere... so che non sono molto scientifico, ma vado a memoria); si faceva menzione poi che fosse guarda caso alla giusta distanza per creare eclissi di Sole praticamente perfette (cioè i due dischi planetari finiscono più o meno per coincidere).

      Anche in Gurdjieff ci sono racconti analoghi (Gurdjieff sosteneva di averli appresi in testi presenti in antichi monasteri mediorientali). Dopo una certa conflagrazione celeste, la Luna doveva servire a riequilibrare la rotazione terrestre, e gli altri fenomeni ad essa collegati. Non saprei dire per quali motivi.

      Elimina
    2. naturalmente potrebbero benissimo essere parte di "commedie" dell'epoca ma:
      Ippolito di Roma, un autore cristiano del II secolo, nel suo Refutatio Omnium Haeresium spiega che Anassagora e Democrito, due filosofi della Grecia antica, insegnavano che era esistito un tempo in cui non c’era la Luna.

      Aristotele, nel frammento 591, scrisse che il territorio dell’Arcadia, prima di essere abitato dai greci era occupato dalla popolazione dei Pelasgi, una cultura proto-ellenica che secondo il grande filosofo esisteva prima che ci fosse una luna nel cielo; per questo motivo sono stati chiamati Proseleni. questa sopra è una prova davvero interessante, sopratutto per il nome proseleni.

      Plutarco ne Le Questioni Romane parla degli arcadi come delle persone pre-lunari. Infine, il grammatico romano Censorino allude ad un tempo passato, quando non c’era la luna nel cielo.

      riguardo il fatto che la luna risuoni come una campana invece non è leggenda ma scienza i sismogravi infatti lasicati anche dalle missioni americane hanno dimostrato che la luna deve essere in parte vuota, il che spiegherebbe anche , e probabilmente il perchè mostri sempre la stessa faccia alla terra.

      Elimina
  69. p.s. di un'idea pazza del tutto fuori dagli schemi...è se la leggenda dell'antica arca di noe riguardasse.... non continuo perche questo pensiero è fin troppo laterale...persino per me ghghhg

    RispondiElimina
  70. Ciao MBLux, sono Alessandro, e ciao a tutti voi.
    Visito spesso il tuo blog, è ricchissimo, ma come fai ad avere tutte queste fonti??? LOL :)
    Congratulazioni.
    Secondo me, dovresti fare un articolo prossimo venturo sul fenomeno astronomico (20 Novembre 2016-23 Settembre 2017) che coincide abbastanza con una descrizione in chiave cosmologica della donna vestita di sole di Apocalisse 12.
    Ho visto il tuo commento su riguardo il video a questo indirizzo: https://www.youtube.com/watch?v=rUQ9S5TgIYU
    Dici che secondo il video un corpo celeste immane si sconterà con Giove.
    Ebbene, ti faccio e vi faccio venire in mente alcuni messaggi di Anguera su 2 giganti che impattano.
    Saluti
    Alessandro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alessandro, grazie mille. In realtà l'articolo è già praticamente stato scritto qua nell'area commenti dagli altri partecipanti che hanno fatto un gran lavoro :-)
      Parlando con uno di loro, avevo pensato di imbastire un articolo per l'occasione.
      Grazie anche per la segnalazione della comunicazione di Anguera... in effetti non me la ricordavo:

      Madonna di Anguera, 24/01/2009
      "L'urto tra due giganti nell'universo provocherà grandi danni alla Terra. Fuoco cadrà dal cielo e molte regioni della Terra saranno raggiunte".

      Elimina
    2. Come spiegare che questi messaggi d'origine divina facciano riferimento a eventi scientificamente dimostrabili? Voglio dire: se è un evento divino, perché non creare qualcosa di impossibile?
      Boh. Domande notturne.
      YMan

      Elimina
    3. Ciao MBLux, in effetti hai ragione, è stato fatto un articolo nei commenti :)
      Il messaggio è proprio quello che hai postato riguardo l'urto tra 2 corpi celesti di Anguera, e ce n'è un altro, a rigor di meticolosità.
      Qualcuno pensa che quell'urto provocherà l'Avvertimento, che non provocherà danni, ma a me pare il castigo di fuoco di Garabandal o i 3 giorni di buio, giacchè si dice che fuoco cadrà sull' umanità
      Alessandro

      Elimina
    4. Io avevo un po' snobbato queste apparizioni di Anguera, perché... non so, quest'idea delle figure celesti che apparirebbero a intervalli regolari... boh, ma ora sono curioso, mi metterò a leggerle.

      Intanto sulla Luna mi sono messo a guardare dei video su Youtube, e c'è del materiale interessante.

      Un tizio ci ha fatto persino un sito, un po' semplice, forse, ma inizia a introdurre degli argomenti che ho visto essere stati prima elaborati, e poi sviluppati, da altri (si va da scienziati russi fino al solito David Icke):

      http://www.whobuiltthemoon.com

      Elimina
    5. Se ci sono veramente in ballo due corpi celesti, e si prende per buona, anche solo per sviluppare dei ragionamenti, questa impostazione, allora dobbiamo recuperare tutto il materiale che porta in dote i medesimi riferimenti: da Sitchin a Aun Weor col suo Hercolubus, dalla Bibbia di Kolbrin con l'epopea del Distruttore (peccato che non sia mai stata tradotta in italiano: traducono qualsiasi cazzata e non questa... a sto punto mi sa che ci faccio un pensierino) a quella faccenda di Wormwood. Financo a Gurdjieff (quando ho un po' di tempo magari posso copiare i pezzi incriminati).
      Dunque, tirando le somme, si può arguire che un piccolo sistema stellare, coi suoi numerosi pianeti, o forse un pianeta unico a spasso per l'universo, magari corredato da piccole o grandi lune, le quali già in passato possono aver impattato con il pianeta che in precedenza corrispondeva alla fascia degli asteroidi, sia diretto verso il sistema solare: se si dà retta a Sitchin lo si riconoscerà per una sorta di apparenza cruciforme data da una serie di gas e componenti ferrosi che ne circondano l'atmosfera. Passando vicino alla Terra, o lasciando da qualche parte traccia di questo passaggio, verremo raggiunti da quest'atmosfera venefica (i tre giorni di buio nei quali non si deve uscire di casa per non crepare sul colpo per qualcosa che evidentemente si troverà nell'aria). Intanto l'impatto con Giove o con altri pianeti causerà una pioggia di fuoco sotto forma di detriti che raggiungeranno la Terra in più punti (sono i 4 cavalieri dell'Apocalisse? Ognuno è un asteroide?). Il famoso intervallo di tempo tra il primo segno celeste e l'ultimo di cui parla la Madonna di Medjugorjie (come si scrive?) potrebbe corripondere all'intervallo di tempo intercorso tra l'impatto con Giove e il precipitare dei detriti sulla Terra.

      Any thoughts?

      Elimina
    6. HMM, all'inizio anch'io ero molto dubbioso su Anguera.
      Poi mi capitò tra le mani la raccolta dei messaggi tematizzata che ho riportato nell'articolo, "La Madonna di Anguera in una nuova luce"

      ecco il link:
      http://profezierivelazione.blogspot.it/2011/09/la-madonna-di-anguera-in-una-nuova-luce.html

      ... e devo dire che mi sono ricreduto. Ci sono diversi punti chiave comuni al canone profetico, oltre a numerosi centri già avveratisi.
      Sono invece molto dubbioso sulla realtà di Medjugorje.
      Premesso che, a parte i dieci segreti, mai una sola profezia è stata proferita dai veggenti, ci sono tantissimi elementi poco chiari (come, ad esempio, la fantomatica pergamena di Miriana) che rendono tutta la storia molto, molto fumosa.

      Ti passo il sito di Marco Corvaglia, "Medjugorje senza maschera", che in maniera mirabile mette a nudo tutte le contraddizioni di quel fenomeno.

      http://www.marcocorvaglia.com/

      Forse qualcosa di reale c'è stato a Medju, ma solo all'inizio. Oggi campano della rendita dei primi veri messaggi... chiaramente è solo la mia opinione.

      Per il resto, mi fai venire una gran voglia di raccogliere tutto il materiale possibile sull'evento cosmico che, pare, sia parte degli eventi finali. Ho paura che sarebbe un lavoro improbo. Non so davvero se ho il tempo. :-)
      Grazie mille, come sempre.

      Elimina
    7. ...comunque l'ho letto tutto il tuo sito. Forse due volte. L'ho anche segnalato.
      Su Medjugorje io ero scettico. Poi una persona, cui peraltro ho segnalato il tuo sito, mi ha consigliato un libro da cui ho dedotto anch'io che qualcosa, inizialmente, dev'esserci stato. Il libro riportava anche il fatto che si fossero formate due commissioni di studio internazionale, le quali s'erano pronunciate per la genuinità delle testimoni, con tanto di presa d'atto che cadessero effettivamente in trance o in estasi mistica.

      Io ho solo un grillo nell'orecchio a proposito di questi fenomeni. Ormai ho finito di leggere il libro del famoso Corvide, il quale, anche un po' troppo pessimisticamente secondo me, forse anche in base alla ricca bibliografia consultata (che è un po' diversa da quella che ho vagliato io, ma non peggiore), s'è convinto che noi vivremmo in una sorta di Matrix aliena, dove fazioni intergalattiche differenti, ma tutte più o meno malintenzionate, si prenderebbero gioco degli umani anche facendo leva sul sentimento religioso. Dunque ad apparire non sarebbero sempre (per Corvide forse mai...) delle entità spirituali come le abbiamo conosciute sui testi sacri, ma delle entità interdimensionali con una propria agenda.

      Io nel mio piccolo gli ho fatto presente che secondo me nel suo quadro manca qualcosa. Manca un quid.
      E' vero però che anche Monroe, il viaggiatore astrale, al pari di Gurdjieff, sostiene di essersi reso conto che la nostra realtà sia - come dice Gurdjieff - "cibo per la luna." Cioè un collettore di energie positive e negative che, come messo in luce dal caso Amicizia, sarebbero addirittura in grado di far funzionare delle strumentazioni.
      Icke - l'ho scoperto oggi guardando un po' di video sulla Luna - è convinto che il nostro satellite sia un amplificatore di frequenze "arcontiche", un po' come dicevano gli gnostici - discorso sulla Luna a parte.

      Sinceramente fino a poco tempo fa pensavo di essere un po' giunto alla fine del mio percorso di ricerca, quantomeno a livello culturale/spirituale. Invece tutte queste nozioni, magari spurgate dai loro eccessi (come quelli di Icke), coi loro collegamenti (la Matrix, concetto apparentemente folle, potrebbe invece corrispondere alla Maya dell'induismo, e all'illusione spazio-temporale di Monroe) mi fanno pensare che vi sia ancora tanto da studiare.

      Vedendo i video di Icke, e pensando all'Apocalisse, o a quel momento in cui, secondo i messaggi di Medjugorje (e altri?) sperimenteremo direttamente il divino, mi chiedo se l'ingresso nel sistema solare di un oggetto esterno, che possa andare a colpire questo o quel pianeta, e danneggiare la Luna, o il campo magnetico terrestre, o, come dice Parravicini, ad aggiungere un satellite alla Terra e dei pianeti oltre a quelli che conosciamo, non possa andare a disturbare la percezione di questa Maya, e a farci regolare di conseguenza.
      E' solo un ragionamento ad alta voce.

      Elimina
    8. Non conosco il libro del Corvide, ma dalla descrizione che ne dai non rilevo particolari novità rispetto ad altre visioni similari preesistenti.
      Il velo di Maya è la versione millenaria del moderno Matrix. Il concetto gnostico del Demiurgo, che esiste dai tempi di Platone, è la visione pessimistica di una forza arcontica, interposta tra noi ed il vero Dio Assoluto, l'Uno, la Monade. Questa forza ci controlla e ci impedisce di vedere la Verità attraverso il velo che ci ha messo davanti.
      Tutte verità già dette, magari con la variante aliena, o il concetto di interdimensionalità.
      Con questo non voglio certo screditarle, anzi... proprio per la ragione che esistono da millenni, forse sono concetti più che reali.
      Come ho già detto, nel particolare caso delle apparizioni mariane (per non andare a tirare fuori altri fenomeni e iniziare un discorso infinito) abbiamo per certo volontà ed intenti di natura differente da parte delle diverse "marie" sparse per il mondo. Per il cristiano\cattolico è il gioco di Satana, che in alcune occasioni si finge Maria per diffondere menzogne miste a verità a servizio del proprio gioco. Per il Corvide sono tutte EBE di fazioni differenti.
      Alla fine, se ci pensi bene, sono solo etichette, nomi.
      Noi che scriviamo siamo tutti d'accordo che si tratta di un fenomeno reale e non di finzione (ma esiste anche quella, chiaramente).
      Non credo vi sia mai fine a questo genere di ricerca. Ho notato peraltro che ha un andamento a spirale in cui alcuni concetti ed approcci vengono alternativamente presi e poi abbandonati per poi essere ripresi nuovamente alla luce di nuove conoscenze e sotto altri punti di vista.
      Chissà che a forza di battere il chiodo qualcosa non la si cavi fuori :-) ... ma qualcosa abbiamo già cavato fuori, altrimenti non andremmo avanti in questa ricerca, vero? :-)

      Elimina
    9. HMM ha scritto:
      "...comunque l'ho letto tutto il tuo sito. Forse due volte. L'ho anche segnalato."

      :-D ahahah... scusami allora... non ti rimanderò mai più ad un mio articolo. Mi ha fatto ridere questa cosa perché credo sia la terza volta che ti rimando ad uno dei miei scritti supponendo che tu non l'abbia letto. :-D
      Mi fa veramente piacere che persone come te apprezzino quello che ho fatto qui, dico davvero. Grazie mille.

      Elimina
    10. Sì, ho notato che mi segnalavi il materiale come se non l'avessi letto. Comunque fai bene, perché con tutto quello che leggo alla fine fa sempre comodo che mi si rinfreschi la memoria.

      Non volevo dare l'impressione per spacciare il povero Corvide come un intellettuale della magna Grecia. Pensavo anzi di essere stato critico nei confronti della sua interpretazioni. Avendo letto il libro, a differenza dell'induismo con la teoria della Maya, di certa gnosi con la faccenda degli arconti, di Icke (l'ho scoperto oggi) con la nozione che Saturno e la Luna siano dei trasmettitori di onde vibrazionali che portano alla percezione di una Matrix (fa ridere, se non fosse che tempo fa lessi la storia di un tizio che, dopo aver picchiato la testa, ha cominciato a vedere il mondo fatto a FRATTALI, come nelle simulazioni di realtà virtuale... quale migliore PROVA che potremmo vivere davvero in una realtà simulata, come del resto propongono alcune teorie sia filosofiche che scientifiche, come quella sull'universo olografico proposta da mostri sacri come Bohm o Boylan), fino a Monroe e altri che volevo menzionare ma ho dimenticato dopo aver chiuso la parentesi di una ventina di parole fa...

      Il Corvide però c'è arrivato avendo consultato - questo è quel che ho dedotto - solo la bibliografia di impostazione ufologica. Quindi per certi versi è arrivato alla stessa conclusione in maniera "indipendente" da quanto fatto da grandi personalità o filoni culturali di altre discipline. E quindi è un po' come se questi approcci che non comunicano tra loro si suffragassero a vicenda in ordine al tema della Matrix.

      Elimina
    11. Un altro che esprime concetti simili e proviene dal mondo delle Out of Body Experiences autoindotte è William Buhlmann.
      Mi pare che tempo fa ti suggerii di leggerlo. I suoi resoconti sono veramente affascinanti, per certi versi, molto più di quelli di Monroe.
      Il problema è che anche nei "mondi sottili" pare che l'ente percipiente sia comunque soggetto al Matrix. La soluzione, come sempre, arriva dai grandi Avatara che hanno fatto la loro comparsa nel mondo nel corso delle ere (mi sto rendendo conto che uno che ha poca infarinatura di questa roba, leggendo questo penserà o che parlo un'altra lingua, o che sono totalmente andato di cervello :-)).
      Ognuno di questi Avatar ha sempre parlato la lingua del suo tempo. Sarei curioso di sapere cosa direbbero oggi, alla luce di questa nuova umanità un po' più smaliziata. Forse parlerebbero di EBE, civiltà interdimensionali, o che altro? :-) La matrice comune comunque, resta l'illusorietà dell'Universo manifesto e la possibilità di uscire da questa illusione attraverso un potente atto di volontà introspettivo. Mi fermo qua, perchè forse ho preso una deriva del discorso un po' fuori dal punto focale.
      Se il Corvide ha trovato la quadra passando per un'altra via forse è un ulteriore indizio che non stiamo parlando di stupidaggini.

      Elimina
  71. YMan ha scritto:

    "Come spiegare che questi messaggi d'origine divina facciano riferimento a eventi scientificamente dimostrabili? Voglio dire: se è un evento divino, perché non creare qualcosa di impossibile?"

    Io credo che la profezia sia un'azione di "sola lettura" sul mondo. Nel senso che è uno strumento che rileva eventi attraverso il velo del tempo, ma non può crearli e ciò che può essere evitato, viene evitato solo successivamente attraverso l'azione umana, per presa di coscienza.
    Riprendendo l'esempio dello strike cosmico: l'atto, se così si può chiamare, divino, non c'entra nulla con la profezia di quell'atto. L'evento potrebbe essere parte di un ciclo naturale delle cose; un evolversi prestabilito di eventi naturali che, in simbiosi con l'evolversi delle coscienze umane, dà vita ad un meccanismo evolutivo che, in perfetta sincronia, fa impattare un asteroide sulla Terra nell'esatto momento in cui la storia umana, a livello di coscienza, è pronta a riceverlo.
    La profezia è un mezzo per guardare con un piccolo spioncino questo evento, parte di un perfetto quadro cosmico, prima che questo si manifesti, per il bene delle coscienze di chi è pronto a ricevere tale anticipazione.
    Per questo credo non vi sia bisogno di eventi super normali per queste cose, perché l'opera divina si manifesta continuamente attraverso la Creazione, utilizzando la Creazione stessa.
    Poi nelle profezie si parla anche di un Grande Miracolo e altri eventi non proprio spiegabili scientificamente, ma sono l'eccezione alla regola.

    RispondiElimina
  72. Udite udite...

    "Nel 1980 Hideo Itakawa, pioniere dei programmi missilistici giapponesi, ha utilizzato proiezioni fatte al computer per scoprire che il 19 agosto 1999, subito dopo l'ultima eclissi solare totale del secolo (11 agosto 99 - ved disegno), il Sole e i pianeti si sarebbero disposti in modo da formare una croce. I bracci della croce andranno a cadere nei segni astrologi dell'Acquario, del Toro, del Leone e dello Scorpione, in una disposizione identica a quella dei quattro cavalieri dell'Apocalisse (Ap. 6, 1-8) e che suggerirebbe che siamo entrati nel periodo "apocalittico".

    RispondiElimina
  73. Nonché:

    "Il Vishnu Purana (testo sacro indiano di ca 6000 anni fa, definisce questo fine millennio un' epoca di tenebra - Kali Yuga -- e chiama Stella di Smeraldo un corpo celeste che scombussolerà le orbite dei pianeti, ed apporterà quindi anche alla terra "i cieli nuovi" delle profezie bibliche)."
    (...)
    Jakob Lörber (detto lo "Scrivano di Dio" - 1840 - secondo cui Cristo stesso parlerebbe del Suo ritorno preceduto da fuoco e dardi - "Questo fuoco non colpirà contemporaneamente tutti i punti della terra, bensì solo un luogo dopo l'altro, di modo che agli uomini sia dato sempre tempo e spazio per migliorarsi").

    [questa di Lorber mi ricorda l'idea che Giove venga colpito da un pianeta esterno, che magari nel suo percorso - o delle sue lune - possa impattare con altri corpi celesti, e che in diversi momenti la Terra possa venire colpita dai detriti]

    RispondiElimina
  74. E infine: è in arrivo il minimo di Maunder:

    http://www.express.co.uk/news/science/717559/Earth-ICE-AGE-sun-goes-blank-sunspot

    Ci sono delle profezie in merito, al di là di quelle che, forse, lo chiamano in causa direttamente, come quelle su carestie eccetera (in effetti alcune profezie sulle carestie le imputano spesso alla contaminazione dei generi alimentari in seguito alla guerra nucleare)?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'articolo che hai linkato parla di una nuova era glaciale all'orizzonte.
      Che io ricordi tutti i danni ambientali presenti nelle profezie sono di due tipologie: quelli causati dall'uomo, in primis dall'inquinamento e, successivamente, la descrizione di gravissimi danni causati dall'uso del nucleare (si suppone) e di armi ancora più devastanti. Mi è venuta in mente ora, così, a titolo di esempio, quella quartina di Nostradamus che descrive dei pesci mezzi cotti a causa del calore scatenato nell'acqua (a seguito di una bomba nucleare?) e di una pesante carestia.

      III - 2
      Per il calore salito dal mare,
      I pesci di Negroponte saranno mezzi cotti;
      Gli abitanti li verranno intaccare,
      Quando Rodi e Genova resteranno senza biscotto.

      La seconda tipologia è sempre un gravissimo danno ambientale causato da un evento naturale che, per quel che ricordo io, è sempre in qualche modo legato al fuoco, mai al ghiaccio ed al freddo.
      E' noto nell'ambito delle profezie cristiane il concetto che il prossimo diluvio sarà un "diluvio di fuoco".
      Personalmente nelle mie esegesi di profezie non ho mai riscontrato nessun evento collegato ad una nuova era glaciale.

      Elimina
  75. Ho letto con molto piacere alcuni articoli del blog (ben scritti e leggibili) e mi complimento con il gestore e i collaboratori per il lavoro svolto.
    Dato che ne sapete più di me vi vorrei chiedere un parere sul pdf a questo indirizzo: http://www.royaldevice.com/calendario/terra%20fuori%20orbita-7.pdf
    Secondo l'autore il tempo finirebbe il 21 Luglio 2017.
    http://www.royaldevice.com/1/2172017.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusate ho dimenticato di aggiungere anche questo titolato "La grande tribolazione"
      http://www.royaldevice.com/calendario/La%20GRANDE%20TRIBOLAZIONE.pdf
      in cui cita alcune profezie di Anguera e Ferreira.
      Praticamente la terra si sta muovendo dal suo
      asse e nessuno se ne accorge.

      Elimina
    2. non proprio, gli inuit è già da tempo che denunciano che il sole non sorge più al suo posto

      Elimina
    3. Grazie per la segnalazione! E' un articolo un po' lungo da leggere ed analizzare al volo. Conto di farlo e dirti la mia qua sotto. Se qualche altro partecipante è già al corrente della cosa o se l'è già letto e vuole esprimersi... si faccia avanti :-)

      Posso invece risponderti per quel che riguarda la parte profetica della faccenda.
      L'inclinazione dell'asse è un evento chiave descritto da tantissimi veggenti. Altri lo fanno indirettamente, descrivendo lo stravolgimento delle stagioni negli ultimi tempi.
      Lo stesso Alois Irlmaier dice: "Gennaio sarà così caldo che a un certo momento le zanzare balleranno".
      Edgar Cayce ha previsto uno slittamento dei poli, ci sono diversi cerchi nel grano che fanno riferimento a questo evento e tanti altri veggenti che adesso, a memoria, non mi vengono in mente.
      Anche questo è finito tra gli eventi chiave che ho inserito nella mia timeline e come tutti gli altri, manca solo della conferma che ci darà il tempo.
      Non sapevo degli Inuit, Tianos. Grazie!

      Elimina
  76. Scusate, lancio un appello: qualcuno di voi possiede le profezie del Ragno Nero "datate" 2007 e 2008 ?
    Grazie YMan

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio sogno è che ti risponda Baschera in persona... :-D

      Elimina
  77. MBlux, sul blog di Remox, c'è un commento interessante del dott. G.I. su di te e su questo post...:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sinceramente non ci ho più messo piede dopo l'alterco con l'"invecchiato bene".
      Ad ogni modo riepilogo un paio di punti a beneficio di chi mi legge qui e di chi ha seguito la vicenda:

      - Il lettore che mi segnalò l'intervento pieno di insulti di Vincenzo, l'"invecchiato bene", non è luigiza, che è stato ingiustamente accusato di fare del teatrino insieme a me, ma un altro che segue entrambi i blog.

      - Questo blog, leggere il titolo aiuta, è un archivio di profezie, non un "archivio cattolico di profezie".
      Qui raccolgo profezie di ogni genere e provenienza, senza curarmi di cattolicesimo, buddismo, islamismo, spiritismo e chi più ne ha più ne metta.

      - criticare me, che raccolgo anche sedute medianiche, accusandomi di non essere in linea con la Chiesa Cattolica, facendolo da un sito dedicato a Nostradamus, è completamente ridicolo. RIDICOLO.
      Non mi pare che le centurie di Nostradamus siano lettura domenicale in Chiesa, anzi, seguire tale profeta per i fondamentalisti cattolici, credo sia eresia tanto quanto seguire una seduta medianica.
      Non solo... diversi lettori scagliatisi contro il blog con la tesi spiritista, praticano l'astrologia, uno ha anche un blog dedicato. Non mi pare che l'astrologia sia materia approvata dalla Chiesa Cattolica. Ma di cosa stiamo parlando? Questo si che è peggio di un teatrino da operetta. Non so chi sia il "dott." G.I. (siamo dottori anche noi e non lo mettiamo certo nel nick di internet).
      Scusa il tono, ma questa storia mi sta sinceramente stancando, anche perchè io con quel covo di integralisti non ho proprio niente a che fare. Non ci ho mai messo piede se non dopo la segnalazione di quel lettore.
      Probabilmente se ha attratto quel genere di persone è con la collusione dell'autore del blog, quindi ci metto dentro anche lui. Tranquillo che qua una cosa del genere non succederà mai. Chiudo qui. Scusami ancora per il tono. Non ce l'ho con te, ma volevo chiarire una volta per tutte questa storia.

      Elimina
    2. Ops, non ero al corrente della vostra faida quando qualche giorno o settimana fa linkai il lavoro del Duca dei tempi (apprezzo molto anche il suo blog, devo dire). Magari è colpa mia che è tornato a visitarti, perché avrà visto nei ref gli arrivi da questo sito (o forse no, perché non sono cliccabili)...

      Farò un post oggi proprio su questo argomento. Ho linkato qualche tempo fa una conferenza su Nostradamus a cui parteciparono IL Boscolo, quel fesso di Odifreddi, e un prete piemontese (o un vescovo?), il quale, consultatosi coi suoi "sotto-posti" ebbe parole di apprezzamento su Nostradamus. E per l'appunto sto leggendo il bellissimo lavoro di e su Ionescu, il quale spiega che a suo avviso Nostradamus era stato iniziato a una confraternita di natura cristianeggiante presso il monastero di Orval, dove potrebbe aver messo in pratica gli esercizi tipici dell'esicasmo, la corrente mistica della Chiesa ortodossa. Essendo che sto studiando moltissimo mistica comparata, confraternite iniziatiche, yoga e quant'altro, per mio diletto e interesse personale, anzitutto posso dire che l'esicasmo ha fatto sue dottrine di natura orientale, financo nell'esatta scansione e modalità degli esercizi spirituali. E poi, appunto, se si prende ad esempio a prestito lo sguardo del Guenon, che evita di fare un po' di fatica nel dover partire da zero, o quello di Eliade, penso che non sia difficile intuire che probabilmente tutte le correnti spirituali/religiose sono unite a livello mistico. A volte quelle che persino si ritengo antitetiche (lo si scopre ad esempio dalla simbologia).

      Pensavo di arrivare a pagina 100 del libro di Ionescu, e poi fare una prima parte di riassunto. Secondo me c'è molto materiale che si fa apprezzare.

      Elimina
    3. Chiariamo una buona volta la faccenda e non parliamone più: colui che ha segnalato a MBLUX la diatriba sorta sul blog del Duca dei Tempi (dove non ho mai postato) sono io.
      Mi scuso, ma non pensavo che la cosa prendesse una tale dimensione.
      Mi scuso pure con Luigiza che avrei dovuto discolpare sin dall'inizio: per come lo "conosco" sui vari blogs che frequentiamo, so per certo che sa difendersi da solo.
      Fatto pubblica ammenda, così come l'ho aperta, per me la parentesi si chiude qui
      YMan

      Elimina
    4. naaa. come disse Oscar Wilde con il celebre aforisma “Non importa che se ne parli bene o male, l’importante è che se ne parli”

      Elimina
    5. Te l'ho mandato per mail.
      Sto cercando di rispondere a G.I. ma quel sito ha un sistema di gestione dei commenti allucinante, con quei caricamenti parziali. In sostanza al secondo caricamento si blocca e pare mi abbia cancellato i commenti inseriti.

      Elimina
    6. Posto qui la mia risposta al commento di G.I. del 5 ottobre 2016 scritto sul sito di Remox, nell'articolo sul "Re d'Europa". Visto che dall'altra parte ci sono evidenti problemi di posting.

      C'è un grosso errore in questo suo commento, che parrebbe quasi in malafede e che devo evidenziare prima ancora di risponderle.
      Lei afferma come dato certo il fatto che Baschera abbia utilizzato fonti medianiche per scrivere tutti i suoi libri di profezie. Questa informazione è una mia supposizione, che lei evidentemente ha preso dal mio blog, in questo articolo:

      ANALISI DI PROFEZIE RIPORTATE NELLE OPERE DI RENZO BASCHERA - in due parti
      http://profezierivelazione.blogspot.it/2015/09/analisi-delle-profezie-scritte-sui.html

      Quell'articolo è frutto di un attento studio delle opere del Baschera e del contatto indiretto, attraverso altre persone, con il Baschera stesso, quindi non parlo per sentito dire, o perchè ho preso le informazioni copiandole da un altro blog.
      L'errore sostanziale che lei fa è dare per certa quella che in realtà è solo una delle tante possibilità, anzi, la tesi ufficiale dei critici di Renzo Baschera è che lui abbia omesso di indicare le proprie fonti semplicemente perchè quelle profezie se le era inventate.
      La "tesi medianica" peraltro è opera mia e l'ho illustrata per quello che è, ovvero una mera supposizione. Che io sappia nessun altro l'aveva mai pubblicamente esposta, tant'è che difficilmente la troverà in giro per la rete, se non nel mio blog e in questo suo commento.
      L'unico libro del Baschera in cui palesemente si presentano profezie sotto forma di dettatura medianica è, appunto, "I grandi di ieri ci parlano", ma le date, i luoghi ed i medium di tali comunicazioni sono tutti diversi, e pare che il Baschera abbia fatto solo opera di raccolta.
      E' un errore sostanziale il suo, perchè trasforma una supposizione in una prova provata e un errore come questo poi si diffonde attraverso uno strumento come la rete, diventanto la nuova verità su Baschera.
      Se lei ha le prove tangibili che la Monaca di Dresda, il Monaco Olivetano, il Ragno Nero, le profezie di Rasputin, le profezie di San Basilio, ecc. siano state scritte da reali sedute medianiche, me le mostri che vedrò di valutarle. (continua...)

      Elimina
    7. Detto questo, mi pare che il resto del suo commento sia incentrato sul fatto che le sedute medianiche sono un "abominio del Signore" e che è impossibile distinguere, nel fenomeno della medianità, comunicazioni "leggere" da comunicazioni di alto valore filosofico. E' evidente che lei parla senza minimamente conoscere il fenomeno della medianità.
      Ma prima ancora, le chiedo se, visto dai suoi occhi, l'astrologo, indovino, Nostradamus, che faceva uso di metodologie pagane per le sue divinazioni, soggetto principe di questo blog di cui lei è un partecipante, non sia anch'egli un abominio del Signore.
      Lo sa vero, che Nostradamus, divenuto famoso come indovino, scrittore di Almanacchi di profezie (pare ne pubblicasse uno all'anno, a partire dal 1550) era anche un noto scrittore di oroscopi e venditore di amuleti?
      In sostanza, il caro Nostradamus, era un astrologo e usava metodi di divinazione tranquillamente ascrivibili all'attuale religione\setta della Wicca (ad esempio uso della sfera di cristallo).
      Credenza che non ha nulla di sbagliato in sè, perchè semplicemente si rifà al culto pagano della Dea Madre e del Dio Padre, ma che per un integralista cattolico come lei è ascrivibile al satanismo.
      Tornando alle sedute medianiche, certamente questi "demoni" devono proprio essere un branco di imbecilli, perchè vi sono testi trascritti di tali sedute di una profondità filosofica e morale che raramente ho percepito nei sermoni di qualche sacerdote.
      La cosa bella, è che queste comunicazioni sono volte all'amore reciproco ed alla conoscenza da parte dell'uomo del proprio intimo al fine di far rinascere dentro sè stessi l'Amore Incondizionato per tutte le creature viventi.
      Certamente il gioco di Satana, non c'è che dire...

      Chiudo con uno stralcio la cui fonte è una delle più mirabili fonti medianiche italiane. Si faccia il segno della croce, sta parlando un demone:

      "Preoccupati di santificare il nome del Padre con ciò che fai e con ciò che credi. Col perdonare di più i tuoi simili che, come te, hanno bisogno d'essere
      perdonati. Col non pretendere dagli altri più di quanto sei in grado di pretendere da te stesso. Col fare qualcosa di più che accontentarti di stare al mondo, col convincerti che nessun essere merita il tuo disprezzo o la tua indifferenza. Anzi, null'altro merita se non il tuo amore".
      [...]
      "Perciò, tu avrai capito la vita... non quando amerai i tuoi simili, ma quando tu stesso sarai i tuoi simili e l'amore".

      Elimina
  78. http://www.cogwriter.com/news/prophecy/donald-trump-and-hillary-clinton-debate-but-have-trouble-telling-the-truth/

    RispondiElimina
  79. Oh, gente, io poi sto leggendo quell'autore rumeno menzionato molto positivamente da Patrian, tal Ionescu.
    Sono a pagina 100. Ho buttato giù degli appunti, ma con la scusa che nei commenti non si possono superare i 4096 caratteri, ho un po' di difficoltà col copia incolla.
    Lo so che potrei dividere il testo in messaggi progressivi, però non voglio neanche buttar giù l'enciclopedia post-moderna.

    Dal testo pare che Ionescu abbia previsto anzitutto l'esatta durata del comunismo, lo scandalo Watergate (previsto significa che l'ha detto prima che questi eventi accadessero), mentre a proposito di altre quartine, magari anche celebri, propone interpretazioni originali, spiegando anche come-dove-quando-perché i precedenti (o contemporanei) interpreti si sbaglierebbero. E devo dire che è proprio convincente. Molto più solido del Boscolo o del Ramotti, ad esempio.

    Se la cosa interessa vedo un po' come organizzarmi per postare degli estratti. Non è facile perché la spiegazione di una quartina nel libro talvolta si prolunga per pagine e pagine.

    Ad esempio ricava l'esatta data dell'invasione hitleriana del Belgio, la scoperta dei pianeti extrasolari, la guerra del Viet Nam (la sua esegesi, parola per parola, è veramente incredibile! non può non convincerti, perché solo nelle interpretazioni che propone lui ogni singola lettera trova un senso)...... poi si occupa della precessione degli equinozi, ma soprattutto, passaggio dopo passaggio, emerge in controluce il metodo ispirato cui Nostradamus è ricorso per redigere le sue quartine. E' proprio l'analisi del metodo che convince della giustezza dell'approccio di Ionescu.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me c'è materiale sufficiente per scrivere queste info in un articolo invece che nei commenti.
      Se vuoi passarmi le informazioni "grezze" posso imbastirlo io.
      Veramente interessante, comunque.

      Elimina
    2. Un esempio:

      LA prova con la "p" maiuscola della genialità di Ionescu andrebbe rintracciata nella previsione fatta, ripeto, per tempo, che il comunismo sarebbe caduto nel 1991: esattamente "73 anni e 7 mesi" dopo la presa di potere.
      Ionescu afferma d'aver ricavato l'esatta durata dall'epistola a Enrico, "Roy de France Second". L'epistola, pubblicata nel 1568, sarebbe un testo fondamentale a detta dell'esegeta rumeno. Conterrebbe gli eventi più importanti della storia, e non poteva mancare pertanto la rivoluzione rossa.
      Vediamo la sua parafrasi: "E sarà nel mese d'ottobre che si compirà una grande trasformazione sociale (translation). Sarà talmente sconvolgente da far credere che la terra con la sua gravitazione (la pesanteur) abbia perso il movimento naturale e sprofondi nelle tenebre perpetue. Nel mese di marzo (au mois vernal), si saranno verificati degli avvenimenti anticipatori (seront precedens). Seguiranno degli sconvolgimenti di governi (permutations de regne), contemporaneamente a una guerra mondiale (grand tremblement de terre). Sarà questa la nascita della novella Babilonia, disgraziata figlia della prima, ma molto più grande nei suoi abominii (augmentée par l'abomination) e per il novello olocausto più orrendo del primo (premier holocauste)... e il suo regno durerà solo settantatre anni e sette mesi...
      Anzitutto qui viene indicato il mese, ottobre, appunto, il notissimo ottobre della rivoluzione. Nel presagio 89 (dedicato a ottobre) Nostradamus aveva indicato l'importanza di questo mese. Vediamo la parafrasi dell'autore rumeno: "Ecco il mese che sarà da temere molto per le sciagure che porterà (par maux). I rappresentanti delle classi al potere (seigneurs) saranno tutti sterminati dal flagello della rivolta (peste) e ne conseguiranno carestia (faim), miseria e lotte intestine (quereller).
      Coloro che saranno destituiti dalle loro posizioni (ceux de rebousr) e che fuggiranno in esilio (d'exil), narreranno queste cose nei loro scritti (viendront noter).
      I nuovi capi (grands) si serviranno dello spionaggio e della polizia segreta (secrets) e manderanno a morte (morts) coloro che oseranno rifiutare di sottostare alla nuova ideologia (non de contreroller).
      Dunque... marzo farebbe riferimento alla liquidazione della monarchia da parte del governo Kerenski. Fatto verificatosi nel "temps vernal", come antipasto della rivoluzione ottobrina.
      La prima Babilonia sarebbe invece, secondo l'ipotesi che Ionescu ascrive a Nostradamus, la rivoluzione francese, di cui secondo il pensiero tradizionale cui Ionescu si riferisce, sarebbe la madre della rivoluzione comunista (nel senso che comune è la derivazione illumista, il rifiuto della gerarchia sociale basata su titoli nobiliari, il materialismo...): la seconda Babilonia, rispetto a essa, sarebbe "peggiorata nei suoi abominii."
      Poi c'è l'indicazione della contemporanea guerra mondiale, rispetto alla quale, secondo Ionescu, Nostradamus descrive la configurazione planetaria.
      La cronologia dei "73 anni e 7 mesi" , menzionata in un passo della lettera, Ionescu la aggiunge alla data della presa del potere da parte dei comunisti, fino alla destituzione, se così la possiamo chiamare, di Gorbaciov. Il 25 ottobre del 1917 corrisponderebbe, nel calendario russo (che allora utilizzava il calendario giuliano) al 7 novembre: se si aggiugono 73 anni e 7 mesi, si arriva alla data del giugno del 91 in cui Eltsin venne eletto. Altre date coincidenti sono quella che vedono Lenin fondare ufficialmente il partito il 31 gennaio del 1918, mentre il partito comunista venne sciolto il 29 agosto del 1991.

      Elimina
    3. Poi c'è tutta un'altra parte in cui spiega che 73 anni e 7 mesi sono intercorsi anche tra due eclissi totali di Sole nel medesimo periodo preso in esame... tanta, tanta roba in riferimento alla stessa quartina o passaggio. Mostra tutte le sfaccettature e i livelli contemporaneamente presenti nella profezia nostradamica, e puntualizza che proprio questo è profezia.
      A buttarla qui così, svilisco un po' la profondità di analisi e di approccio dell'esegeta rumeno. Sto pensando che potrei fotografare le pagine a una discreta risoluzione e inviartele, oppure installare uno di quei programmi di dettatura vocale e leggere i passi significativi, e poi inviarti la sbobinatura automatica, anche se da sopra dovresti già cogliere come si interfaccino i termini originale in francese, che a volte si alternano alla spiegazione delle varie etimologie, ad esempio in greco e latino, che restituiscono il senso reale delle quartine, ma che necessitano di essere trascritte pari pari.

      Elimina
    4. Ho sempre pensato che le due epistole di Nostradamus (al figlio Cesare e ad Enrico II... che poi pare sia indirizzata direttamente al Grande Monarca del futuro) fossero ricolme di contenuti profetici, e contenessero, in breve, in forma di sunto, tutta la storia profetica che nello specifico è spiegata nelle quartine.
      L'analisi che fai è veramente interessante e davvero calzante con gli avvenimenti. Io avevo fatto dei tentativi di far coincidere avvenimenti reali al contenuto delle epistole, ma senza riuscirci mai in maniera così precisa.
      Non capisco se da questa sovrapposizione così perfetta tra epistola e fatto storico (caduta del comunismo) Ionescu abbia poi proseguito descrivendo eventi che non sono ancora avvenuti o meno (intendo, sempre basandosi sul contenuto delle epistole e non sulle quartine).
      Per il passaggio di info vedi tu come preferisci. Per me il modo più veloce sono le foto e l'invio per mail. Anche a risoluzioni medie dovrebbe leggersi il testo perfettamente.
      Poi proseguirei il discorso, in questa sede, fino a quando non salta fuori un articolo dedicato! :-)

      Elimina
    5. Ti manderò le foto.
      C'è un passaggio che ho appena terminato di leggere e che si lega a questa cosa che mi hai chiesto, e che poi mi permette pure una riflessione, legata a una cosa che è un immediato sviluppo di un concetto messo in luce da Ionescu. Concetto altresì importantissimo.
      Secondo Ionescu, ben 13 paragrafi dell'epistola, e 26 quartine, parlano del biennio 89-91 e della caduta del comunismo.
      Ionescu ha ben evidenziato due concetti. Vediamo se mi riesce di riassumerli brevemente.

      1) Tipico del profeta, della profezia, è assumere su di sé un'intelligenza superiore, che nell'universo è numero, e, aggiungo io, anche Logos, nel senso di parola. Il Boscolo ama ripetere che Nostradamus fosse un fine linguista, che conoscesse altre lingue, e che se una quartina si riferisce al medio oriente, andrà analizzata non disdegnando la ricerca di parole arabe. E sostiene di avere trovato dei riscontri a questa sua teoria.

      2) Secondo Ionescu, partendo dalla sua esperienza di cittadino ritrovatosi a vivere sotto il comunismo, è un po' come se il punto di vista privilegiato di ogni esegeta locale, consentisse a un individuo, e a lui soltanto, di mettere ben in chiaro le quartine dedicate all'esperienza umana che gli stava capitando di vivere. Ionescu, appunto, è riuscito a scoprire i termini esatti di inizio e di fine del regime sovietico. Le Pelletier, all'epoca, se non ricordo male il nome (ad ogni modo è un francese), aveva effettuato per tempo previsioni corrette sulle sorti di Napoleone III.

      3) Avevo detto due concetti ma ne aggiungo un terzo. Secondo Ramotti ad esempio, le quartine in realtà si fermerebbero agli anni successivi al duemila, dopo il terzo conflitto mondiale. La data del 3797 (la ricordo correttamente?) avrebbe a suo avviso un significato cabalistico preciso. Può essere. Ionescu, invece, è convinto che la data vada presa sul serio. Allora è facile chiedersi: è possibile che un'estensione cronologica tanto vasta, possa aver trovato spazio in in così relativamente poche quartine?

      Quello che mi viene in mente è che l'intelligenza di questa intelligenza cosmica, universale, che si condensa nella profezia, questa realtà che in fondo è numero (tanto che in passato esisteva l'esperienza di oracoli numerici precisissimi, e ne abbiamo avuto ampie riprove all'inizio del '900 in Francia), ma anche linguaggio, e molto di più, è in grado di trovare da sé delle soluzioni linguistico/poetiche (la poesia è l'arte tipica dell'intuizione/ispirazione) in vari idiomi, che si attaglino al contempo a episodi diversi ed epoche diverse tra loro, tali per cui una stessa quartina potrebbe correttamente indicare un avvenimento del 1900, uno del 2000, uno del 2100 e così via, ed essere congegnata per essere colta da quel tal esegeta locale in un momento storico, e da quel tal altro esegeta locale in un altro momento.
      Non so se sono riuscito a farmi capire...

      PS: anche per Ionescu Enrico II è il grande monarca.

      Elimina
  80. http://www.zerohedge.com/news/2014-02-24/conspiracy-theory-true-agents-infiltrate-websites-intending-manipulate-deceive-and-d

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...mmh, essendo un sito che visito spesso, ed essendo che ho inserito io molti dei commenti nella discussione, essendo che il contenuto dell'articolo, e di altri analoghi rintracciabili in rete, dice che ci sono in giro dei troll pagati per ingannare la popolazione e perseguire altri scopi (e sicuramente sarà vero), ed essendo che proprio ieri ho parlato col gestore del blog di gente pagata dai governi che se ne va in giro a fare cerchi del grano per confondere le acque dal fenomeno vero, non so, devo prendere questo commento sul personale?
      Rispetto a cosa si starebbero ingannando le persone, qui? Rispetto a nascondere o meno l'arrivo di un planetoide? La fine del mondo?

      Se qualcuno non gradisce che posti del materiale, non c'è bisogno di fare dei post anonomi.

      Elimina
    2. Oddio, HMM... non credo proprio che il link lì sopra sia rivolto a te. (?)
      Faccio anche un po' fatica a trovare il bandolo della tua trafila di nessi. Il problema dell'anonimato per questo blog è qualcosa di assolutamente recente, da quando ho "liberalizzato" i commenti, senza più moderazione (dal penultimo articolo in avanti).
      Sto iniziando a pensare ora che forse sarebbe educato inserire almeno un nick, oppure c'è la possibilità di impedire il posting anonimo (anche se mi rendo conto che per chi non ha un'utenza di quelle previste, può risultare un po' scomodo riuscire a postare).
      In ogni caso non credo che chi ha messo quel post avesse la minima intenzione di insultare qualcuno di noi. Forse è collegato alle mie recenti discussioni con alcuni utenti del duca, o semplicemente è solo uno dei tanti link.
      L'ho trovato anche interessante. Zero Hedge peraltro è una fonte discretamente autorevole, non proprio un sitarello.
      Se qualcuno non gradisce il materiale che posti, deve passare sul mio corpo :-D ... sei tra i più attivi e produttivi partecipanti al blog! Se ti perdessi ne sarei come minimo dispiaciuto. Ciao!

      Elimina
  81. http://www.royaldevice.com/calendario/terra%20fuori%20orbita-7.pdf

    Inquietante ......

    Videre Nec Videri

    RispondiElimina
  82. http://www.apg29.nu/index.php?artid=25288&hl=it , mi spiace per Trump ,ma sarà una donna a guidare la America nel baratro..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, non è che con questo link abbiamo fugato ogni dubbio eh!? :-)
      Prima di tutto si parla di una serie di visioni avute da un certo William Branham, nel 1933, di "una donna dal grande potere" e successivamente da lui interpretata come una donna presidente degli Stati Uniti, ma, al contempo, lui stesso ha dato altre interpretazioni delle sue visioni, tra cui una teologica secondo cui la donna potrebbe rappresentare la Chiesa.
      Tralascio il commento dell'autore dell'articolo, che specifica che poi questo Branham abbia degenerato nel delirio della follia, ma volendo anche ammettere che sia una profezia che riguardi una donna presidente degli Stati Uniti, perchè non potrebbe essere la stessa indicata nelle Profezie di Papa Giovanni XXIII che riporto nell'articolo e che pare arriverà dopo la tribolazione?
      Con questo non voglio certo dire che ormai è certo che vinca Trump, anzi, al momento pare sia in vantaggio la Clinton, però di certo non è la profezia che riporti ad essere determinante in questa direzione, anche perchè potrebbe non essere nemmeno in conflitto con il mio articolo.
      Ciao e grazie del link!

      Elimina
  83. http://mariaghiorghiu.blogspot.it/2016/09/hillary-clinton-va-fi-noul-presedinte.html?m=1 questa veggente rumena non né sbaglia una..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sorin?

      Una che parla di alieni non mi sembra molto affidabile...

      Elimina
    2. A me ha fatto solo un po' ridere quando quel veggente ha scritto che, in caso di vittoria della Clinton, l'America giungerà alle più alte vette della democrazia e della fede in Gesù Cristo. :-D
      Qui siamo al delirio, non so se avete seguito i recenti retroscena politici della Clinton: parlare di democrazia e di fede mi sembra un tantino fuori luogo. :-D

      Elimina
  84. Nella Bibbia, il ragno e la sua ragnatela vengono identificati con il male e le sue trappole, che vanno a ricadere sugli uomini deboli e stolti.

    Isaia 59,5
    «Dischiudono uova di serpenti velenosi,
    tessono tele di ragno;
    chi mangia quelle uova morirà,
    e dall'uovo schiacciato esce una vipera.»

    Solo queste poche osservazioni, su un solo libro, avrebbero dovuto far riflettere i lettori cristiani avveduti.
    Ma l'autore ha continuato a pubblicare libri esoterici, senza mai indicare le sue fonti.
    Ho citato in precedenza altre opere di Baschera, tutte incentrate su esoterismo e medianità:

    Le Profezie del Ragno Nero, Ed. Armenia, 1972
    Le profezie della monaca di Dresda, edizioni MEB collana Astrologia, 1976
    I poteri esoterici degli animali e delle piante, Mondadori, 1987
    Le Profezie della Santa Sindone, ed. MEB, Milano 1988
    Magia verde: antichi insegnamenti di pranoterapia vegetale, Mondadori, 1989
    Lo spazio magico, Mondadori, 1990
    Il mistero di San Pietroburgo, Oscar Mondadori, 1992 (sul monaco Basilio)
    Le ricette magiche di Nostradamus e altri contemporanei, ed. MEB, 1995
    I grandi di ieri ci parlano del mondo di domani. Eccezionali contatti medianici con Mussolini, Churchill, Roosevelt, Stalin, De Gaulle e Hitler, MEB, 1995

    Si potrebbe dire che nel 1995, con la pubblicazione di quest'ultimo libro, Baschera sia uscito definitivamente allo scoperto e si sia, in un certo senso, "tradito".
    La cosa, però, già si sospettava ampiamente in ambito cattolico, per l'afflato spiritico di molti suoi libri (direi: puzzo spiritico), ma nel 1995 si è manifestata pienamente:

    "...la realizzazione di questo libro ha richiesto anni d'intenso lavoro. Sono stati esaminati circa tremila resoconti di sedute medianiche e più di duemila «dichiarazioni» di sensitivi (o pseudo tali) di tutto il mondo, per arrivare a presentare ai Lettori una quarantina di contatti con entità astrali." (Renzo Baschera, introduzione)


    "La "tesi medianica" peraltro è opera mia e l'ho illustrata per quello che è, ovvero una mera supposizione... L'unico libro del Baschera in cui palesemente si presentano profezie sotto forma di dettatura medianica è, appunto, "I grandi di ieri ci parlano"..." (MBLux)

    No. Manifestamente, quello del 1995 è l'unico libro dichiarato in cui si presentano profezie sotto forma di dettatura medianica, ma occultamente e inconfessatamente tutti i libri che ho citato attingono dal mondo esoterico e magico.
    Lo dimostrano gli argomenti trattati e la non-volontà di dichiarare le fonti (per le profezie).


    "E' un errore sostanziale il suo, perché trasforma una supposizione in una prova provata e un errore come questo poi si diffonde attraverso uno strumento come la rete, diventando la nuova verità su Baschera. Se lei ha le prove tangibili che la Monaca di Dresda, il Monaco Olivetano, il Ragno Nero, le profezie di Rasputin, le profezie di San Basilio, ecc. siano state scritte da reali sedute medianiche, me le mostri che vedrò di valutarle." (MBLux)

    Vede che lei non sa cosa sia non solo la ricerca storica, ma anche il discernimento cristiano e come si faccia?

    Sarei felicissimo se questa verità sui libri di Baschera si diffondesse attraverso la rete! Metterebbe in guardia tante anime ignare.

    Ha mai sentito parlare, se ha fatto studi giuridici, di "onere della prova"?
    Fin dal diritto romano esiste una regola sacrosanta:
    "Onus probandi incumbit ei qui dicit", (l'onere della prova incombe su chi afferma).

    L'onere della prova è un principio giuridico generale secondo il quale, chi vuole dimostrare l'esistenza di un fatto, ha l'OBBLIGO di fornire le prove per l'esistenza del fatto stesso.
    Se non ci fosse questo principio, sarebbero condannati degli innocenti che non sono in grado di dimostrare la loro innocenza.
    Invece, è l'attore (colui che afferma o accusa), che deve dimostrare ciò che dice.

    (continua...)

    RispondiElimina
  85. Questo vale in ambito civilistico, maggiormente in ambito penalistico (presunzione d'innocenza), e vale anche in ambito storiografico (o letterario).

    Secondo lei, dovrei essere io a provare la non autenticità degli scritti di Baschera?
    Ciò è assurdo e sovverte ogni principio di critica storica.

    Chi pubblica una profezia, ha l'onere di provare le sue fonti. Se non lo fa (e questo vale per ogni Baschera di turno e per tutti coloro che riproducono le sue opere), vuol dire che non è credibile.

    Faccio un esempio. Esistono tante opere letterarie famose, di cui si conosce l'esistenza (si conosce che sono state scritte), ma che non sono mai giunte a noi, perché andate perdute (es. il "Margite" di Omero, le "Origines" di Catone, gli "Annales" di Ennio, l' "Hortensius" di Cicerone...ecc.).
    Domani pubblico un libro in cui affermo di aver ritrovato, in un antico palinsesto, un'opera ritenuta perduta.
    Non sono forse io tenuto a dimostrare a tutta la critica storica e letteraria la fonte (il manoscritto) che riporta quell'opera? O dovrò aspettare che qualche lettore erudito mi sconfessi, dimostrando la non autenticità della mia pubblicazione?
    Mi pare che la domanda sia più che retorica.
    Se non riuscirò a esibire alla critica le fonti che millanto, non sarò nemmeno preso in considerazione.
    Questo è accaduto per Baschera: è stato ritenuto un mistificatore dagli storici, eppure il pubblico (senza alcun senso critico) continua a leggere e a dare credito alle sue opere (lei tra questi).

    In realtà, poiché Baschera ha rinunciato a indicare le sue fonti, è possibile formulare soltanto due ipotesi:
    1) teoria dell'invenzione (egli o altri avrebbe inventato di sana pianta quegli scritti e quelle profezie).
    2) teoria medianica (sarebbero comunicazioni spiritiche).

    Nel diritto, oltra alla prova rappresentativa (o storica), esiste la prova indiziaria, e si può condannare qualcuno anche solo basandosi su INDIZI che siano "gravi, precisi e concordanti".

    Tenendo conto di tutta la produzione saggistica di Baschera fin dagli anni '70, degli argomenti trattati, attinti costantemente dal mondo dell'occulto, della sua stessa ammissione nella prefazione del libro del 1995, e di tante altre cose che sarebbe lungo enumerare, tutti indizi che vanno in un'unica direzione (---> medianità), fino a che l'autore non dimostri il contrario (lui ha l'onere della prova), noi siamo giustamente autorizzati a ritenere che ALCUNE delle sue opere contenenti presunte profezie (quindi non tutte le opere) sono frutto di comunicazioni medianiche, spacciate per autentiche profezie ritrovate in antichi manoscritti.

    La teoria dell'invenzione non va nemmeno presa in considerazione, per un motivo evidentissimo: quegli scritti e quelle profezie non potrebbero mai essere stati inventati da Baschera, sia perché lontanissimi dalla sua cifra stilistica, sia perché presentano contenuti troppo complessi e inconsueti, anche per un grande scrittore. Sono tipica opera di spiriti astutissimi e intelligentissimi (chi è esperto della letteratura medianica lo avverte subito).

    Quindi: "Se lei ha le prove tangibili ..."?!

    No, non ho prove tangibili. Ho indizi gravi, precisi e concordanti, che per me sono più che sufficienti.

    In altre epoche, al tribunale ecclesiastico della Santa Inquisizione, sulla base dei gravi indizi citati e nel rispetto di quel sacrosanto principio giuridico sopra citato, Baschera sarebbe stato condannato fin dalla sua prima pubblicazione (messo all'Indice) o ... "convinto" a rivelare le sue fonti. Ma si sa, oggi la Chiesa ha criteri ritenuti più garantisti...

    Il sito di Remox, per dei problemi di caricamento, mi aveva cancellato l'appendice con la mia bibliografia (ora è ritornata visibile).
    Qui c'è il testo del libro di Baschera da cui ho citato (non ho certo attinto dal suo blog):
    http://www.escatologia.biz/i_grandi_di_ieri_ci_parlano.htm

    (continua...)

    RispondiElimina
  86. Comunque sia, anche non volendo credere agli indizi e ammettendo (per un istante) che le altre opere di Baschera siano autentiche profezie ritrovate, se ci limitiamo soltanto alla presunta profezia oggetto di questo post, essa è certissimamente una comunicazione medianica, per stessa ammissione dell'autore. Opera, cioè, di SPIRITISMO.
    Perciò, non cerchi di sviare il discorso: sotto esame è la comunicazione medianica da lei citata (non gli altri libri).

    "Ma prima ancora, le chiedo se, visto dai suoi occhi, l'astrologo, indovino, Nostradamus, che faceva uso di metodologie pagane per le sue divinazioni, soggetto principe di questo blog di cui lei è un partecipante, non sia anch'egli un abominio del Signore." (MBLux)

    E con questo? Perché dice a me queste cose?
    So bene chi era Nostradamus, ma lei confonde me con l'autore del blog (Remox). Il blog non è mio, né io condivido tutta l'impostazione di esso. Sono solo un commentatore. O perché posto qualche commento lì, significa che approvi tutti i suoi contenuti? Non sa (evidentemente non lo sa) che i miei commenti sono quasi sempre su argomenti cattolici (soprattutto apparizioni mariane)?
    Scrivo commenti su molti blog (anche in lingua inglese e spagnola), ma questo non significa che condivida i contenuti di ognuno di essi. Per esempio, non condivido quasi nulla del suo blog, eppure sto scrivendo un commento qui. Che vuol dire?
    Anzi, spesso i miei commenti sono per correggere errori, inesattezze, bufale, ecc. o per rispondere alle domande di altri commentatori, o per dare contributi di miglioria, sempre in chiave cattolica. Che ho a che fare io con altri commentatori che praticano l'astrologia? Ripeto, il blog non è mio.
    Mi sembrano argomenti insensati.

    Riguardo a Nostradamus, ho letto qualcosa anch'io.
    La sua famiglia era di origine ebrea, ma convertita al cristianesimo, e il piccolo Michel venne educato nella fede cattolica.
    Michel de Notre Dame era un medico. E non era, per i tempi, affatto insolito che un medico fosse anche un astrologo. Durante il Rinascimento italiano c'erano matematici che erano anche astrologi. Per dire. E non era affatto insolito che si ricorresse agli astri ANCHE per curare.
    Durante il Rinascimento, presso tutte le corti europee, la conoscenza dell'astrologia fu tenuta in grande considerazione, specialmente presso quella francese durante il regno di Caterina de' Medici. Infatti, il suo astrologo di corte fu Nostradamus.
    Studioso di astrologia fu anche Papa Sisto IV (1414-1484) il quale ordinò all'astrologo Lorenzo Bonincontri, di istituire dei corsi di astrologia. Alcuni Papi del '400 si circondarono di astrologi, e altre volte furono loro stessi a praticare la scienza degli astri.
    Va ricordato che oltre a Papa Sisto IV, ci fu papa Giulio II che fece calcolare dagli astrologi il giorno migliore per la sua incoronazione al soglio pontificio; e Papa Paolo III che chiese agli astrologi i giorni che meglio avrebbero influenzato il Concilio di Trento. Non dimentichiamo Papa Leone X che fondò nientemeno che una cattedra di Astrologia all'Università della Sapienza di Roma.

    Poco più di un secolo dopo, però, Urbano VIII, prese una iniziativa molto diversa, redigendo nel 1631 la Bolla papale "Inscrutabilis iudiciorum Dei", attraverso la quale si minacciava la pena di morte per i cultori dell'astrologia, dando anche direttive efficaci per far cessare le tante stregonerie e le pratiche superstiziose in generale.
    Con l'avvento di Newton (1642-1727), l'astronomia si staccò definitivamente dall'astrologia.
    https://sites.google.com/site/alioscias/a-s-t-r-o-l-o-g-i-a/astrologia-e-i-papi

    (continua...)

    RispondiElimina
  87. Oggi, la Chiesa, per evitare gli abusi passati, si mantiene sulla stessa posizione:
    "Tutte le forme di divinazione sono da respingere: ricorso a Satana o ai demoni, evocazione dei morti o altre pratiche che a torto si ritiene che svelino l'avvenire. La consultazione degli oroscopi, l'astrologia, la chiromanzia, l'interpretazione dei presagi e delle sorti, i fenomeni di veggenza, il ricorso ai medium ..." (Catechismo 2116).

    A dimostrare che Nostradamus non fosse Cattolico c'è poco. Il fatto che era praticamente "obbligato" al Cattolicesimo, non significa in sé che non fosse davvero cattolico.

    "Taluni ritengono che Nostradamus avesse il timore di essere perseguitato per eresia dall'inquisizione, ma né le profezie né la sua attività astrologica furono oggetto di attenzione da parte dell'Inquisizione. I rapporti con la Chiesa cattolica come medico e guaritore furono eccellenti e la sua breve prigionia nel 1561 avvenne solo in relazione al fatto che un almanacco fu pubblicato senza previa approvazione del vescovo, violando così un decreto reale."
    https://it.wikipedia.org/wiki/Nostradamus

    Gli almanacchi, come ogni altro scritto, erano sempre approvati dall'autorità ecclesiastica. Nulla si poteva fare, a quel tempo, senza il permesso della Chiesa.

    Inoltre, c'è una grande differenza tra l'astrologia rinascimentale e la negromanzia.

    L'astrologia rinascimentale era lo studio della presunta influenza degli astri sul destino degli uomini. Lo studio degli astri, dei loro movimenti e della loro corrispondenza con gli eventi umani, partiva dal presupposto di una corrispondenza fra il mondo celeste e il mondo terrestre. Se si limitava a questo, era solo studio e interpretazione (anche predittiva) dei fenomeni celesti e del corso degli astri.
    Altra cosa è la divinazione, ossia l'arte del conoscere le cose segrete presenti e future, mediante l'evocazione degli spiriti dei morti: questa si chiama negromanzia.

    Per rispondere alla sua domanda, non so se Nostradamus sia in abominio al Signore per le sue divinazioni. E non mi interessa, perché non è tra le mie letture preferite, né è stato mai per me un idolo. Mi interesso prevalentemente di profezie mariane.


    "Detto questo, mi pare che il resto del suo commento sia incentrato sul fatto che le sedute medianiche sono un "abominio del Signore" e che è impossibile distinguere, nel fenomeno della medianità, comunicazioni "leggere" da comunicazioni di alto valore filosofico. E' evidente che lei parla senza minimamente conoscere il fenomeno della medianità." (MBLux)

    Beh, vediamo un po' se conosco o no il fenomeno della medianità.
    Qui entriamo nel campo filosofico-teologico che più mi interessa e che più mi preme precisare.

    Molte persone si avvicinano allo Spiritismo proprio a causa della 'predicazione' cristiana delle entità. Un gran numero di cristiani (cattolici e protestanti) pensano di trovare conferma alla loro fede ascoltando le guide spiritiche.
    Molto frequentemente, le cosiddette "entità di luce" amano accreditarsi facendo riferimento agli elementi della fede cristiana. Ci sono entità che dicono di vivere a stretto contatto con Gesù Cristo; altre, non meno pretenziose, si fanno annunciatrici della 'Madonna'; in gran numero sono gli spiriti che si dicono inviati per spronarci a leggere la Bibbia, e così via.
    Il Cristianesimo, però, non è l'unico soggetto dei contatti medianici: fanno spesso capolino spiriti ecumenici, induisti, buddisti e perfino agnostici. Come non rimanere perplessi di fronte a tanta confusione?

    Qui non posso certo soffermarmi a illustrare le menzogne e i pericoli dello Spiritismo.
    Quello che mi interessa sottolineare è che lo Spiritismo non ha nulla a che vedere con l'autentica Fede cristiana. Anzi, esso è opposto al Cristianesimo.

    Per un'analisi dal punto di vista anche teologico, rimando all'approfondimento del GRIS:
    http://www.gris-imola.it/esoterismo/spiritismo.php

    (continua...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un articolo più semplice e schematico: 21 motivi perché un cattolico non può essere spiritista:
      http://it.aleteia.org/2015/07/13/ecco-perche-un-cattolico-non-puo-credere-allo-spiritismo/

      Un libro di un esorcista:
      Padre Francesco Bamonte, "I danni dello spiritismo. L'azione occulta del Maligno nelle presunte comunicazioni con l'aldilà", Ed. ANCORA, 2003

      Occorre dire a chiare lettere che lo spiritismo si oppone radicalmente alla Fede cristiana. Esso ha rinunciato a ogni dogma del cristianesimo; ha respinto la Bibbia quale Parola ispirata da Dio; ha rifiutato di credere in Dio quale persona, sostituendo alla fede il panteismo; ha respinto con sdegno la Divinità di Cristo, il suo sacrificio espiatorio, il suo secondo avvento (parusia), la resurrezione del corpo, ecc..

      Gli spiriti (lo Spiritismo) vogliono creare una nuova religione dell'umanità, una religione universale. Per questo hanno scelto il loro profeta: è Allan Kardec, pedagogista francese (1804-1869), che già nel 1857, nel suo Libro degli spiriti, insegnava che era giunto il tempo in cui l'umanità doveva ricevere dall'aldilà delle rivelazioni sensazionali, tese a spiegare le "oscure e allegoriche" parole del Cristo. Le chiarificazioni delle entità vennero accuratamente raggruppate e ordinate dal Kardec per formare il famoso Vangelo degli spiriti.
      Ma il vangelo degli spiriti non è lo stesso Vangelo di Cristo.

      Fu Kardec, infatti, a strutturare la dottrina spiritista all'interno dei suoi famosi cinque libri:
      1) Il libro degli Spiriti,
      2) Il libro dei medium,
      3) Il Vangelo secondo gli Spiriti,
      4) Il Cielo e l'Inferno,
      5) La Genesi.

      Lo Spiritismo predica la carità, l'umiltà, la solidarietà, l'abnegazione e la fratellanza universale, richiamandosi agli insegnamenti di Gesù Cristo, ma nella sostanza, rinnega completamente la Fede cristiana.
      Afferma che gli spiriti non sono altro che le anime disincarnate degli uomini.
      Non ammette la presenza di angeli o demoni come esseri separati dalla creazione divina, ma solo come spiriti con maggiore o minore evoluzione spirituale.
      Non ammette l'inferno come luogo di espiazione eterna delle pene.
      Si fonda sui concetti di pluralità delle esistenze e offre una spiegazione della reincarnazione, vista non come un infinito ciclo di sofferenze senza scopo, ma come un progressivo perfezionamento morale di esperienze terrene, il quale termina una volta raggiunto uno stadio di progresso morale avanzato.
      Presenta Gesù come un grande medium e asserisce che il cristianesimo nacque da una seduta spiritica, ecc., ecc.

      Insomma, un enorme cumulo di eresie (dal punto di vista cristiano).

      La Chiesa cattolica (ma anche altre confessioni cristiane) ha sempre combattuto la comunicazione con gli spiriti, considerata di per sé REALE, ma interpretata come opera di natura luciferina e demoniaca, pertanto vietata, poiché considerata potenzialmente PERICOLOSISSIMA, per via di un divieto biblico della legge mosaica che proibisce ogni forma di divinazione.

      Kardec obietta ai cristiani che, se le comunicazioni sono precedute da sincere preghiere a Dio e fatte rispettosamente con ottime intenzioni, non vi sarebbe nulla di diverso da una comunicazione tra persone civili viventi. Al contrario, secondo gli spiritisti, se condotte al di fuori di un contesto di preghiera a Dio e solo per frivola curiosità o per divinazione, allora il rischio di imbattersi in entità malevole è molto elevato e pericoloso. Anche gli spiritisti condannano senza riserve la divinazione, ossia la richiesta di prevedere il futuro o la fortuna, in quanto, secondo la dottrina, gli spiriti non conoscono affatto il futuro.
      https://it.wikipedia.org/wiki/Spiritismo

      Su questo punto volevo un po' soffermarmi.

      Dunque, anche secondo lo Spiritismo, gli spiriti non conoscono il futuro.

      (continua...)

      Elimina
    2. E, per la serie, "lei parla senza minimamente conoscere il fenomeno della medianità", le cito le fonti (così nessuno dirà che sono mie illazioni):

      Da "Il libro dei medium", Edizioni Mediterranee, 1992
      § 289 - Conoscenza dell'avvenire, pag. 266
      http://www.labirintomagico.it/wp-content/uploads/2012/09/IL-LIBRO-DEI-MEDIUM-ALLAN-KARDEC.pdf

      in lingua originale,
      § 289 - Questions sur l'avenir, pag. 304
      http://www.spirite.be/livres/fr/allankardec-mediums.pdf

      Se anche Kardec, che è il codificatore dello Spiritismo, pur tra tanti errori teologici, ammette che gli spiriti che si consultano nelle sedute medianiche, in generale non possono conoscere il futuro, nello specifico si prendono gioco di coloro che fanno richieste di predizione di eventi futuri (sempre perché non lo conoscono), dunque, in questo post, di cosa avete discusso?
      Di una predizione medianica, che a detta della stessa dottrina spiritista, o non può esistere o se esiste, è falsa, essendo una beffa degli spiriti, che con la loro comunicazione menzognera e ingannevole, si divertono a punire la curiosità dei richiedenti.

      Ecco cosa significa DISCERNIMENTO (di cui ho parlato all'inizio), e che lei non ha saputo esercitare.
      Sono io o lei a non conoscere il fenomeno della medianità?

      L’entità dichiaratasi Mussolini, non può essere l’anima di Mussolini, perché le anime dei defunti sono sotto il potere di Dio e Dio non permette loro di comunicare nelle varie sedute spiritiche, evocate dai medium (la negromanzia, l’abbiamo detto, è in abominio a Dio; e se Dio detesta una cosa non può dare il permesso di farla, perché andrebbe contro Sé stesso).
      Se allora non è l’anima di Mussolini, è evidentemente un falso spirito (cioè uno spirito maligno), che è totalmente inaffidabile. Gli spiriti maligni non hanno da Dio la missione di far conoscere il futuro. Se conoscono qualcosa, lo conoscono solo per deduzione, ma non da Dio.

      Tutta la tradizione cristiana, sia teologica che spirituale, è unanime nel ritenere che il demonio e gli spiriti maligni non possono conoscere e, quindi, predire il futuro (essendo creature).

      San Tommaso d'Aquino, dottore della Chiesa, afferma nella "Summa Theologiae" (I q.57 art.3) che: «Il futuro, direttamente come è in sé stesso, non può essere conosciuto da alcun intelletto creato». È dunque impossibile ad una mente finita conoscere fatti che ancora non esistono. Le creature - e quindi anche i demoni, gli spiriti - possono fare solo congetture o deduzioni.
      http://www.gliscritti.it/dchiesa/summat/parte10.htm#h4288

      San Giovanni della Croce, altro dottore della Chiesa, nel secondo libro della "Salita al monte Carmelo", al capitolo 21, afferma che il demonio «può con somma facilità dedurre un certo effetto da una certa causa, anche se poi non accade così perché tutte le cose dipendono dalla volontà divina» (21,7). Offre inoltre un consiglio molto utile anche per il presente, quando afferma che il demonio «è sottilissimo nell'insinuare menzogne, da cui ci si può liberare soltanto fuggendo da ogni rivelazione, visione e locuzione soprannaturale» (21,11).
      http://www.parrocchiasanmichele.eu/phocadownload/buonastampa/san%20g.%20della%20croce%20salita%20al%20carmelo.pdf

      Sarebbe lungo citare altre autorità.
      Aggiungo soltanto la testimonianza di un esorcista, il già citato Padre Francesco Bamonte, religioso dei Servi del Cuore Immacolato di Maria, Presidente dell'Associazione Internazionale Esorcisti (AIE), il quale chiarisce meglio il concetto.

      "Gli angeli e i demoni conoscono il futuro soltanto se è loro rivelato da Dio. Però, essendo essi estremamente perspicaci e abili nel valutare a fondo la realtà delle cose, sono in grado di farsi un'idea più precisa di come si evolve una situazione e prevedere come andrà a finire. Angeli e demoni possono, attraverso le cause seconde, capire meglio quali saranno i loro effetti e dunque possono prevedere il futuro meglio degli uomini. Solo Dio ha una conoscenza perfetta del futuro e dell'intimo del cuore umano. "

      (continua...)

      Elimina
    3. "La conoscenza del futuro è esclusiva di Dio e di coloro ai quali egli lo rivela: Dio non pre-vede, ma vede il futuro. Vede contemporaneamente nel suo presente (nell'ora, nell'adesso dell'eternità) il passato, il presente e il futuro, tutto insieme. I demòni, invece, possono conoscere quello che potrebbe accadere in base a ciò che essi stessi hanno deciso di compiere (sempre che il loro programma non sia poi vanificato dall'intervento di Dio) o in base a ciò che conoscono perché lo hanno pre-visto, ed è ancora ignoto agli uomini. Ad esempio, possono aver individuato in anticipo una perturbazione atmosferica meglio di quanto sia consentito con i nostri strumenti tecnologici o aver visto qualcuno mettersi in viaggio, precederlo e annunziare il suo arrivo. Possono, in misura maggiore rispetto a noi, data la loro natura spirituale, pre-vedere l'avvenire a partire dalle sue cause. Anche quelle stesse cose, però, che i demòni hanno la capacità di preannunciare, avendole osservate nel loro inizio, possono subire improvvise variazioni, a causa di disposizioni da essi completamente ignorate."
      (Padre Francesco Bamonte, Possessioni diaboliche ed esorcismo, Ed. Paoline 2006, pag. 34-35)

      https://books.google.it/books?id=NjFjwPrw2XsC&pg=PA130&lpg=PA130&dq=
      Gli angeli ribelli. Il mistero del male nell'esperienza di un esorcista, Paoline, 2008, pagina 130

      Per questo la Bibbia condanna lo spiritismo e ci avverte di stare lontani da tutto ciò che vi è implicato. I demoni si servono dello spiritismo come i pescatori dell'esca. Il pescatore usa varie esche per prendere vari tipi di pesce. Similmente gli spiriti malvagi usano diverse forme di spiritismo per adescare persone di ogni tipo (dotti, ignoranti, atei, ecc.).

      Le dirò che un grande santo, il beato Bartolo Longo fu talmente preso dallo Spiritismo in gioventù, al punto che divenne SACERDOTE DELLO SPIRITISMO. In una delle sue prime sedute spiritiche, il giovane domandò allo spirito: "Gesù Cristo è Dio?". La risposta fu: "Sì, Gesù Cristo è Dio". La seconda domanda fu: "Sono veri i precetti del decalogo?". "Sono tutti veri, meno il sesto". Durante una seduta spiritica, rimasto solo con il medium, Bartolo Longo sentì sibili di serpenti, stridi di donne e poi visioni di draghi e di cose spaventose. In mezzo a quell'orribile scena e a quel fracasso sentì la voce dello spirito: "Che cosa vuoi da me?". Egli rispose: "Domando quale delle due religioni sia vera, la cattolica o la protestante?". E lo spirito rispose: "Sono tutte e due false".
      Questo è lo Spiritismo: 99 verità, per insinuare anche una sola menzogna (nella migliore delle ipotesi).
      Ma il beato, per grazia di Dio e per le preghiere della Vergine (della quale poi divenne grandissimo apostolo), ottenne l'aiuto di un buon cristiano che riuscì a "farmi svincolare dal SATANICO GIOGO DELLO SPIRITISMO, e ripudiare le sue INFERNALI DOTTRINE, in cui, io per indomabile brama di conoscere la verità, era stato miserevolmente travolto".

      Infernali dottrine!

      http://www.gris-imola.it/ultime_notizie/BeatoBartoloLongodasacerdotespiritistaacattolicoinnamoratodellaMadonna.php

      Si calcola che esistano circa dieci milioni di spiritisti. Il Brasile si distingue come paese dove si conta il maggior numero di seguaci dello spiritismo.
      Dal Makumba si sono diramate: il Candomblé, l'Umbanda, la Quimbanda, il Santo Daime, l'Udv, Omoloko, Santeria, in più altre forme di magia come il Vodoo, come il Palo, Obeah...

      http://laparoladellagraziaedellaverita.blogspot.it/2012/04/spiritismo-e-una-dottrina-satanicail.html


      (continua...)

      Elimina
    4. Ecco perché la Madonna ad Anguera se ne lamenta:

      34 - 5 maggio 1988
      Cari figli, ... Nessuno dovrebbe andare dai falsi profeti per risolvere i problemi, perché essi [sostengono di] lavorare nel nome di Dio solo per ingannare quei figli che non sono ben informati. Piango quando vedo qualcuno dei miei figli dedicarsi allo spiritismo o al candomblé, pensando in tal modo di poter risolvere i propri problemi. Ma essi non fanno che moltiplicare questi problemi. Questi falsi profeti sono già condannati all’inferno e vogliono portare con loro i miei figli innocenti. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Rimanete nella Pace.


      "Chiudo con uno stralcio la cui fonte è una delle più mirabili fonti medianiche italiane. Si faccia il segno della croce, sta parlando un demone..." (MBLux)

      Certo che mi faccio il segno della croce! E le dimostro perché.
      Sempre per la serie "lei parla senza minimamente conoscere il fenomeno della medianità", lei mi ha citato dal libro:
      "Oltre l'illusione: dalle apparenze alla realtà"
      Cerchio Firenze 77
      Edizioni Mediterranee, 1978
      E le dico perfino le pagine dell’edizione cartacea: pag. 59 e 66

      Qui c'è la versione digitale:
      http://www.esoterismoemisteri.com/files/Cerchio-Firenze-77---Oltre-l-illusione.pdf

      Che stoltezza è quella di citarmi uno stralcio di una comunicazione medianica apparentemente spirituale e toccante?
      E le altre comunicazioni tratte dallo stesso libro, le ha dimenticate?
      Come se io non le conoscessi!
      Ogni fenomeno va visto nel suo complesso.
      Mi ha citato solo la parte che le piaceva citare.
      E le altre false dottrine insegnate da questi falsi spiriti: ALAN, FRANCOIS, Maestro VENEZIANO, Maestro ORIENTALE, CLAUDIO, TERESA, KEMPIS, DALI ?
      Sarebbe come citarmi la Bibbia per dimostrare che Dio non esiste:
      «Dio non esiste», recita il Salmo 53,1.
      Soltanto che prima aggiunge: "Lo stolto pensa: «Dio non esiste»".
      Poveri stolti coloro che credono a questi falsi messaggi in cui si parla solo di Amore e subdolamente si svuota la vera dottrina cristiana del suo contenuto centrale: la Chiesa e i Sacramenti.

      Legga, da un'autorità super partes, qual è la dottrina propagandata nei libri del "Cerchio Firenze 77":

      CESNUR
      La dottrina – molte nozioni della quale, come ricorda il già citato Baroni, "rappresentano un retaggio della cultura spiritista e teosofico-occultista della prima metà del Novecento" – rende omaggio ad Allan Kardec, è reincarnazionista ma non manca di temi orientaleggianti e di altri che annunciano il New Age, né di piani astrali, spiriti elementari, gusci eterici, astrologia, facoltà paranormali dell'uomo, sdoppiamenti, Atlantide e gli UFO. Altresì non mancano i rimandi alla mistica cristiana. Tipicamente, coloro che parlano non sono defunti identificati ma "maestri" – esseri più avanzati di noi nel piano dell'evoluzione cosmica – tra cui "Fratello Massone", "Dali", "Kempis", il "Maestro Orientale" e il "Maestro Veneziano".
      http://www.cesnur.com/spiritismo-parapsicologia-ricerca-psichica/il-cerchio-firenze-77/

      Ma basta andare al DIZIONARIO del CERCHIO FIRENZE 77 per rendersi conto in breve dei punti chiave della dottrina del movimento spiritista del medium Francesco Setti:
      http://digilander.libero.it/ciaofra2/libri/10dizionario_cerchio77/Dizionario%20A-F.htm

      Si crede nella non necessità del battesimo e della Chiesa come organizzazione religiosa:

      BATTESIMO - L'"uomo si chiama cristiano quando ama il prossimo suo". Credere di cambiare l'uomo bagnandolo o circoncidendolo equivale a credere di poterlo mutare cambiandogli l'abito. Ma l'opera del Cristo non è fallita. Cristo - la carità, l'amore fraterno - sorgerà nell'intimo di ogni uomo e non già per riconoscimento di una qualsiasi organizzazione religiosa che porti o non porti il suo nome, 239g.


      (continua...)

      Elimina
    5. Fede nella reincarnazione:

      REINCARNAZIONE - "Abbiamo parlato della legge secondo la quale ogni essere amplia sempre di più la sua coscienza, attraverso molteplici incarnazioni. Non è infatti possibile raggiungere in una sola incarnazione, per un essere, una coscienza tale da rispecchiare i più alti ideali morali e religiosi." (da "Maestro, perché?", Roma, Mediterranee, 1985).

      Non potrei mai elencare l'enorme serie di eresie contenute nei libri del "Cerchio Firenze 77".
      Sono tutti i temi classici dello Spiritismo ottocentesco codificato da Kardec, con altri temi New Age più recenti, che di cristiano non hanno proprio nulla, se non l' "AMMORE". Solo di "AMMORE" vago e generico sanno parlare gli spiriti (per ingannare).

      E questa sarebbe "una delle più mirabili fonti medianiche italiane"?


      "La cosa bella, è che queste comunicazioni sono volte all'amore reciproco ed alla conoscenza da parte dell'uomo del proprio intimo al fine di far rinascere dentro sè stessi l'Amore Incondizionato per tutte le creature viventi.
      Certamente il gioco di Satana, non c'è che dire..." (MBLux)

      Lo può dire forte! È proprio il gioco di Satana e degli spiriti maligni parlare in maniera affascinante e raffinata per ingannare anche i più sapienti di questa Terra. Un angelo caduto, rimane sempre uno spirito molto potente e intelligente che supera infinitamente l'uomo più geniale della Terra.

      "Ciò non fa meraviglia, perché anche satana si traveste da angelo di luce.", dice San Paolo (2Corinzi 11,14).

      Ecco come fa ad ingannare! Travestendosi da angelo di luce. Ma dato che Satana si traveste da angelo di luce, è chiaro che può anche parlare come un angelo di luce.
      Ora noi sappiamo che Dio è Luce. Quindi angelo di luce si intende come messaggero da parte di Dio. E a chi appare questo falso messaggero di Dio? A coloro i quali non adorano in spirito e verità il solo Dio Creatore e Salvatore, ma cercano le visioni e adorano altri idoli. Vogliono sentire, vedere e toccare con mano, magari parlare con i morti...
      E Satana fa il suo gioco.

      Ah, stoltezza umana!

      "Mi sono accorto che il vantaggio della sapienza sulla stoltezza
      è il vantaggio della luce sulle tenebre.
      Il saggio ha gli occhi in fronte,
      ma lo stolto cammina nel buio." (Qoelet)

      Geremia 4,22
      «Stolto è il mio popolo:
      non mi conoscono,
      sono figli insipienti,
      senza intelligenza;
      sono esperti nel fare il male,
      ma non sanno compiere il bene».


      "...certamente questi "demoni" devono proprio essere un branco di imbecilli, perché vi sono testi trascritti di tali sedute di una profondità filosofica e morale che raramente ho percepito nei sermoni di qualche sacerdote." (MBLux)

      Nooo! Questi demoni non sono un branco di imbecilli, ma sono spiriti intelligentissimi e astutissimi che si fanno beffe degli imbecilli che prestano fede alle loro menzogne. Come sapientissimi ragni, sanno tessere bene la loro tela malefica per acchiappare gli stolti e gli incauti.

      Ancora per la serie "lei parla senza minimamente conoscere il fenomeno della medianità".
      Alcuni di questi falsi spiriti (Maestro VENEZIANO, Maestro ORIENTALE, KEMPIS, DALI, ecc.) sono i maestri ascesi delle filosofie occulte e del New Age.

      Chi sono i maestri ascesi? Basta fare una ricerca in rete ("maestri ascesi" o "ascended masters").
      https://en.wikipedia.org/wiki/Ascended_master

      Qui non posso dilungarmi su questi concetti teosofici.
      Si fanno chiamare tutti "Maestri di Sapienza" ("Masters of Wisdom").
      Sono i 7 PRINCIPALI MAESTRI DELLA FRATELLANZA BIANCA TERRESTRE.
      The Venetian Master, il Maestro Veneziano, per esempio, sovraintende al terzo raggio (del divino amore).

      http://www.cittadiluce.net/maestri-ascesi-t4920.html
      http://lemeravigliedellanima.blogspot.it/2014/04/maestri-ascesi.html
      http://richardboyden.com/ascended_masters.htm
      https://en.wikipedia.org/wiki/Paul_the_Venetian

      (continua...)

      Elimina
    6. Sono ovviamente molti più di sette (la letteratura occulta parla di circa 140 mila maestri), e secondo gli schemi di madame H.P. Blavatsky e Alice Bailey, questi esseri supervisionano lo sviluppo 'evolutivo' e spirituale della razza umana sia a livello individuale, che in termini di processo di civiltà globale.

      Ma, qui viene il bello: sa chi sono veramente questi Maestri ascesi?

      Ci viene in aiuto l'autorità della Sacra Scrittura.
      Non sono altro che i vari Baal e Astarti dell'Antico Testamento, falsi dei che provocavano la gelosia e l'ira di Dio.

      In ebraico, 'baal' vuol dire "signore", "padrone" o "marito".
      "Master" significa esattamente "signore", "padrone", "baal" (in italiano è tradotto "Maestro"). Da quando Israele entrò nel paese di Canaan, cominciò a seguire e servire Baal e i suoi idoli (Giudic 2:11, 13; 3:7; 8:33; 10:6; 1Sam 12:10; 16:31-32; 1Re 22:54; 2Re 17:16; 21:3; Ger 2:8; 9:14; Os 2:8, 13 e così via). Un confronto importante fra Dio e Baal avvenne sul monte Carmelo con Elia (1Re 18:16-40).
      Spesso nella Bibbia, la parola è usata al plurale (Baalim e Astarti) perché questi spiriti (= angeli caduti) sono in molti.
      Nella dottrina della Teosofia e del New Age, essi sono una grande gerarchia di esseri spirituali che lavorano per preparare la via al ritorno del Cristo sulla Terra, cioè all'avvento dell'Anticristo, in chiave cattolica (vedi: Alice Bailey, Il ritorno del Cristo).

      Per far capire vagamente il potere di questi spiriti (Baal), citerò l'esempio di questa grande esoterista e teosofa, Alice Bailey.
      I suoi scritti ci forniscono molte informazioni sulla natura e sull'attività dei cosiddetti "Mahatma" o "Maestri di Sapienza", ciascuno impegnato a favorire il miglioramento di settori specifici delle attività umane, attraverso la collaborazione e il servizio di discepoli presenti in ogni nazione.

      La Bailey affermò che la maggior parte delle sue opere le erano state dettate telepaticamente da un «Maestro di Sapienza», chiamato «il Tibetano» (in seguito identificato con Djwhal Khul ritenuto un maestro anche della Blavatsky, probabilmente lo stesso Maestro Orientale del "Cerchio Firenze 77").
      Un giorno essa ricevette la visita di uno spirito che inizialmente pensava fosse Cristo, ma lo spirito si presentò come Djwal Khuhl il Tibetano. Egli le rivelò che avrebbe avuto grande successo se avesse potuto usarla come medium, ed essa decise di mettere la sua vita al servizio di questo spirito. Ella scrisse diverse opere riguardanti ogni settore della vita. Quando morì nel 1949, la Bailey aveva scritto ventiquattro libri, per un totale di 10.469 pagine, la maggior parte delle quali furono scritte sotto l'influenza del suo spirito-guida, il Tibetano.

      http://www.centrosangiorgio.com/occultismo/mondialismo/pagine_mondialismo/il_piano_di_alice_bailey_e_il_nuovo_ordine_mondiale.htm

      Lei, quindi, dimostra una grande ingenuità e sprovvedutezza nel non conoscere il grande potere degli spiriti, se si meraviglia e si stupisce di testi di sedute medianiche "di una profondità filosofica e morale che raramente ho percepito nei sermoni di qualche sacerdote ".

      Infine, riguardo il fatto, e concludo, che io sia secondo lei "un integralista cattolico", glielo ho detto e glielo ripeto. Lei non sa cosa sia il discernimento (non avendo le minime basi filosofiche e teologiche) e non riesce a distinguere tra "integralismo" (il "covo degli integralisti") e "discernimento".
      Se fare discernimento significa per lei essere "integralista", allora io sono un integralista, e di quelli forti.


      Un saluto


      dott. G.I.

      Elimina
    7. Anche qui, come da Remox, il blog mi rifiuta la pubblicazione della prima parte del commento.
      Non so da cosa dipenda.


      dott. G.I.

      Elimina
    8. [Questa è la prima parte del commento che mi è stata cancellata automaticamente]

      Salve, sono il dott. G.I.
      Ho letto le risposte e desidero replicare.

      Certo non potrei confutare tutti gli errori grossolani che vi ho trovato (occorrerebbe troppo spazio). Darò qualche spunto di riflessione (e link di riferimento), anche per dimostrare che quando non si hanno cognizioni (almeno elementari) di filosofia e teologia, sarebbe meglio non trattare certi argomenti che non si posseggono.


      "Non so chi sia il "dott." G.I. (siamo dottori anche noi e non lo mettiamo certo nel nick di internet)." (MBLux)

      Il nick, è una mia mancanza di fantasia: in un mio primo commento, volevo firmarmi solo con le iniziali, ma essendo troppo corto, vi aggiunsi il "dott.", e così è rimasto. Che dice, lo cambio per far piacere a lei?
      Se avessi voluto apparire, avrei commentato col mio profilo di Google+.
      Qui, però, non è questione di titoli (bisognerebbe sempre vedere in che disciplina, parlando di temi spirituali), ma è questione di discernimento (dirò dopo).
      L'essere titolato aggrava ancora di più la situazione, perché è un motivo ulteriore di responsabilità.


      Vado con ordine.

      "C'è un grosso errore in questo suo commento, che parrebbe quasi in malafede e che devo evidenziare prima ancora di risponderle. Lei afferma come dato certo il fatto che Baschera abbia utilizzato fonti medianiche per scrivere tutti i suoi libri di profezie. Questa informazione è una mia supposizione, che lei evidentemente ha preso dal mio blog." (MBLux)

      Non ho mai detto che tutti i libri di profezie di Baschera siano opera medianica, anzi ne ho escluso espressamente alcuni (si può controllare il commento).

      Il mio commento sul blog di Remox fu solo una risposta ad un commentatore che aveva posto a lei una domanda seria: se l'entità citata era legata alla pratica channeling. La mia risposta è stata ovviamente affermativa, perché questi sono i fatti e sono innegabili. Nessuna malafede!

      Riguardo alla supposizione della "tesi medianica" che io avrei preso dal suo blog, mi stupisco.
      Leggo i libri di Baschera dagli anni '90 e non devo certo attendere un suo articolo del 2015 per formarmi un'opinione che, tra l'altro, è nei fatti (ci vogliono solo "occhi" per vedere).
      Ho citato espressamente l'articolo da cui ho preso alcuni brani, e che risale al 2013 (due anni antecedente al suo).

      La "tesi medianica" non è solo una sua supposizione, ma sta nei fatti e, in un certo mondo cattolico, accorto e vigilante, è stato sempre più che un sospetto. Non fa meraviglia che anche lei abbia avuto questa intuizione, ma, ahimè!, non ne ha saputo trarre le giuste conseguenze.

      Prendiamo il libro di Baschera:

      "Le profezie del Ragno Nero: La storia dell'umanità da oggi al 2000", Armenia, 1972 - 110 pagine

      Questo libro uscì nel 1972. All'inizio - posso consentire - le cose potevano non apparire del tutto chiare. Seguendo però il percorso editoriale dell’autore, almeno fino al 1995, le cose si sono schiarite a sufficienza.

      Quale spirito celeste, infatti, si firmerebbe con il nome (o con il simbolo) del "Ragno nero"?
      Nessuno!
      Il ragno è un simbolo esoterico del male ed è da sempre parte di riti e di amuleti che servono per richiamare forze occulte. La simbologia negativa del ragno è attestata in ogni continente, sebbene risulti più radicata nell'Occidente cristiano.
      Uno degli aspetti che maggiormente colpisce l'immaginario umano è la laboriosità del ragno nel tessere la propria tela: un animale pericoloso, predatore, talvolta velenoso, che, grazie alla sua tela, si procura il cibo per divorarlo ancora in vita, dopo averlo paralizzato. Simbolo (e realtà) degli spiriti maligni che tessono la loro tela diabolica per catturare le anime incaute e perderle nell'abisso.


      (continua...)

      Elimina
    9. Avrei preferito se avesse fatto maggiore uso del dono della sintesi, ma rispetto la sua risposta. Cercherò io, però, di essere estremamente sintetico, anche perché vedo ben pochi punti di incontro tra me e lei. Per evitare quindi di tediare chi viene tra queste pagine semplicemente per occuparsi di profezie secondo la filosofia del blog, nonostante tutta quella serie di veti che lei ci ha così esaurientemente illustrato, passo a risponderle a "macro punti", cercando di stare entro un limite decente di righe.

      1) Sono sinceramente contento che anche lei sposi così caldamente la tesi medianica del Baschera. Premesso che, da come ha posto la sua risposta, parrebbe che io inserisca tra le possibilità anche che queste profezie siano frutto di reali personaggi storici. Questo è assolutamente falso. Ho più volte detto che le profezie del Baschera, o provengono da fonti metafisiche, o sono totalmente inventate, lasciando a chi mi leggeva il beneficio del dubbio, senza mai dare il tutto per certo.
      Mi è piaciuta molto la sua disamina sullo stile degli scritti in tali testi profetici non sovrapponibile a quello dell'autore. Più volte anche noi che li abbiamo analizzati, mi riferisco a me stesso e ad altri appassionati che scrivono qui, abbiamo notato nei tentativi, a volte grossolani, di interpretazione di Baschera delle profezie contenute nei suoi libri, una totale estraneità rispetto all'intelligenza che le aveva concepite.
      Questo ci conferma che la natura di tali profezie è metafisica. Che poi io e lei abbiamo un concetto di "sorgente metafisica" totalmente diverso è poca cosa, almeno nell'economia universale. Basterà semplicemente che ognuno vada per la sua strada e lo sto dicendo con il sorriso, non mi fraintenda.

      2) Sulla medianità stendo un velo pietoso, ma sull'abisso che ci separa, non sulle sue idee, che rispetto appieno, al contrario di lei con le mie. Conosco tutta l'opera del Cerchio Firenze 77 quasi a memoria, ogni singolo libro, e conosco tanti altri scritti di medianità, come d'altronde ho letto la Bibbia, il Corano, i canoni buddhisti, i Veda, ecc. Sono cresciuto secondo un'educazione cristiana, ma ho sempre pensato che il misticismo fosse al di sopra di qualsiasi etichetta religiosa. Poi mi sono reso conto che moltissime persone non la pensavano in questo modo e lei è chiaramente tra queste. Con l'esperienza ho imparato ad accettare queste visioni un po' ristrette ed a rispettarle, nonostante chi le possegga non è mai disposto a fare altrettanto: è proprio una vostra forma mentis.
      Lei parla di discernimento e non di integralismo, ma a mio avviso il discernimento deve essere accompagnato dal rispetto del sentire altrui, altrimenti è solo una forma di integralismo.
      Perchè vede... opera discernimento anche il talebano che si fa esplodere in mezzo ad una piazza perchè nella sua visione di fronte a lui ci sono una folla di peccatori e grazie a quel suo "discernimento" è in grado di combattere quello che lui crede essere il male.
      Opera discernimento anche il cattolico che le ride in faccia se lei le parla della Madonna di Anguera.
      Sono punti di vista. Ci vorrebbe solo l'umiltà di capire che quando si parla di religione non c'è mai qualcuno che ha più ragione di altri, mentre per il rispetto, ha ragione quello che ne fa uso.
      Io mi fermo qua, se vuole risponda: io non farò altrettanto, non per cattiveria, ma proprio perchè siamo totalmente al di fuori della funzione per la quale ho deciso di creare questo blog.
      E' normale andare fuori argomento rispetto all'articolo, ma non andare fuori argomento rispetto al blog, intavolando discussioni che sarebbe meglio fare in altri luoghi virtuali certamente più titolati di questo.

      Un saluto.

      Elimina
    10. Rispondo lo stesso, più brevemente questa volta, perché quando scrivo lo faccio senza inimicizia e senza rancore, ma solo per chiarire la verità.

      La mia "mancanza di sintesi" è stata data dal fatto che ho dovuto un po' argomentare le cose che ho sostenuto, perché altrimenti sarebbe stata una vuota invettiva, senza contenuti e senza argomentazioni. Ma i link sono un buon rimando a maggiori e non possibili approfondimenti.


      "Con l'esperienza ho imparato ad accettare queste visioni un po' ristrette ed a rispettarle, nonostante chi le possegga non è mai disposto a fare altrettanto: è proprio una vostra forma mentis." (MBLux)

      Non si tratta di una mia forma mentis, ma della forma mentis di ognuno che voglia dirsi ed essere cristiano.
      È veramente ed essenzialmente un problema di discernimento. Lei dice che legge la Bibbia, il Corano, conosce a memoria i libri del Cerchio, ecc., ma come fa a tenere insieme dottrine che sono tra loro inconciliabili?
      In nome di quale verità razionale? in nome del rispetto? Il rispetto certo che ci deve essere, ma ci deve essere anche l'affermazione di una verità (ritenuta tale e portata avanti coerentemente).
      O si crede nella resurrezione o nella reincarnazione; o si crede nella Chiesa e nei Sacramenti (Battesimo,...) oppure si crede nello Spiritismo; e così via.

      Veramente come dice il vangelo non si possono servire due padroni: o si amerà l'uno e si odierà l'altro o si preferirà l'uno e si disprezzerà l'altro.
      Questo, non per un fatto di gusti, ma perché una cosa esclude PER FORZA un'altra.

      Lei ha un blog di profezie che dice non essere strettamente cattoliche. Ma anche se è così, pur bisognerà fare un'opera di selezione e di discernimento. Non potrà mica riempire il suo blog di qualsiasi cosa, purché sia etichettabile come profezia?
      Lo sa anche lei che nel mondo ci sono molti falsi profeti che vengono in veste di pecore, ma dentro sono lupi rapaci (Mt 7,15).
      Che cos'è il discernimento? Lo dice san Paolo:
      1Tessalonicesi 5,20-21 non disprezzate le profezie; esaminate ogni cosa, tenete ciò che è buono.

      Nell'esaminare le profezie, bisogna ritenere soltanto ciò che è buono, ossia ciò che è vero.

      Io credo nel PRINCIPIO TEOLOGICO (aristotelico-tomistico) DI NON CONTRADDIZIONE (PDNC), che oggi si vorrebbe spazzare via.
      Non voglio qui dare lezioni di filosofia, ma mi torna utile per dire brevemente qualcosa in tema di spiritismo.

      Si deve ad Aristotele la piena comprensione dell'importanza di tre principi del nostro ragionare:
      i tre principi della logica classica.

      1) il principio di identità,
      2) il principio di non-contraddizione
      3) il principio del terzo escluso.

      Il principio di non contraddizione (è impossibile che una stessa cosa sia e non sia allo stesso tempo); il principio di identità (A è A e non può essere non-A); e il principio del terzo escluso (A o è B o non è B) sono principi che non possono essere dimostrati se non procedendo per assurdo (confutazione).
      http://www.argomentare.it/logica/principi%20della%20logica.htm

      Aristotele è ritenuto lo scopritore di questo fondamentale principio logico. La formulazione di Aristotele nella "Metafisica", recita all'incirca così: "Non è possibile che una stessa cosa appartenga e non appartenga a una cosa ad un tempo e secondo lo stesso rispetto." Il che significa, per spiegarla con un esempio greco, che non è possibile che nello stesso momento Socrate sia in piedi e sia seduto, perché delle due o l'una o l'altra.

      Il principio di non contraddizione dice che un ente non può essere una cosa e il suo contrario nel medesimo tempo e sotto il medesimo rispetto.
      In teologia, per esempio, per il PDNC, è impossibile dire che "Gesù è Dio" e che "Gesù non è Dio": o l'una o l'altra.

      (continua...)

      Elimina
    11. Un celebre passo di San Tommaso, nella "Summa contra Gentiles", afferma che Dio non può violare il principio di non contraddizione. Una convinzione non solo della teologia cristiana ma di gran parte della filosofia occidentale, da Parmenide al '900.

      San Tommaso d'Aquino sostiene che Dio è sì onnipotente, ma non può violare il principio di non contraddizione; l'impossibilità di violare il PDNC, non menoma la Sua onnipotenza, né coarta la Sua sovrana libertà.
      Un Dio, infatti, che potesse violare il principio di non contraddizione COME, QUANDO E SE VUOLE, potrebbe indifferentemente essere amore e non amore, creatore misericordioso e carnefice sadico ed efferato, il quale impartisce un comando e poi può discrezionalmente castigare e dannare chi obbedisce al comando: una sfinge indecifrabile, volubile e potenzialmente nemica dell'uomo.

      (Summa theologiae, I , q. 25, a. 3):
      «Tutti sono d'accordo nel riconoscere che Dio è onnipotente. Ma il difficile sta nell'assegnare la ragione dell'onnipotenza, poiché quando si dice che Dio può tutto resta in dubbio che cosa si comprenda sotto questo termine collettivo [tutto]...
      ...tutto ciò che NON IMPLICA CONTRADDIZIONE è contenuto tra quei possibili rispetto ai quali Dio è detto onnipotente; tutto ciò che invece implica contraddizione non rientra sotto la divina onnipotenza, in quanto non può avere la natura di cosa possibile. Quindi è più esatto dire: ciò non può essere fatto, piuttosto che dire: Dio non lo può fare.»
      http://www.gliscritti.it/dchiesa/summat/parte10.htm#h4152

      (Summa theologiae, I, q. 25, a. 4):
      «Dice S. Girolamo [Epist. 22]: 'Dio, pur potendo tutto, non può rendere inviolata una donna violata'. Quindi per la stessa ragione non può fare in modo che qualsiasi altro evento passato non sia avvenuto.»
      Ebbene, qui Tommaso afferma a chiare lettere che «non è in potere della divina onnipotenza fare ciò che implica contraddizione. Ad esempio, che le cose passate NON siano accadute implica contraddizione, e perciò [cioè, proprio in quanto comporterebbe una violazione del PDNC] non soggiace alla divina potenza."»
      E Tommaso soggiunge, citando l'Agostino del Contra Faustum 26,5: «Chiunque afferma: "se Dio è onnipotente, faccia che le cose accadute non siano accadute", non s'accorge che sta dicendo "Dio, se è onnipotente, faccia che le cose vere, per il fatto stesso che sono vere, siano false"».
      http://www.gliscritti.it/dchiesa/summat/parte10.htm#h4153

      Anche sulla base del PDNC, si dimostra che lo Spiritismo è opera di spiriti maligni (qualsiasi genere di spiritismo).

      Che cosa comporta questo principio?
      Lo ripeto, spiegandolo un po' meglio.
      Abbiamo detto che Dio, nella Bibbia, vieta ogni forma di divinazione, magia, negromanzia, ecc., perché li ritiene un ABOMINIO.
      Ora, le anime dei defunti (Kardec e gli spiritisti sono convinti che gli spiriti che parlano nelle sedute non sono altro che le anime disincarnate degli uomini defunti) possono stare o all'inferno o in purgatorio o in paradiso. Questi sono i tre regni ultraterreni.

      Premetto due cose:

      1) Le anime che stanno in purgatorio si purificano dalle loro colpe commesse sulla Terra e, poiché sono state già giudicate al giudizio particolare (subito dopo la morte), non possono più peccare, attendendo solo che termini al più presto la loro purificazione per entrare in paradiso. Se potessero peccare (aggiungendo altri peccati a quelli commessi in Terra), avrebbero bisogno di un ulteriore giudizio di Dio (oltre che di un supplemento di purificazione), cosa che non è prevista. C'è un giudizio, una sentenza, e una purificazione (per quelli che vanno in purgatorio).

      2) Le anime che stanno in paradiso già vedono Dio faccia a faccia, godendo la beatitudine celeste e quindi, a maggior ragione, non possono assolutamente peccare: compiono la Volontà del Padre in maniera perfetta (come si dice nel Padre nostro).

      (continua...)

      Elimina